Video

L’Amante dell’Astronauta, l’amore queer “spudoratamente felice” che abbatte limiti ed etichette

Dal 20 giugno nei cinema d'Italia, è il primo film di Marco Beger ad essere distribuito nelle nostre sale. Finalmente.

ascolta:
0:00
-
0:00
3 min. di lettura

Il 20 giugno del 2024 è per certi versi una data storica, per gli amanti del cinema queer internazionale, perché per la prima volta un film di Marco Berger sarà distribuito nelle nostre sale. 46enne regista argentino, Berger ha trascorso l’intera propria carriera nel raccontare corpi, umanità e sentimenti LGBTQIA+, sin dall’esordio del 2009 con Plan B, che passò in concorso al Festival del Cinema di Roma. Due anni dopo, nel 2011 con Ausente – Assente, vinse il Teddy Award a Berlino, per poi girare il film a episodi Tensión sexual, Volumen 1: Volátil, Hawaii, Mariposa, Taekwondo, Un rubio, El cazador e Los Agitadores.

L'Amante dell'Astronauta, l'amore queer "spudoratamente felice" che abbatte limiti ed etichette - Lamante dellastronauta 03 - Gay.it

Con L’Amante dell’Astronauta, dal 20 giugno nei cinema d’Italia, cade finalmente il tabù nei confronti della filmografia di Berger, così dichiaratamente queer e orgogliosamente centrata nella rappresentazione della nostra comunità. Con Los amantes astronautas, interpretato da Lautaro Bettoni e Javier Orán, il regista ha scritto e diretto una “storia spudoratamente felice”, senza i tradizionali drammi che solitamente abbracciano le nostre vite raccontate su grande schermo, ironica, allusiva, eroticamente parlando esplosiva.

Durante un’estate al mare, Pedro (Javier Orán), apertamente gay, e Maxi (Lautaro Bettoni), etero e single, si ritrovano dopo anni e ricostruiscono un’amicizia sincera e affettuosa, che stupisce tutti i loro amici. Dopo aver fatto una scommessa Pedro e Maxi giocano a fare i fidanzati e gli altri ci credono, compresa l’ex fidanzata di Maxi che dal niente piomba “sul luogo del delitto”. Ma poco a poco sia Pedro che Maxi cascano nella stessa rete che hanno lanciato, perché la pulsione sessuale diventa desiderio irresistibile, le continue allusioni si fanno sempre più spinte ed eccitanti, e i due finiscono a letto insieme. Con quali reali prospettive future?

L'Amante dell'Astronauta, l'amore queer "spudoratamente felice" che abbatte limiti ed etichette - Lamante dellastronauta 02 - Gay.it

Ho voluto raccontare una storia spudoratamente felice“, ha dichiarato il regista argentino, recentemente visto a Roma per presentare le sue pellicole nel corso della rassegna Orgoglio e pregiudizio. “Succede di rado, ma succede che due persone, etero o gay non importa, si conoscano e si riconoscano immediatamente. Nasce un’intesa che porta senza esitazioni all’amicizia. Ci si capisce al volo, si diventa indispensabili l’uno all’altra. Diventa un’amicizia che racchiude un segreto inspiegabile. Quell’amicizia a volte si trasforma in amore e può durare tutta la vita. È quanto succede tra Pedro e Maxi: hanno lo stesso senso dell’umorismo, la stessa percezione delle cose. E questo permette loro di superare le barriere erette per dividere gli etero dai gay“.

L'Amante dell'Astronauta, l'amore queer "spudoratamente felice" che abbatte limiti ed etichette - Lamante dellastronauta 04 - Gay.it

L’Amante dell’Astronauta è una commedia sentimentale a tinte queer particolarmente parlata, con un’infinità di dialoghi tra i due protagonisti che giocano con l’eccitazione altrui, stuzzicandosi a vicenda, ammiccandosi continuamente, tra sorrisi che nascondono un mondo e sguardi languidi, mano che si sfiorano e sinceri abbracci, baci a lungo cercati, voluti, scoccati.

