Dubai, l’odissea di Jamie: tre anni di carcere per aver sfiorato un uomo in un pub

L'arresto è scattato per pubblica indecenza.

Dubai, l'odissea di Jamie: tre anni di carcere per aver sfiorato un uomo in un pub - dubai 1 - Gay.it
< 1 min. di lettura

Condannato a tre anni di galera per aver osato sfiorare un uomo in un affollato bar di Dubai: l’episodio risale al 15 luglio, ma solo nelle ultime ore sta rimbalzando su tutti i media britannici.

Lo scozzese Jamie Harron, 27 anni, si trovava a Dubai per una gita di un weekend (lavora in Afghanistan), quando ha appoggiato una mano sulla spalla di uno sconosciuto per farsi spazio tra i presenti senza rovesciare il bicchiere che aveva in mano. Denunciato, è stato rintracciato dalla polizia e arrestato per pubblica indecenza: cinque giorni in carcere, ad Al Barsha, poi il rilascio previo ritiro dei documenti.

Dubai, l'odissea di Jamie: tre anni di carcere per aver sfiorato un uomo in un pub - dubai 2 - Gay.it

Successivamente Jamie ha speso 30.000 sterline per le spese legali. Ma non è il primo caso che balza agli onori della cronaca: già lo scorso anno la modella Gigi Gorgeous fu arrestata all’aeroporto di Dubai perché transgender.

Dubai, l'odissea di Jamie: tre anni di carcere per aver sfiorato un uomo in un pub - dubai 3 - Gay.it

L’articolo 177 del Codice Penale di Dubai prevede fino a dieci anni di carcere per atti sessuali tra persone dello stesso sesso.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Jezekael 9.10.17 - 19:28

Scusate, mi rendo conto che i paesi islamici abbiano un concetto di morale un po' diversa rispetto ai paesi occidentali, ma che una persona venga accusata e arrestata per oltraggio al pudore perchè avrebbe "appoggiato una mano sulla spalla di uno sconosciuto per farsi spazio tra i presenti senza rovesciare il bicchiere che aveva in mano" non è qualcosa di realistico. Anzi è davvero una cazzata gigantesca. Nemmeno un idiota potrebbe credere a una notizia del genere.

Avatar
Giovanni Di Colere 9.10.17 - 17:21

Avevo letto della storia sul Guardian. Pensare che quando promuovono la vendita di appartamenti a Dubai lo spacciano per un Paese moderato. Dove ci sono arabi islamici non esistono libertà diritti umani e democrazia. Sono regimi dittatoriali teocratici omofobi misogini.

    Avatar
    Jezekael 9.10.17 - 19:38

    A me fate paura voi ingenui che credete a tutte le cose che leggete sui giornali. Io a Dubai ci sono stato e non esiste al mondo che una persona venga arrestata e condannata a 3 anni di carcere per avere inavvertitamente toccato la spalla di un'altra persona. E' evidente che i motivi dell'arresto siano ben diversi da quello che hanno raccontato i giornali americani, tra l'altro da quelle parti ci vanno con i piedi di piombo quando si tratta di incriminare un cittadino straniero, dato che vivono di turismo e di affari con i paesi occidentali.

      Avatar
      Giovanni Di Colere 10.10.17 - 21:03

      Ma guardi io a Dubai ci sono pure stato per lavoro più volte e conosvo la situazione hanno arrestato gente solo per avrr girato in costume fuori dalle spiaggia. Si informi Lei è uno svontro che prosegue da anni tra gli operatori turistici ed economico e il regime politico religioso islamico tradizionalista. E poi non so chi siano questi "voi" a cui Lei si rivolge. Io parlo di ciò che conosco e parlo di me.

