Tibet, le monache buddhiste: basta discriminazioni sessiste, vogliamo più diritti

In Tibet, nel cuore della tradizione e della religione buddhista, si combatte una lotta per la parità di genere: le monache invocano la parità.

Tibet, le monache buddhiste: basta discriminazioni sessiste, vogliamo più diritti - monache - Gay.it
2 min. di lettura

Più di cento monache del Buddhismo tibetano hanno deciso di riunirsi in un movimento collettivo per portare la questione delle discriminazioni di genere all’interno della gerarchia ecclesiastica tibetana, che è solita liquidare la questione come “un concetto occidentale”. Le monache, in particolare, lamentano di non avere gli stessi diritti degli uomini in ambito scolastico e formativo e, a causa di ciò, di non poter arrivare a ricoprire le stesse cariche. Inoltre esse intendono anche combattere la stretta divisione tra i generi esistente nei monasteri.

La cornice dei fatti è quella dell’istituto buddhista Larung Gar, sull’altopiano tibetano della regione sudoccidentale Sichuan, Tibet “esterno” alla Regione autonoma. L’istituto in questione ospita diecimila studenti ed è stato il primo a permettere alle donne di prendere il khenmo, una sorta di dottorato in teologia, anche se non permette loro di accedere al monastero. Inoltre né il buddhismo tibetano, né l’istituto in questione, permettono alle religiose di raggiungere il bhikkhuni, ovvero lo status più alto della gerarchia ecclesiastica a cui sono ammessi decine di migliaia di colleghi maschi.

Le cento monache si sono organizzate e hanno iniziato ad agire in modo molto strutturato: hanno studiato il femminismo, hanno pubblicato diversi libri sulle figure femminili di spicco del buddhismo e fondato una rivista annuale. Non è azzardato probabilmente parlare della nascita di un nuovo movimento religioso di cui Xinde Shijiamouni, il cui nome significa “il cuore di Buddha”, si fa volentieri portavoce.

Se si considera la legge buddhista, i due generi dovrebbero essere uguali. Ma molti non conoscono il dharma (letteralmente, la legge) e altri scelgono deliberatamente di ignorarlo”, ha dichiarato la portavoce del movimento femminile. L’agenzia France Press riporta inoltre che l’incontro annuale delle femministe si è dovuto svolgere in un regime di semi-clandestinità in una località segreta, perché non ha ricevuto l’approvazione ufficiale del governo cinese.

nuns-in-tibet

Lo status di bhikkhuni di cui dicevamo poco fa viene concesso alle donne nel Buddhismo di tradizione Mahayana e di tradizione Theraavada, ma non nel Lamaismo, tipico della regione tibetana. Il Dalai Lama – che è un leader spirituale in esilio – ha più volte cercato di riconsiderare la questione della parità di genere arrivando a definire se stesso un femminista perché “così si chiama qualcuno che lotta per i diritti delle donne”. Ma l’intransigente clero tibetano sostiene che le questioni di genere non appartengono alla loro tradizione religiosa e che il concetto di femminismo è completamente “straniero”. Per paura delle rivendicazioni nazionaliste tibetane, Pechino ha cercato per oltre un decennio di ridurre il numero di studenti ospitati a Larung Gar. Nel 2001 è persino arrivata a distruggere circa duemila alloggi.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

FR*CINEMA

A Roma arriva FR*CINEMA, tra film queer e riappropriazione culturale

Cinema - Redazione Milano 28.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Si conoscono da bambini ad una festa, 26 anni dopo si sono fidanzati. La bellissima storia di Kenny e Aaron - La bellissima storia di Kenny e Aaron - Gay.it

Si conoscono da bambini ad una festa, 26 anni dopo si sono fidanzati. La bellissima storia di Kenny e Aaron

Culture - Redazione 29.2.24
Da sinistra: Douglas Carolo (foto da TikTok), Andrea Bossi (foto SKYtg24) e Michele Caglioni (foto Instagram)

Perché Andrea Bossi sarebbe stato ucciso da Douglas Carolo e Michele Caglioni?

News - Redazione Milano 29.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24

Leggere fa bene

Corea del Sud, Kim Kyu-jin prima storica donna dichiaratamente lesbica a partorire - Kim Kyu jin e Kim Sae yeon - Gay.it

Corea del Sud, Kim Kyu-jin prima storica donna dichiaratamente lesbica a partorire

News - Redazione 8.9.23
Roma lgbtqia+

Roma non si arrende alla persecuzione delle coppie omogenitoriali, Gualtieri registra due bambine italiane nate in Spagna

News - Giuliano Federico 3.9.23
Love Lies Bleeding, primo trailer del film con Kristen Stewart che si innamora di una bodybuilder - Love Lies Bleeding primo trailer del film queer con Kristen Stewart che si innamora di una bodybuilder - Gay.it

Love Lies Bleeding, primo trailer del film con Kristen Stewart che si innamora di una bodybuilder

Cinema - Redazione 20.12.23
Milena Cannavacciuolo, la raccolta fondi supera i 45.000 euro e lei risponde: “Grazie per l’amore corrisposto” - Milena Cannavacciuolo - Gay.it

Milena Cannavacciuolo, la raccolta fondi supera i 45.000 euro e lei risponde: “Grazie per l’amore corrisposto”

News - Redazione 7.11.23
Nyad, Annette Bening è l'atleta lesbica che nuotò da Cuba alla Florida. Il trailer - NYAD - Gay.it

Nyad, Annette Bening è l’atleta lesbica che nuotò da Cuba alla Florida. Il trailer

Cinema - Redazione 30.10.23
La comunità LGBTQIA+ si stringe attorno a Milena Cannavacciuolo, raccolti quasi 30.000 euro in 48 ore - foto Milena Cannavacciuolo - Gay.it

La comunità LGBTQIA+ si stringe attorno a Milena Cannavacciuolo, raccolti quasi 30.000 euro in 48 ore

News - Redazione 25.10.23
Grande Fratello Letizia Petris lesbica Vittorio Gay

Grande Fratello, le parole di Beatrice Luzzi suscitano polemiche: “Letizia Petris è lesbica”

Culture - Luca Diana 7.11.23
some-prefer-cake-2023

A Bologna “Some Prefer Cake” 15° edizione del festival di cinema lesbico

Cinema - Francesca Di Feo 22.9.23