Croazia, attivista LGBT denuncia il suo Paese alla Corte Europea dei Diritti Umani: “Voglio più tolleranza”

"Non mi interessa il risarcimento, voglio solo che le forze dell'ordine svolgano il proprio lavoro in modo dignitoso".

Croazia, attivista LGBT denuncia il suo Paese alla Corte Europea dei Diritti Umani: "Voglio più tolleranza" - ante beus 1 - Gay.it
2 min. di lettura

Tre anni di aggressioni, minacce e momenti di paura lo hanno convinto a denunciare il suo Paese alla Corte Europea di Strasburgo per i Diritti Umani: questa la storia di Ante Beus.

Ante lavora come contabile a Spalato, in Croazia: omosessuale e da tempo impegnato come attivista per la comunità LGBT, i suoi problemi – come raccontato al quotidiano nazionale Slobodna Dalmacija – sono iniziati nel 2013, dopo aver organizzato il Gay Pride a Spalato. Pochi giorni dopo l’uomo è stato inseguito da una quindicina di persone mentre camminava assieme ad un’altra partecipante vista alla manifestazione: “Siamo stati rincorsi per diverse centinaia di metri da un gruppo di scalmanati, urlavano che ci avrebbero uccisi. Quando siamo arrivati nel quartiere in cui abito siamo riusciti a seminarli e ci siamo nascosti a casa mia, chiamando la polizia”. Gli agenti sono arrivati, ma con fare sbrigativo hanno steso un verbale e se ne sono andati.

Croazia, attivista LGBT denuncia il suo Paese alla Corte Europea dei Diritti Umani: "Voglio più tolleranza" - ante beus 2 - Gay.it

Dopo il sopralluogo degli agenti gli aggressori sono riusciti ad individuare l’indirizzo dell’uomo: nel giro di poco gli attacchi si sono moltiplicati e si sono verificati anche tentativi di intrusione nel suo alloggio. In un’altra occasione Ante e un suo amico sono stati aggrediti a calci e pugni da un gruppo in un bar: la polizia ha denunciato solo tre uomini, il tribunale ne ha condannato uno a qualche ora di lavoro socialmente utile. La Questura di Spalato, in seguito, ha diffuso un comunicato asserendo di aver “compiuto errori tattici nel corso degli interventi, che però non hanno impedito alla polizia di individuare i colpevoli delle aggressioni e di denunciarli”.

Croazia, attivista LGBT denuncia il suo Paese alla Corte Europea dei Diritti Umani: "Voglio più tolleranza" - ante beus 3 - Gay.it

Nella denuncia presentata a Strasburgo contro la Croazia si rileva che negli episodi in questione sono stati violati diversi articoli della Convenzione europea sui diritti dell’uomo in fatto di indagini, processi, discriminazione sessuale e diritto alla vita privata e familiare. Ante Beus ha le idee chiare: “Non mi interessa alcun risarcimento, voglio solo che le forze dell’ordine comincino a svolgere il proprio lavoro in modo dignitoso e giusto. Voglio che nella società croata ci sia più tolleranza e meno violenza”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Giovanni Di Colere 20.5.17 - 20:57

Ho due amici che hanno smesso di andare in campeggio in Croazia neanche coi turisti sono civili. C'è molta omofobia sono molto cattolici intolleranti. Un collega è croato e mi ha detto che non tornerà più là.

Trending

Maria De Filippi e Amadeus, Festival di Sanremo

“Festival di Sanremo” cercasi: su Canale 5 arriva “Amici-Verissimo”, sul Nove “Suzuki Music Party”

Culture - Luca Diana 18.7.24
Chi è Noah Williams, il tuffatore con OnlyFans che affiancherà Tom Daley alle Olimpiadi di Parigi del 2024 - Chi e Noah Williams il tuffatore che affianchera Tom Daley alle Olimpiadi di Parigi del 2024 - Gay.it

Chi è Noah Williams, il tuffatore con OnlyFans che affiancherà Tom Daley alle Olimpiadi di Parigi del 2024

Corpi - Redazione 19.7.24
Annalisa parla di un Nuovo Album

Annalisa si prepara per un nuovo album: “Voglio invitare un po’ di colleghi”

Musica - Emanuele Corbo 19.7.24
Katy Perry video

“Ho visto le stelle”: tutte pazze per il vibratore di Katy Perry (un po’ meno per il suo singolo)

Musica - Emanuele Corbo 19.7.24
Roma, pestaggio choc a coppia gay. Frustate, calci e pugni. Lo sconvolgente video. "Appello per riconoscere gli aggressori" - Roma pestaggio choc a coppia gay. Frustate e pugni. Lo sconvolgente video - Gay.it

Roma, pestaggio choc a coppia gay. Frustate, calci e pugni. Lo sconvolgente video. “Appello per riconoscere gli aggressori”

News - Redazione 19.7.24
Vladimir Luxuria Isola dei Famosi 2024

Palinsesti Mediaset 2024/2025. Vladimir Luxuria non condurrà più l’Isola dei Famosi. Verissimo incontra Amici

Culture - Redazione 17.7.24

Hai già letto
queste storie?

Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli - Matteo B Bianchi3 - Gay.it

Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli

Culture - Federico Colombo 22.6.24
Poliziotto costretto ad esami psichiatrici per verificare se fosse gay, il Tar condanna il ministero - carcere - Gay.it

Poliziotto costretto ad esami psichiatrici per verificare se fosse gay, il Tar condanna il ministero

News - Redazione 18.4.24
Fabrizio Benetti Schio Elezioni Comunali 2024 - MaiMa LGBTI

“Garantire trascrizione dei figli di coppie omogenitoriali” Fabrizio Benetti di Maima e la sua candidatura a Schio

News - Gay.it 4.6.24
world-speech-day-lgbtqia-firenze

Il World Speech Day il 15 marzo a Firenze dà voce alle esperienze reali della comunità LGBTQIA+

Culture - Francesca Di Feo 11.3.24
Vittorio Menozzi, Federico Massaro e Stefano Miele, Grande Fratello

Grande Fratello, le parole di Stefano Miele suscitano polemiche: “Secondo me Federico è gay”

Culture - Luca Diana 22.1.24
Milena Cannavacciuolo, chiuso il crowdfunding. Raccolti 61.717 euro. "Grazie per l'amore corrisposto" - Milena Cannavacciuolo - Gay.it

Milena Cannavacciuolo, chiuso il crowdfunding. Raccolti 61.717 euro. “Grazie per l’amore corrisposto”

News - Redazione 8.4.24
Disinformazione e Comunita LGBTIAQ - Distortə, la conferenza organizzata a Roma da EDGE e GayNet

Qual è l’impatto della disinformazione sulla vita delle persone LGBTIAQ+?

Culture - Francesca Di Feo 5.4.24
Vitto Pascale replica alle dichiarazioni di Giuseppe Cruciani

Cruciani attacca Gay.it e la comunità LGBTI+: “Non esiste”. La risposta di Vitto è stupenda e per il nostro direttore quelle parole…

Culture - Emanuele Corbo 11.6.24