Javier Orán e Lautaro Bettoni, la cui alchimia è magnetica, cavalcano doppi sensi dalla mattina alla sera, parlando dei propri peni, di doccini mancati e sederi da conquistare, come se fossero astronauti atterrati su un altro pianeta da occupare. Il tabù dei ruoli, a lugno discusso, qui si sgretola al cospetto di un sentimento sincero, tangibile, irrefrenabile, perché Pedro e Maxi si trovano meravigliosamente insieme, finiscono l’uno le frasi dell’altro, ridono, scherzano continuamente, sono reciprocamente attratti, due metà che si sono trovate. L’amore apparentemente impossibile, perché uno gay e l’altro dichiaratamente etero, va a scontrarsi con una realtà incontrovertibile, che abbatte limiti sociali e con un perenne sorriso sulle labbra.

Un po’ Dolan e un po’ Haigh, Berger ha qui diretto uno dei suoi titoli forse più vendibili, delizia d’estate da recuperare finalmente al cinema dopo 15 anni di mancata distribuzione.

L'Amante dell'Astronauta, l'amore queer "spudoratamente felice" che abbatte limiti ed etichette - LAmante dellAstronauta - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Chi era Goliarda Sapienza? - Matteo B Bianchi9 - Gay.it

Chi era Goliarda Sapienza?

Culture - Federico Colombo 10.7.24
Titti De Simone - Legge contro l'omobitransfobia in Puglia

Legge contro l’omobitransfobia in Puglia, una battaglia durata 8 anni – Intervista a Titti De Simone

News - Francesca Di Feo 12.7.24
Gabriel Attal Jordan Bardella Gay.it TikTok

È virale la storia d’amore tra Jordan Bardella e Gabriel Attal inventata su TikTok durante le elezioni in Francia

Culture - Mandalina Di Biase 12.7.24
Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: "Per guardare al futuro insieme a lei" - Laika e Michela Murgia - Gay.it

Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: “Per guardare al futuro insieme a lei”

Culture - Federico Boni 11.7.24
Il matrimonio del mio migliore amico (1997)

Il tuo fruity boyfriend non ti salverà

Lifestyle - Riccardo Conte 12.7.24
Kylie Minogue, Bebe Rexha e Tove Lo

Kylie Minogue: il singolo ‘My Oh My’ con Bebe Rexha e Tove Lo è un “usato sicuro”, ma funziona – AUDIO

Musica - Emanuele Corbo 11.7.24

Continua a leggere

Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un'Italia accecata dall'odio, che ha perso memoria e speranza - UAF 49 0109 - Gay.it

Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un’Italia accecata dall’odio, che ha perso memoria e speranza

Cinema - Federico Boni 4.3.24
Tutto su mia Madre di Pedro Almodovar compie 25 anni - tutto su mia madre - Gay.it

Tutto su mia Madre di Pedro Almodovar compie 25 anni

Cinema - Federico Boni 26.3.24
Downton Abbey 3, Imelda Staunton conferma che il terzo film si farà e sarà l'ultimo - Downton Abbey - Gay.it

Downton Abbey 3, Imelda Staunton conferma che il terzo film si farà e sarà l’ultimo

Cinema - Redazione 20.3.24
I film LGBTQIA+ della settimana 19/25 febbraio tra tv generalista e streaming - film 2024 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 19/25 febbraio tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 19.2.24
Andrew Scott in Estranei (2023)

“Estranei” e la solitudine queer: il film di Andrew Haigh è un sincero ritratto della depressione

Cinema - Emanuele Cellini 19.3.24
Challengers, Josh O'Connor, Mike Faist e la nascita di una tensione omoerotica - Challengers - Gay.it

Challengers, Josh O’Connor, Mike Faist e la nascita di una tensione omoerotica

Cinema - Redazione 30.4.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Lovers Film Festival 2024 a Torino dal 16 al 21 aprile al grido "il Cinema ti muove e ti commuove" - image006 - Gay.it

Lovers Film Festival 2024 a Torino dal 16 al 21 aprile al grido “il Cinema ti muove e ti commuove”

News - Redazione 18.1.24