PUBBLICITA’ GAY: QUANDO LO SPOT E’ AL TOP

Una ditta di arredamento scandinava, una nota marca di chewing-gum, deodoranti e idromassaggi: la strategia di marketing che si rivolge ai gay fa aumentare il fatturato. Ecco come e perché.

PUBBLICITA' GAY: QUANDO LO SPOT E' AL TOP - 0244 gaywedding - Gay.it
3 min. di lettura
PUBBLICITA' GAY: QUANDO LO SPOT E' AL TOP - 0244 arabkiss - Gay.it

La pubblicità gay fa aumentare il fatturato e gli spot gay dilagano: anche il mondo del commercio, che per ovvi motivi economici è sempre un passo avanti rispetto agli altri, ha scoperto il pianeta gay come gruppo di utenti ben definito. Se negli ultimi anni Novanta si era solo accennato alla possibilità di rivolgere un particolare prodotto agli omosessuali, il Duemila si è aperto con buoni auspici di mercato: gli uffici marketing ed i pubblicitari hanno dato vita ad una serie di prodotti mirati e di spot televisivi che sono rivolti ad un target ben identificato di consumatori gay. Cambia dunque l’ottica con cui il mondo omosessuale viene definito nel settore economico: ora i gay costituiscono una nicchia di mercato e una forza-consumo beni e servizi in percentuale tanto rilevante da sollecitare la direzione marketing di una società svedese leader nel settore della produzione di arredamenti d’interno a creare una linea di mobili appositamente dedicata. Lanciate con lo slogan “Non è ora di andare a vivere insieme?”, la società scandinava propone una serie di soluzioni d’arredo di alto design create appositamente per le coppie omosessuali che desiderano costruire una casa in comune e per i single che non vogliono rinunciare all’indipendenza. Soluzioni che curano fin nei minimi particolari ogni angolo ed accessorio della casa, venendo si incontro alle esigenze di praticità sia del singolo che della coppia gay, ma senza mai lasciare da parte il gusto solare di creare ambienti luminosi ed armonici. Così, la società scandinava in questione è diventata la preferita dei gay che voglion metter su casa.

PUBBLICITA' GAY: QUANDO LO SPOT E' AL TOP - 0244 gayembrace - Gay.it

Il fenomeno del “gay marketing” nasce da due presupposti, di tipo sia economico che sociale. Da una parte è entrato ormai in crisi il modello di famiglia intesa nel senso classico; il concetto di nucleo familiare si è allargato a realtà di fatto che il mondo economico non può permettersi d’ignorare. I nuclei monofamiliari o composti esclusivamente da due membri sono realtà diffuse in tutto l’occidente. In più la capacità di spesa di tali nuclei è più alta rispetto alle famiglie in cui il numero dei membri è più elevato.
A ciò si deve aggiungere la capacità e l’intelligenza dei marketing manager che per primi vogliono occupare nicchie di mercato ancora libere e non sfruttate dalla gran massa dei produttori. Insomma si colpisce il target di potenziali utenti creando prodotti e campagne pubblicitarie mirate, con il vantaggio di essere tra i primi a farlo.
Ma anche se il prodotto non è destinato ad un particolare gruppo, ma al consumo di massa, si strizza egualmente l’occhio al mondo gay: è accaduto nella campagna pubblicitaria di una nota marca di chewing gum. Lo spot televisivo, ambientato in un bar gay frequentato da bei ragazzoni, sposta l’attenzione da una possibile rissa ad un trascinante ballo tra i due protagonisti. L’effetto è di sicuro impatto suggestivo e l’argomento non viene trattato in modo morboso ma assolutamente delicato e piacevole. L’immagine non è quella di macchietta ridicola ma di presa in giro garbata, che dà allo spot un’aria di scanzonata normalità.

I risultati delle due campagne promozionali, della ditta scandinava e della casa produttrice di chewing.gum, hanno dato ragione alla loro strategia: le due ditte hanno registrato un incremento delle vendite del 7,3% nel caso del mobilificio e del 20% circa nel caso delle gomme americane. Risultati che confermano vincente la scelta di marketing volta ad individuare nei gay una nuova fetta di mercato.
E dopo lo spot televisivo di un deodorante molto popolare (che una ragazza sente addosso ad un ragazzo che però sta con un altro ragazzo), anche la campagna promozionale di una nota marca di vasche e cabine di idromassaggio, pur senza fare in alcun modo riferimento diretto ai gay come target group, utilizza canoni dell’immaginario collettivo omosessuale come soggetto attivo dello spot. Durante i due minuti e trenta della proiezione vengono mandate in onda immagini di un corpo maschile perfetto e cosciente della sua perfezione fino al narcisismo spudorato. Il messaggio che implicitamente ci viene trasmesso è di cura e amore verso il corpo maschile e rasenta un erotismo patinato e soffuso.
Insomma, il piccolo spazio pubblicità è diventato più grande, e restituisce ai gay la dignità tutta economica di cittadini adulti e con capacità di spesa. Consumo, ergo sum.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: "Ti amo immensamente" - heartstopper bradley riches engagement - Gay.it

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: “Ti amo immensamente”

Culture - Redazione 11.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24

Continua a leggere

Andrea Crippa Lega coming out eterosessuale

Il coming out del deputato semplice leghista On. Antonio Crippa come persona eterosessuale

News - Redazione Milano 4.2.24
Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: "Ho rischiato di perdere l'occhio" - Pasquale Ciano 2 - Gay.it

Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: “Ho rischiato di perdere l’occhio”

News - Redazione 13.12.23
Matteo Salvini a Firenze per il meeting di Identità e Democrazia

Gli imbarazzanti alleati europei di estrema destra della Lega di Salvini

News - Lorenzo Ottanelli 4.12.23
a sinistra: Marco Mengoni e Lorenzo Casizzone paparazzati fuori da un locale a Milano, foto tratta da Chi - a destra foto di Casizzone da Linkedin

Marco Mengoni e Lorenzo Casizzone, è giunto il momento dell’amore?

News - Mandalina Di Biase 21.3.24
Pro Vita, nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma: "Basta confondere l'identità sessuale dei bambini" - Pro Vita nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma - Gay.it

Pro Vita, nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Redazione 22.11.23
Ghana LGBTQ+

Ghana, a rischio 4 miliardi a causa della legge anti-LGBT. E il presidente non l’ha ancora firmata

News - Redazione 6.3.24
Carpi, bufera tra cattolici per un quadro che ritrae un uomo chinato sulle parti intime di Gesù - gratia plena opera di andrea saltini esposta a carpi 1961856 - Gay.it

Carpi, bufera tra cattolici per un quadro che ritrae un uomo chinato sulle parti intime di Gesù

News - Redazione 6.3.24
Anna Paola Concia coordinerà il progetto "Educare alle relazioni" del Governo Meloni

Anna Paola Concia collabora con il Governo Meloni: 15 milioni di euro di finanziamento

News - Redazione Milano 8.12.23