Asti Pride: prima parata per la città piemontese

Sabato 6 luglio ci sarà anche Asti a festeggiare. Innumerevoli i commenti omofobi che hanno accompagnato l'organizzazione della parata.

asti pride
2 min. di lettura

Per la prima volta, la città di Asti ospiterà il suo gay pride. Organizzato per sabato 6 luglio, sono attese 4.000 persone e l’appuntamento è fissato alle ore 16:00 da piazza Campo del Palio. L’organizzazione dell’Asti Pride però non è stata facile. Nonostante il benestare del Comune che ha dato il patrocinio, sono stati infiniti i commenti di stampo omofobo che hanno investito la manifestazione. Lo sa bene Patrizio Onori, uno degli organizzatori della parata, il quale ha spiegato che:

gli insulti e le manifestazioni di intolleranza ci pongono davanti a due sentimenti contrastanti. Da una parte ci dispiace l’odio che viene riversato sui social, dall’altra la stessa intolleranza ci sprona a continuare il percorso fatto. 

Ma gli insulti hanno un risvolto positivo, almeno in parte. Quando una persona, estranea alla comunità LGBT+, si chiede perché organizzare un pride, mostrare le offese ricevute sono la migliore risposta che si può dare.

L’obiettivo dell’Asti Pride

Patrizio Onori, spiega che l’Asti Pride sarà anche una manifestazione dalla connotazione politica, perché le 4.000 persone attese marceranno per dei diritti oggi negati ma garantiti dalla nostra Costituzione. Il pride difatti chiede

un pieno riconoscimento di quanto previsto agli articoli 2 e 3 della Costituzione. Non siamo partitici, ma se ci saranno messaggi contro alcuni esponenti dell’attuale panorama politico è perché sono nostri avversari per quanto riguarda i riconoscimenti dei nostri diritti. All’epoca ci battemmo anche contro la senatrice Binetti, del PD. 

Dalla parte del pride anche Giovanni Boccia, presidente del Consiglio Comunale di Asti, il quale appoggia la manifestazione nonostante non condivida alcune sigle che saranno presenti. Il presidente Boccia, in una lettera inviata al direttore di Atnews.it, condivide e sostiene il patrocinio del Comune, oltre a un personale appoggio alla manifestazione, critica i “leoni da tastiera” che da dietro uno schermo di un computer o di uno smartphone hanno lanciato commenti indicibili sull’appuntamento di sabato, come già reso noto.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

"La Nostra Raffaella", sabato sera su Rai1 il tributo alla leggendaria Carrà. Lo spot (video) - La Nostra Raffaella spot - Gay.it

“La Nostra Raffaella”, sabato sera su Rai1 il tributo alla leggendaria Carrà. Lo spot (video)

Culture - Redazione 21.5.24
daniel craig queer guadagnino

Queer: “È fantastico, dura 3 ore e sarà a Venezia”. Luca Guadagnino: “È il film che avevo in testa da 35 anni”

News - Redazione 20.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d'America (VIDEO) - Queer Planet Official Trailer - Gay.it

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d’America (VIDEO)

News - Redazione 21.5.24

Continua a leggere