Video

Libertà, trailer del doc su due migranti omosessuali di Bari scappati dalla pena di morte

La storia di B. e C., due migranti omosessuali arrivati in Italia perchè in Senegal e Nigeria l'omosessualità è punita dalla legge con il carcere e, in alcuni casi, la pena di morte.

2 min. di lettura

Libertà” dell’esordiente Savino Carbone è un documentario prodotto da Cooperativa Quarantadue e Centro Documentazione e Ricerca “Möbius”, che racconta la storia di B. e C., due migranti omosessuali che vivono nell’omonimo quartiere di Bari, scappati da Senegal e Nigeria perchè l’omosessualità è punita dalla legge con il carcere e, in alcuni casi, la pena di morte.

Distribuito da Premiere Film, il documentario è stato interamente girato a Bari nel 2019 ed è stato selezionato al Film Festival di Chennai, in India, e al Film Festival LGBT Boyohboy di Parigi.

Bari (Italia), 2019. Cosa significa essere liberi? Nel cinquantenario di Stonewall, due migranti omosessuali riflettono sulla loro condizione di richiedenti asilo in Italia, dopo aver lasciato il Senegal e la Nigeria per sfuggire alle persecuzioni contro la comunità LGBT. Nei due Paesi, infatti, l’omosessualità è un reato punito con il carcere e, dove vige la Shari’a, la lapidazione. Il lungo e pericoloso viaggio per arrivare in Europa non ha aiutato i due protagonisti, costretti dal clima d’odio crescente in Italia a frequentare le comunità migranti legate ai loro paesi d’origine, subendo un secondo, più doloroso, ostracismo che li spinge a vivere nella macchia. Mentre i due vivono in una sorta di limbo permanente, in Italia iniziano a manifestarsi gli effetti tragici dei decreti sicurezza voluti dal Ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

A fare da sfondo è infatti il capoluogo pugliese impegnato nella campagna elettorale per le Europee, che porta il leader della Lega in città, e il Pride del cinquantennale dei moti di Stonewall. Ma soprattutto il quartiere Libertà, definito a più riprese dalla stampa un rione difficile per la massiccia presenza di comunità straniere, che nel film diventa esplicita manifestazione dei desideri di chi, per amore, ha lasciato tutto.

Libertà, trailer del doc su due migranti omosessuali di Bari scappati dalla pena di morte - LIBERTA POSTER - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

roccella-teoria-del-gender

Il Consiglio d’Europa all’Italia: “Gli attacchi alla comunità LGBTQIA+ sono violazioni dei diritti umani”

News - Federico Boni 19.12.23
Giorgia Meloni dirotta in Albania 36.000 migranti l'anno. Che fine faranno le persone LGBTQIA+ in fuga dai paesi omobitransfobici africani? - Giorgia Meloni e Edi Rama - Gay.it

Giorgia Meloni dirotta in Albania 36.000 migranti l’anno. Che fine faranno le persone LGBTQIA+ in fuga dai paesi omobitransfobici africani?

News - Federico Boni 7.11.23