La scuola gli aveva vietato di usare il bagno per uomini, ragazzo trans ottiene 1,3 milioni di dollari di risarcimento

"La discriminazione è una costosa battaglia persa", ha commentato il 22enne dopo 5 anni di tribunali.

La scuola gli aveva vietato di usare il bagno per uomini, ragazzo trans ottiene 1,3 milioni di dollari di risarcimento - gavin grimm 3 - Gay.it
2 min. di lettura

Dopo 7 anni di battaglie legali, Gavin Grimm ha ottenuto un risarcimento di 1,3 milioni di dollari dal consiglio scolastico che lo ha discriminato. Ma andiamo con ordine. Nel 2014, quando aveva appena 7 anni, Gavin era uno studente adolescente trans alla Gloucester High School. Fatto coming out, al 2° anno iniziò ad utilizzare i bagni per ragazzi, avendo intrapreso una terapia ormonale, avendo aspetto e identità maschili. Dopo sette settimane il Consiglio d’Istituto della scuola emanò un provvedimento secondo il quale gli studenti avrebbero dovuto usare i bagni corrispondenti al loro “sesso biologico“, forzando i ragazzini transgender ad utilizzare un bagno “unisex”, separato dagli altri. I genitori di Gavin denunciarono il Consiglio d’Istituto alla Corte d’Appello, arrivando fino alla Corte Suprema, al centro di un dibattito nazionale sul diritto stesso di esistere delle persone trans, reso necessario in piena presidenza Donald Trump.

Rappresentato dall’ACLU e dall’ACLU della Virginia, Grimm sostenne che la politica del consiglio andasse contro il Titolo IX, una legge sui diritti civili che proibisce la discriminazione basata sul sesso. Nel 2019 un tribunale federale ha stabilito che il divieto del consiglio scolastico fosse effettivamente discriminatorio. Decisione confermata dalla Corte d’Appello nel 2020. A inizio 2021, poi, la Corte Suprema ha negato un ricorso al consiglio scolastico. Ora, nella giornata di ieri, l’American Civil Liberties Union (ACLU) ha annunciato che il consiglio scolastico della contea di Gloucester è stato condannato a pagare più di 1,3 milioni di dollari a Grimm, portando il suo caso alla sua risoluzione.

Josh Block, avvocato senior dell’ACLU LGBTQ and HIV Project, ha dichiarato in una nota: “Siamo lieti che questo lungo contenzioso sia finalmente finito e che Gavin sia stato pienamente appoggiato dai tribunali. Dopo un anno in cui le legislazioni statali hanno introdotto un numero senza precedenti di leggi rivolte ai giovani trans, speriamo che altri consigli scolastici e legislatori si possano prendere pausa, prima di usare la discriminazione per ottenere consenso politico“.

Gavin Grimm, che ora ha 22 anni, ha aggiunto: “Piuttosto che consentire a un bambino un accesso paritario a un ambiente scolastico sicuro, il consiglio scolastico di Gloucester ha deciso di combattere questo bambino per cinque anni in una costosa battaglia legale che hanno perso. Spero che questo risultato invii un messaggio forte agli altri sistemi scolastici, che la discriminazione è una costosa battaglia persa“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Sergio Mattarella 17 maggio giornata internazionale contro omofobia transfobia bifobia

17 maggio, Mattarella contro l’omobitransfobia: “Non è possibile accettare di rassegnarsi alla brutalità”

News - Redazione 17.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Nemo The Code significato e come è nata

Nemo, il magnifico testo non binario di “The Code” è nato così: ecco cosa racconta davvero

Musica - Mandalina Di Biase 13.5.24
Francesco Cicconetti, l'Università di Urbino gli riconosce l'identità di genere anche sul diploma - Francesco Cicconetti - Gay.it

Francesco Cicconetti, l’Università di Urbino gli riconosce l’identità di genere anche sul diploma

News - Redazione 17.5.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Trace Lysette (ELLE)

Con o senza Oscar, Trace Lysette ha già vinto per la comunità trans*

Cinema - Redazione Milano 5.1.24
transgender allattamento seno

Le mamme transgender e i genitori AMAB possono allattare: lo dice la scienza

Corpi - Francesca Di Feo 22.2.24
Isobel Jeffrey si è sottoposta ad un intervento chirurgico di riassegnazione di genere a 80 anni - Isobel Jeffrey - Gay.it

Isobel Jeffrey si è sottoposta ad un intervento chirurgico di riassegnazione di genere a 80 anni

News - Redazione 24.11.23
"Orlando, my biographie politique", il manifesto trans di Paul B. Preciado arriva nei cinema d'Italia - Orlando my biographie politique 2 - Gay.it

“Orlando, my biographie politique”, il manifesto trans di Paul B. Preciado arriva nei cinema d’Italia

Cinema - Redazione 15.3.24
Elliot Page: "Hollywood è tossica. La comunità LGBTQIA+ non è una nicchia" - close to you 01 - Gay.it

Elliot Page: “Hollywood è tossica. La comunità LGBTQIA+ non è una nicchia”

Cinema - Redazione 19.3.24
Lino Guanciale in "Ho paura torero": un’occasione sprecata - Sessp 19 - Gay.it

Lino Guanciale in “Ho paura torero”: un’occasione sprecata

Culture - Federico Colombo 15.1.24
Jacob Elordi Frankestein Giullermo Del Toro

Jacob Elordi sarà Frankenstein nel 2024, cosa sappiamo del cult queer diretto da Guillermo Del Toro.

Cinema - Redazione Milano 8.1.24
The Dads, 5 padri di figliə trans si raccontano nell'America transfobica di oggi - The Dads - Gay.it

The Dads, 5 padri di figliə trans si raccontano nell’America transfobica di oggi

Serie Tv - Redazione 23.11.23