Antonia Monopoli, l’attivista transgender insultata dal call center: “con Hitler gente come te finiva nei forni”

È caccia all'operatore che si è tramutato in uno stalker transfobico.

Antonia Monopoli, l'attivista transgender insultata dal call center: "con Hitler gente come te finiva nei forni" - Antonia Monopoli - Gay.it
2 min. di lettura

Antonia Monopoli è un’attivista transgender, scrittrice, responsabile dello Sportello Trans ALA Milano Onlus, nata a Bisceglie ma ormai residente a Milano. Prima sui social e a seguire dalle pagine del Corriere della Sera ha denunciato quanto le è accaduto, che ha dell’incredibile nel suo essere inaccettabile.

“Ogni tanto mi viene il pallino di volermi prendere un diploma e su Facebook c’era un annuncio di una scuola privata che non ricordo il nome a cui io ho cliccato per prenotare una consulenza”, ha premesso sui social Antonia. “Sono giorni che mi chiama un numero di telefono di rete fissa e cellulare, io avendo poco tempo non ho mai risposto, stamattina dopo tante insistenze ho risposto e dall’altra parte del telefono si sentiva la voce di un uomo extracomunitario, il quale ha chiesto di parlare con Antonia Monopoli. Io gli ho risposto che ero io. Lui mi dice che la voce è di un uomo e preferisce parlare con la signora. Io tranquillamente gli ho detto che sono un ex uomo e sono una donna transgender. Lui di risposta mi ha mandato a fanculo e ha chiuso il telefono. Poi mi ha richiamato e mi ha detto: conosci la storia di Hitler? Io ho risposto: “certo”. Lui: “la gente come te deve andare a finire nei forni crematori. Poi ha chiuso”.

E non è finita qui, perché il giorno dopo l’uomo l’ha richiamata, a mezzanotte, sempre da un numero con prefisso ’02’. All’ennesimo squillo Antonio ha risposto e si è ritrovata la stessa voce del giorno prima: “dove sei putta*a!” con una voce importante e aggressiva, io al che ho chiuso la comunicazione velocemente e con la paura in corpo”. Il timore, giustamente, è che agli insulti transfobici si aggiunga persino lo stalking. Ecco perché Antonia ha denunciato il tutto anche ai carabinieri, contro ignoti. La Monopoli non ricorda il nome della scuola privata a cui aveva chiesto la consulenza. “Fatti come quello che è accaduto a me non devono passare in sordina”, scrive oggi su Facebook. “Non voglio che accadano di nuovo, e se non ci fossi stata io che sono un’attivista, ci fosse stata un’altra ragazza o donna transgender non attivista sarebbe caduta nello sconforto. Per fortuna mia sono circondata da persone che mi vengliono bene e che continuamente mi stanno vicini, altrimenti sarei crollata a livello psicologico”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
herinanth 25.6.20 - 8:23

Ci si domanda come mai un tizio X, pieno di odio e rancore nei confronti di una comunità, perda tempo a leggere e commentare articoli di un sito che non gradisce... O è omofobia interiorizzata o è ossessione, scegli tu, l'importante è che tu vada dallo psicologo e ti curi, invece di rendere internet un posto schifoso.

Avatar
Renzo Loi 24.6.20 - 13:21

a ridaje. un uomo resta uomo anche se si sente donna. ha il diritto di gridarlo ma non di imporlo. un interlocutore potrebbe anche sentirsi preso in giro, se al telefono. di persona lo avrebbe visto .a questo punto la reazione intelligente sarebbe di chiudere il discorso e finirla li. diverso è il caso di chi ha anche i documenti con cambio di sesso e voce ancora un po maschile. cque secondo me , tutto si risolve col buon senso da parte di entrambi.io x esempio mi rifiuto di dare del lei a luxuria

Trending

@samsmith

Sam Smith è lə modellə punk che non ti aspettavi

Culture - Redazione Milano 4.3.24
Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un'Italia accecata dall'odio, che ha perso memoria e speranza - UAF 49 0109 - Gay.it

Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un’Italia accecata dall’odio, che ha perso memoria e speranza

Cinema - Federico Boni 4.3.24
Miranda July (Vogue, 2020)

Miranda July, amarsi senza cadere a pezzi – intervista

Culture - Riccardo Conte 4.3.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24

Hai già letto
queste storie?

Carmen Madonia in 'Something You Said Last Night' (2022)

Something You Said Last Night, e la banale quotidianità di una millennial trans

Cinema - Riccardo Conte 6.1.24
elia bonci papa francesco

Elia Bonci attivista transgender attacca Papa Francesco: “con le tue parole mi ci pulisco il c…”

News - Redazione Milano 9.11.23
Brianna Ghey con Esther gay (gay times)

La mamma di Brianna Ghey lancia una campagna per supportare la salute mentale dellə ragazzə

News - Redazione Milano 8.9.23
uomini-transgender-gravidanza

Uomini transgender e gravidanza, perché parlare di rischi? Parola al dottor Converti, presidente di Amigay

News - Francesca Di Feo 24.1.24
alfortville arrestato 14enne bullo che insultava 15enne transgender

I suicidi delle persone transgender sono omicidi di Stato

News - Redazione Milano 7.11.23
Hunter Schafer di Euphoria e il ruolo della depressione nella sua transizione - Hunter Schafer - Gay.it

Hunter Schafer di Euphoria e il ruolo della depressione nella sua transizione

News - Federico Boni 14.9.23
messico-violenza-persone-trans

Messico, è un massacro: quattro gli omicidi di persone trans documentati dall’inizio dell’anno

News - Francesca Di Feo 18.1.24
transgender Harli Marten su Unsplash

Pazienti trans e gender diverse: le 10 Raccomandazioni Assisi per un’oncologia più inclusiva

Corpi - Francesca Di Feo 21.10.23