Radio Globo, lo speaker Federico De La Vallée fa coming out in diretta: ‘sono una trav’ – AUDIO

‘Vi presento l’altra me: Alessia Simonetti’. Così lo speaker Federico De La Vallée ha fatto coming out in diretta radio.

Durante la diretta di questa mattina nel corso della trasmissione Morning Show, su Radio Globo, lo speaker conduttore Federico De La Vallée ha deciso di fare coming outdopo 30 anni di silenzio e sofferenze.

“Sono una trav e l’ho tenuto nascosto per 30 anni. L’ho fatto in diretta radiofonica per dimostrare che tutti possono farlo. Vi presento l’altra me: Alessia Simonetti. Ho deciso di dirlo a tutti per dimostrare che si può fare, per 30 anni questa persona, e mi riferisco a lei come se fosse una sorella, mi ha salvato la vita. L’errore più grosso è stato quello di non parlarne mai con nessuno. Se qualcuno si avvicinava troppo, io mi allontanavo e andavo via.”

Il conduttore, da quattro anni al Morning Show di Radio Globo, ha poi raccontato di non essere riuscito a tenersi stretto un posto di lavoro per più di due anni. Nel momento in cui cresceva la confidenza sul posto di lavoro, andava via per paura che la sua situazione venisse svelata.

“Ho vissuto una doppia vita fin da piccolo. Due persone diverse, con due pensieri diversi, due caratteri diversi. Due modi completamente differenti di vedere il mondo. Quattro anni fa ho assunto la consapevolezza che questa fosse una perversione. Alessia Simonetti ha molta cura della sua femminilità. Io sono una trav, ma questa è solo una condizione tra le tante che esistono. Io per esempio ho cominciato a comprare i vestiti di Alessia quando avevo 17 anni, ma poi buttavo via tutto. Da quando invece ho deciso di affrontare questa realtà, da Alessia ho conosciuto un mondo davvero vasto e variegato.”

Radio Globo, lo scorso anno finita nella bufera per dei commenti omofobi di Roberto Marchetti, torna così a far parlare di sè ma per un coming out ‘interno’.

Alcuni anni fa, mentre ero al secondo anno del Morning Show, ho avuto un compagno per sei mesi“, ha continuato lo speaker Federico. “Questa doppia vita ha devastato il nostro rapporto perché avevo paura di uscire rischiando di essere riconosciuto per ‘colpa’ della radio. Per questo motivo avevo deciso di lasciare il lavoro. Più aumentava la notorietà di Federico, più volevo andare via. Ho sbagliato a separare le due personalità. Al SAIFIP del Forlanini mi stanno insegnando invece ad unirle. Quando ti nascondi e vuoi conoscere gente, devi per forza di cose rivolgerti a siti molto particolari. E vi garantisco che questi siti sono frequentati per lo più da pervertiti. In questo modo non ci può essere amore, ma solo incontri di sesso fugaci. Voglio essere libero invece di conoscere persone nuove anche in strada. Esci di casa la mattina e sai già che dovrai recitare una parte. Sai già che ci sarà un copione da rispettare. Tra la gente sei un attore con un continuo controllo di sé stesso. Solo tra le mura di casa inizia davvero la tua vita. La disforia di genere, a cui potrei essere soggetto, è indipendente dall’orientamento sessuale e non va confuso con esso: infatti le donne e gli uomini transessuali possono avere qualsiasi orientamento sessuale e sentimentale, ad esempio possono essere eterosessuali, omosessuali, bisessuali o asessuali.