A San Marino arriva il matrimonio egualitario, ma solo per gli stranieri

La curiosa mossa della piccola Repubblica, dove le coppie dello stesso locali non hanno nemmeno le unioni civili.

Il Parlamento di San Marino ha approvato con una stretta maggioranza le nozze per tutti: ma solo per le coppie straniere.

L’obiettivo della proposta, inserita con un emendamento alla legge di bilancio, è quello di incentivare il “turismo matrimoniale” nella Repubblica di San Marino. Ora le coppie straniere dello stesso sesso che vorranno sposarsi potranno farlo alle pendici del Monte Titano.

Per i cittadini del piccolo paese incastonato tra Marche e Romagna però continuerà a vigere il divieto. Non solo: al momento nel codice civile non è previsto nemmeno l’istituto delle unioni civili, su cui però è stata da poco depositata una proposta di legge popolare che intende aprirle alle coppie, sia etero che omosessuali. Dopotutto in tema di diritti LGBT San Marino non si è mai dimostrata all’avanguardia; solo nel 2004 infatti l’omosessualità è stata depenalizzata.

Ora la parola spetta al governo della Repubblica, che dovrà elaborare una proposta di legge in materia.

Ti suggeriamo anche  Filippine, la Corte Suprema accoglie due petizioni pro-matrimonio egualitario