Addio a Jan-Paul Pouliquen, attivista LGBTQIA+ francese ideatore dei PACS

Nel 1999 la contestatissima legge divenne realtà, dando la possibilità a tutta la Francia di parlare per la prima volta di omosessualità.

ascolta:
0:00
-
0:00
Addio a Jan-Paul Pouliquen, attivista LGBTQIA+ francese ideatore dei PACS - PACS Le Monde - Gay.it
2 min. di lettura

 

Si è spento all’età di 69 anni Jan-Paul Pouliquen, storico attivista LGBTQIA+ di Francia, tra gli ideatori dei “patti civili di solidarietà” (PACS) introdotti nel 1999. Pouliquen, come scritto da “Libération” e “Le Monde“, è morto nella città di Trappes venerdì 28 aprile.

Negli anni ’80 fondatore dell’associazione Homosexualité et Socialisme, Pouliquen ha poi dato forma al Collectif pour le contrat d’union civile et sociale (Collettivo per il contratto d’unione civile e sociale), che mirava a dare un’esistenza legale alle coppie omosessuali/eterosessuali non sposate. Nel 1992 la sua proposta di legge sul contratto di unione civile venne firmata da otto deputati socialisti. Nel 1999, al termine di una furibonda discussione parlamentare durata 120 ore che coinvolse l’intera società francese, i PACS divennero legge per volontà del governo di sinistra di Lionel Jospin. Lo stesso Nicolas Sarkozy ammise successivamente che la destra francese sbagliò a contrastare tanto ardentemente i PACS.

Alle coppie (etero e/o gay che fossero) che firmavano un PACS venivano per la prima volta offerte la maggior parte delle protezioni legali, assieme ai diritti e alle responsabilità del matrimonio. Molto semplicemente, dei contratti di diritto privato conclusi tra due individui maggiorenni, con norme fiscali, ipotesi di successione patrimoniale, congedi per l’assistenza del partner o dei figli e una specifica disciplina dello scioglimento dell’unione.

La legge sui Pacs è stata un passo avanti, perché ha permesso a tutta la Francia di parlare di omosessualità“, dichiarò con orgoglio Pouliquen a “Le Monde”. Nel 2018 la casa in cui Jan-Paul viveva con suo marito nella periferia parigina venne semi-distrutta da un incendio. All’epoca disse: “Una mia vicina mi ha rivelato che la sera dell’incendio la gente si era fermata davanti alla casa dicendo: ‘Oh beh, non è bruciata del tutto, che peccato”. Non ricordo di aver assistito a scene del genere trenta o quarant’anni fa. L’omofobia non è finita“.

Gli dobbiamo tanto”, ha cinguettato su Twitter Patrick Bloche, vicesindaco di Parigi.

I nostri diritti di oggi devono tanto alle lotte di chi, contro ogni previsione, ha lottato per realizzarli”, ha commentato il suo collega David Belliard.

Il 14 giugno 2011 l’Assemblea nazionale francese ha poi votato la legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bridgerton, la showrunner Jess Brownell annuncia l'arrivo di una storia d'amore queer - BRIDGERTON 302 Unit 00627R - Gay.it

Bridgerton, la showrunner Jess Brownell annuncia l’arrivo di una storia d’amore queer

Serie Tv - Redazione 16.5.24
L'Unione Europea è la patria dei diritti LGBTQ+, ma sai davvero come funziona? - unione europea gay it 03 - Gay.it

L’Unione Europea è la patria dei diritti LGBTQ+, ma sai davvero come funziona?

News - Lorenzo Ottanelli 8.5.24
Sara Drago

Sara Drago: “La realtà è piena di diversità, sarebbe bellissimo interpretare un uomo” – intervista

Cinema - Luca Diana 11.5.24
Francesco Cicconetti, l'Università di Urbino gli riconosce l'identità di genere anche sul diploma - Francesco Cicconetti - Gay.it

Francesco Cicconetti, l’Università di Urbino gli riconosce l’identità di genere anche sul diploma

News - Redazione 17.5.24
parma pride 2024 intervista

Intervista a Parma Pride 2024: “Nutriamo l’amore! Le unioni civili sono un ripiego”

News - Gio Arcuri 14.5.24
Nemo The Code significato e come è nata

Nemo, il magnifico testo non binario di “The Code” è nato così: ecco cosa racconta davvero

Musica - Mandalina Di Biase 13.5.24

Continua a leggere

Elliot Page denuncia la “devastante” eliminazione dei diritti LGBTQIA+ in tutto il mondo durante i Juno Awards (VIDEO) - Elliot Page 1 - Gay.it

Elliot Page denuncia la “devastante” eliminazione dei diritti LGBTQIA+ in tutto il mondo durante i Juno Awards (VIDEO)

News - Redazione 25.3.24
Copyright @Danimale_sciolto

Cosa significa decriminalizzare il sex work: oltre lo stigma e la violenza istituzionale

Corpi - Redazione Milano 21.12.23
montenegro-diritti-lgbt

Il Montenegro candidato all’ingresso UE tra “sterilizzazione forzata” delle persone trans e linguaggio d’odio rampante

News - Francesca Di Feo 18.1.24
foto: il fatto quotidiano

Trans Lives Matter: il movimento trans* si fa sentire ancora più forte

News - Redazione Milano 20.11.23
Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque

News - Redazione 14.12.23
FOTO: LUKE GILFORD

Kim Petras risponde ai commenti sessisti e transfobici: “Siete la piaga del pianeta”

Musica - Redazione Milano 26.2.24
Unione Europea Diritti Transgender

L’Unione Europea verso il riconoscimento del cambio di genere in tutti gli Stati membri

News - Francesca Di Feo 7.5.24
Roma, via libera del Comune a finanziamenti per sportelli d'ascolto e centri antidiscriminazione LGBTQIA+ - roma - Gay.it

Roma, via libera del Comune a finanziamenti per sportelli d’ascolto e centri antidiscriminazione LGBTQIA+

News - Redazione 19.12.23