Amato invita a non votare Forza Italia: è un partito troppo LGBT-friendly?

Forza Italia è un partito troppo moderato sul tema LGBT per piacere a Gianfranco Amato.

Facebook Twitter Messenger Whatsapp

Gianfranco Amato, presidente di Giuristi per la Vita e fervente sostenitore del movimento anti-gender, ha un nuovo nemico: Forza Italia.

No, non è uno scherzo: l’integralista ha pubblicato sulla sua pagina Facebook una serie di avvisi in cui invita i cattolici che partecipano al Family Day a non votare a favore di un partito che non discrimina in maniera sufficiente e adeguata la comunità LGBT. Un partito, in sostanza, troppo LGBT-friendly per essere considerato degno di voto.

Amato invita a ricordarsi della posizione di Forza Italia rispetto alla legge contro l’omofobia approvata dalla Regione Umbria, delle idee sul tema omosessualità di Francesca Pascale e dello stesso Silvio Berlusconi o ancora della partecipazione dell’ex presidente della Regione Lazio Renata Polverini al Pride di Roma.

Ti suggeriamo anche  Francesca Pascale: domani potrei amare una donna
Omofobia

Pillon, interrogazione parlamentare in difesa dell’avvocatessa che aveva detto “i gay sono malati”

Persino il consiglio dell’ordine degli avvocati di Mantova aveva preso le distanze dalla donna, che aveva scritto sui social "l’omosessualità è un disturbo psichiatrico e che chi ne è affetto non può lavorare a contatto con i minori, altrimenti questi disturbati trasmetteranno il disturbo nelle scuole".

di Federico Boni