PARTY ANNI ’80 CON SAMANTHA FOX

Mercoledì 5 gennaio 2005 all'Estragon di Bologna, unica data fuori dal Regno Unito della ex-reginetta sexy degli anni '80, ora lesbica dichiarata e idolo del popolo glbt.

PARTY ANNI '80 CON SAMANTHA FOX - Gay.it
2 min. di lettura

BOLOGNA – A 19 anni è un sex symbol per un’intera generazione di maschietti etero. A 37 anni diventa un’icona lesbica annunciando a sorpresa il suo matrimonio con l’amante Myra Stratton.
A quasi 20 anni dal suo esordio-bomba sul mercato discografico con Touch me (I want your body), Samantha Fox non ha smesso di far parlare di sé. Ora, dopo anni di assenza dai palchi italiani, la mitica bionda torna ad esibirsi dal vivo nel nostro Paese. Sarà proprio lei, in carne ed ossa (carne soprattutto!), a festeggiare il secondo “Party anni ’80”. L’appuntamento è per mercoledì 5 gennaio 2005 alle ore 22 al Rock Club di via Calzoni 6/h.
Nata a Londra nel 1966, la prorompente artista che farà sognare intere generazioni a soli 16 anni fa già parlare di sé posando “senza veli” per il giornale “Daily Sun”. La popolarità come modella la porta presto ad un contratto discografico e nel 1986 incide il suo primo singolo “Touch me” che è tutto un programma: un pop ballabile e sessualmente ammiccante, con gradevoli ritmi e semplici melodie. Con l’album “Samantha Fox” vende 1.800.000 copie e rimane in testa alle classifiche britanniche per mesi.

PARTY ANNI '80 CON SAMANTHA FOX - samfox pubb2 - Gay.it

Samantha continua la sua carriera in TV e come modella, mentre le sue canzoni continuano a spopolare (“Nothing gonna stop me now” e “Naughty girls need love too” sono entrambe datate 1987). All’inizio degli anni ’90, dopo aver pubblicato una raccolta dei suoi successi, Samantha si prende una pausa, ma torna nel 1997 con un nuovo look, compare come Playmate di Playboy e lancia l’album “21th Century Fox”.
Samantha oggi continua a cantare e può vantare la bellezza di 90 siti internet dedicati a lei (non sempre per motivi musicali) e 10.000 fan clubs. Il suo ultimo disco, uscito nel 2001, si intitola “Watching You Watching Me”. Ma si dice sia già al lavoro per una prossima uscita.
Intanto è tornata a far parlare di sé attraverso la stampa scandalistica, sposando nel marzo 2003 alle Hawaii l’amica Myra Stratton.
Dopo anni di assenza dai palchi italiani (la sua ultima apparizione fu ad un programma televisivo di qualche anno fa) la bionda Samantha torna dunque alla carica.
Vale davvero la pena di “godersela” dal vivo mercoledì 5 gennaio a Bologna. Sarà l’unica apparizione sul Continente programmata da Samantha Fox per questo inverno.
Ingresso € 10.
Informazioni e prevendite: 051 241554.

di Daniele Nardini

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

thailandia-matrimonio-egualitario

La Thailandia verso il matrimonio egualitario: approvazione del disegno di legge entro fine anno

News - Francesca Di Feo 19.2.24
Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24

I nostri contenuti
sono diversi