Detenuti gay insultati e pestati: causa milionaria contro la prigione di San Bernardino

Una discriminazione senza precedenti per i detenuti apertamente gay.

detenuti gay
2 min. di lettura

Un’indagine ha ripercorso 6 anni di storia della prigione della contea di San Berdardino, ottenendo la testimonianza di oltre 600 detenuti gay.

Picchiati e discriminati sia dagli altri detenuti che dagli stessi agenti della polizia penitenziaria. Questo è quello che accadeva ogni giorno a decine di detenuti gay, e che hanno deciso di denunciare le umiliazioni e il dolore subiti. Una causa milionaria, che presto verrà confermata da un giudice federale e che costringerà il carcere della contea a risarcire le vittime con un milione di dollari, che saranno divisi equamente tra gli ex detenuti.

Il racconto delle vittime parla di un trattamento diverso per i detenuti gay dichiarati: questi si sono visti privare dei diritti inalienabili garantiti agli altri prigionieri. Dovevano stare 23 ore in isolamento, avendo solamente un’ora per lavarsi, fare la telefonata che spetta di diritto o guardare la televisione. A differenza degli altri, non avevano accesso a percorsi di formazione per imparare un mestiere che li avrebbero reinseriti nel mercato del lavoro, una volta scontata la loro pena, né a terapie di riabilitazione per i tossicodipendenti o in generale a programmi per il rientro nella comunità. 

L’isolamento dei detenuti gay era necessario per la loro sicurezza

Sconvolgenti le scuse dei secondini, che hanno cercato di spiegare che l’isolamento dei detenuti era per la loro sicurezza. Una sicurezza che comunque non è mai stata garantita, perché le vittime venivano picchiate e offese dai compagni di cella e dalle stesse guardie carcerarie.

Le persone transgender in gran parte dei penitenziari purtroppo ricevono trattamenti simili. Senza un apparente motivo, il più delle volte vengono messe in isolamento, sempre con la scusa di una loro protezione. Ma l’isolamento dura mesi, se non anni.

È di gennaio la notizia di un uomo apertamente gay detenuto nel Colorado che, dopo le minacce da parte di un altro detenuto, ha tentato di denunciare il fatto alla polizia penitenziaria. I due a quel punto sono stati (volutamente?) messi nella stessa cella, dove l’uomo è stato picchiato e violentato. Solo le ultime lesioni al retto e in altre parti del corpo e la denuncia del fatto a un avvocato hanno finalmente suscitato la reazione della direzione del penitenziario, che ha dovuto giustamente risarcire la vittima.

Credits: Thailandia Now

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d'America (VIDEO) - Queer Planet Official Trailer - Gay.it

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d’America (VIDEO)

News - Redazione 21.5.24
Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Ipocriti, scrivevano quanto fossi grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Ipocriti, scrivevano quanto fossi grassa”

Culture - Redazione 22.5.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

studio-persone-transgender-gender-non-conforming

Le terapie di affermazione di genere migliorano la qualità della vita del 98% delle persone transgender e gender non conforming

Corpi - Francesca Di Feo 27.2.24
Jill Biden in difesa dei diritti LGBTQIA+. "I repubblicani vogliono che abbiate paura, non glielo permetteremo" (VIDEO) - Jill Biden - Gay.it

Jill Biden in difesa dei diritti LGBTQIA+. “I repubblicani vogliono che abbiate paura, non glielo permetteremo” (VIDEO)

News - Federico Boni 25.3.24
Arte e queerness: intervista a Elisabetta Roncati - Sessp 10 - Gay.it

Arte e queerness: intervista a Elisabetta Roncati

Culture - Federico Colombo 29.12.23
Boise Pride Festival Drag Show Gay.it

Università USA vieta gli spettacoli drag e gli studenti si appellano alla Corte Suprema

News - Redazione 6.3.24
furry gay SiegedSec

Si firmano “furry gay” e vogliono “ragazze gatto”: hacker attaccano il più grande laboratorio nucleare al mondo

News - Redazione Milano 24.11.23
Nex Benedict Gay.it

Nex Benedict uccisə dalla transfobia, spunta il video delle sue ultime parole alla polizia in ospedale

News - Redazione Milano 27.2.24
Giocattoli gender neutral

Finalmente arriva la sezione per giocattoli gender neutral

News - Redazione Milano 4.1.24
terapie di conversione terapie riparative

Negli USA oltre 1.300 “terapisti della conversione” torturano ancora le persone LGBT+, nonostante i divieti

News - Federico Boni 15.12.23