Nove fatti su Stonewall nel Mese della Storia Gay

Dato che la nascita del moderno movimento lgbt internazionale si fa risalire alla Rivolta di Stonewall, ecco nove fattilegati a quella notte che vale la pena ripercorrere nel Mese della Storia Gay

Nove fatti su Stonewall nel Mese della Storia Gay - stonewall riotsBASE - Gay.it
3 min. di lettura

Nove fatti su Stonewall nel Mese della Storia Gay - stonewall riotsF1 - Gay.it

Negli Usa e nel Regno Unito, ottobre è il Mese della Storia Gay. E sebbene la storia delle battaglie per la conquista dei diritti da parte delle persone lgbt risalga a più di un secolo fa, ci si riferisce comunemente alla Rivolta di Stonewall per indicare l’inizio del movimento lgbt internazionale moderno. In occasione di questo speciale mese, il blog statunitense Queerty elenca nove fatti legati al mito della Rivolta di Stonewall. Ecco di cosa si tratta:

1 – La Rivolta di Stonewall è iniziata domenica 28 giugno 1969 all’1,20 di notte allo Stonewall Inn che si trova in Christopher Street di New York City. Altri incidenti si verificarono durante quella notte.

2 – La prima marcia dell’orgoglio gay, il primo Pride, per intenderci, ebbe luogo solo l’anno successivo, ovvero il 28 giugno del 1970. Non c’erano carri: era una manifestazione più politica di quanto non siano molti pride adesso.

3 – Responsabile del’inizio degli scontri fu una lesbica il cui nome è sconosciuto. Quando un poliziotto la colpì alla testa con il manganello e la ammanettò, lei si voltò indietro verso la folla urlando: "Perché nessuno fa niente?". Dopo che un poliziotto la caricò su un cellulare, "la scena divenne esplosiva".

Nove fatti su Stonewall nel Mese della Storia Gay - stonewall riotsF2 - Gay.it

4 – Le reazioni della folla contro la polizia che tentava di contenere la rivolta includevano calci e slogan sul tema della canzone di Howdy Doody (uno show televisivo per bambini il cui protagonista era un bambino marionetta, in onda negli States fino al 1960, ndr).

5 – Lo Stonwall Inn era di proprietà, e gestito, dalla mafia. C’era uno spioncino sulla porta e se il buttafuori non riconosceva il cliente o pensava che non si trattasse di un gay, non lo lasciava entrare.

6 – Allo Stonewall non c’era acqua corrente dietro il bancone del bar e in quegli anni i bicchieri di plastica non erano certo di uso corrente. Le toilette intasate erano all’ordine del giorno.

7 – All’epoca della Rivolta, il travestitismo era illegale e si poteva essere arrestati perché non si indossavano un certo numero di indumenti adatti al genere d’appartenenza. La notte degli scontri, agenti di polizia donne portarono clienti del bar vestiti da donne nei bagni per verificarne il sesso.

Nove fatti su Stonewall nel Mese della Storia Gay - stonewall riotsF3 - Gay.it

8 – Anche se adesso sembra strano, il settimanale The Village Voice, che oggi è considerato un promotore dei diritti dei gay, prese una posizione anti-gay nel coprire gli eventi di quella notte. Manifestanti arrabbiati cercarono di dar fuoco alla redazione.

9 – Il settimanale The Voice riportò una copertura favorevole del primo Pride l’anno successivo, iniziando il suo graduale passaggio ad un approccio equilibrato alle questioni lgbt.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bridgerton 3 conferma la prima storia d'amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER) - BRIDGERTON 305 Unit 03509R - Gay.it

Bridgerton 3 conferma la prima storia d’amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER)

Serie Tv - Redazione 14.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Mahmood Ra Ta Ta e marijuana

Mahmood RA TA TA, bimbi senza mamma, una faccia mulatta e la marjuana

Musica - Emanuele Corbo 14.6.24
"C'è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+", intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno - Torino Pride 2023 - Gay.it

“C’è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+”, intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno

News - Francesca Di Feo 13.6.24
Prisma 2 Andrea Daniele scena sesso Lorenzo Zurzolo Mattia Carrano 01

Prisma 2, spoiler: la scena di sesso tra Andrea e Daniele non è gay, Bessegato: “Non sono una coppia gay”

Serie Tv - Mandalina Di Biase 11.6.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri - specchio specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri

Corpi - Redazione 14.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

10 compositori queer che hanno fatto la storia della musica

Da Chopin e Schubert a Tchaikovski fino a Bernstein. 10 compositori queer che sono dei giganti della musica classica

Musica - Redazione 18.3.24
Arrusi Pigneto Luana Rigolli

San Valentino, a Roma spuntano i ritratti degli arrusi, gli omosessuali confinati dal fascismo alle Isole Tremiti

Culture - Redazione Milano 14.2.24
La bellezza liberatoria degli infiniti "Pride", per sempre e ovunque: storia visiva dell'orgoglio LGBTQIA+ - pride libro scripta maneant 3 - Gay.it

La bellezza liberatoria degli infiniti “Pride”, per sempre e ovunque: storia visiva dell’orgoglio LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 8.6.24
Re Giacomo I d'Inghilterra era davvero gay? La storia vera dietro la serie Mary & George - Mary and George - Gay.it

Re Giacomo I d’Inghilterra era davvero gay? La storia vera dietro la serie Mary & George

Serie Tv - Federico Boni 21.3.24
Giorgio Bozzo, autore di Le Radici dell'Orgoglio

Quell’orgoglio che ci rende più forti: intervista con Giorgio Bozzo (che riparte con Le radici dell’orgoglio)

Culture - Riccardo Conte 4.1.24
Sandra Milo, Icona eternamente Libera - Sandra Milo fotografata da Leandro Manuel Emede per Sette Corriere - Gay.it

Sandra Milo, Icona eternamente Libera

Culture - Federico Boni 29.1.24
Harvey Milk

94 anni fa nasceva Harvey Milk, l’uomo che voleva “reclutarci tuttə”

News - Federico Boni 22.5.24
Eldorado: l doc Netflix sul locale gay di Berlino frequentato da Ernst Röhm e dai nazisti

Gay e nazismo: la tolleranza della prima ora e l’omocausto

Culture - Lorenzo Ottanelli 26.1.24