        Avatar
        Jezekael 10.10.17 - 22:57

        girare in costume da bagno fuori dalle spiagge non è la stessa cosa di "appoggiare una mano sulla spalla di uno sconosciuto per farsi spazio tra i presenti senza rovesciare il bicchiere che si tiene in mano". Inoltre si parla di una condanna a tre anni di reclusione, ora non so tu, lei (o preferite che vi dia del voi?) ma soltanto una persona in malafede o estremamente stupida potrebbe davvero pensare che negli Emirati Arabi si possa rischiare di finire in cella e marcirci per tre anni per aver inavvertitamente toccato la spalla di una persona. E' una cosa che non sta né in cielo né in terra, se quell'individuo è stato arrestato ci saranno altri motivi, mi sembra ovvio.

          Avatar
          Giovanni Di Colere 11.10.17 - 19:53

          Non capisco cosa c'entri la Sua risposta con la mia. Comunque si informi meglio sul non stato di diritto in Dubai gli abusi dell'autorità religiosa e giuridica sono noti e i diritti umani inesistenti. Basta informarsi.

          Avatar
          Jezekael 11.10.17 - 22:25

          Secondo me tu, lei, voi a Dubai non ci hai, ha, avete mai messo piede. Il fatto che gli EAU non siano un paese democratico non significa che si possa rischiare di essere arrestati e condannati a 3 anni di carcere per aver toccato inavvertitamente la spalla di un'altra persona. Tra l'altro la legge coranica è applicata soltanto ai musulmani residenti e soltanto per quanto riguarda alcuni ambiti. Gli stranieri rischiano il carcere o la deportazione soltanto in caso di reati gravi, ma sicuramente non si rischiano 3 anni di carcere per ciò che viene raccontato in questo articolo. E infatti leggendo articoli in inglese si scopre che la spalla in realtà sono i fianchi e che non c'è stata alcuna condanna a 3 anni, ma quella è la pena massima per le molestie nell'Emirato di Dubai.

          Avatar
          Giovanni Di Colere 12.10.17 - 18:23

          Parli con avvocati che Le spiegano come funziona il diritto penale e che a Dubai considera l'omosessualità reato quindi per chiunque.

Trending

Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24

Leggere fa bene

L'età dell'Ira, la nuova serie con Manu Rios tra omofobia e accettazione arriva su RaiPlay - leta dellira - Gay.it

L’età dell’Ira, la nuova serie con Manu Rios tra omofobia e accettazione arriva su RaiPlay

News - Redazione 14.5.24
Roccella e Meloni: "Ci sono le femmine e ci sono i maschi. No teoria gender nelle scuole. GPA disumana" - Giorgia Meloni e Eugenia Roccella - Gay.it

Roccella e Meloni: “Ci sono le femmine e ci sono i maschi. No teoria gender nelle scuole. GPA disumana”

News - Redazione 20.5.24
Siviglia, il nuovo Gesù che promuove la Pasqua scatena gli ultracattolici di destra: "É effeminato e sexy" - Siviglia il sexy Gesu che promuove la Pasqua scatena gli ultracattolici di destra 1 - Gay.it

Siviglia, il nuovo Gesù che promuove la Pasqua scatena gli ultracattolici di destra: “É effeminato e sexy”

News - Redazione 31.1.24
ghana-disegno-di-legge-anti-lgbt-approvazione-marzo

Ghana, lo spietato disegno di legge anti-LGBTQIA+ verso l’approvazione a marzo

News - Francesca Di Feo 23.2.24
Drag Race Italia via da Paramount+. Ma ci sarà una 4a stagione? - Drag Race Italia 3 - Gay.it

Drag Race Italia via da Paramount+. Ma ci sarà una 4a stagione?

News - Redazione 4.4.24
modena pride 2024, sabato 25 maggio

Modena Pride 2024: sabato 25 maggio

News - Redazione 17.3.24
Francesco Cicconetti, l'Università di Urbino gli riconosce l'identità di genere anche sul diploma - Francesco Cicconetti - Gay.it

Francesco Cicconetti, l’Università di Urbino gli riconosce l’identità di genere anche sul diploma

News - Redazione 17.5.24
x-politiche-deadnaming-misgendering

X reintroduce le politiche di moderazione contro deadnaming e misgendering

News - Francesca Di Feo 6.3.24