Suggestivo shooting per la cover-story di Vogue Homme Japan. Tre pagine di stravaganti e bellissimi Bondage Warriors firmati da Steven Klein, già fotografo del calendario Dieux du Stade 2008″

Suggestivo shooting per la cover-story di Vogue Homme Japan. Tre pagine di stravaganti e bellissimi Bondage Warriors firmati da Steven Klein, già fotografo del calendario Dieux du Stade 2008″

Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan 1/12 Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan
Foto 1 - Suggestivo shooting per la cover-story di Vogue Homme Japan. Tre pagine di stravaganti e bellissimi Bondage Warriors firmati da Steven Klein, già fotografo del calendario Dieux du Stade 2008"
Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan 2/12 Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan
Foto 2 - Suggestivo shooting per la cover-story di Vogue Homme Japan. Tre pagine di stravaganti e bellissimi Bondage Warriors firmati da Steven Klein, già fotografo del calendario Dieux du Stade 2008"
Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan 3/12 Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan
Foto 3 - Suggestivo shooting per la cover-story di Vogue Homme Japan. Tre pagine di stravaganti e bellissimi Bondage Warriors firmati da Steven Klein, già fotografo del calendario Dieux du Stade 2008"
Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan 4/12 Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan
Foto 4 - Suggestivo shooting per la cover-story di Vogue Homme Japan. Tre pagine di stravaganti e bellissimi Bondage Warriors firmati da Steven Klein, già fotografo del calendario Dieux du Stade 2008"
Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan 5/12 Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan
Foto 5 - Suggestivo shooting per la cover-story di Vogue Homme Japan. Tre pagine di stravaganti e bellissimi Bondage Warriors firmati da Steven Klein, già fotografo del calendario Dieux du Stade 2008"
Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan 6/12 Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan
Foto 6 - Suggestivo shooting per la cover-story di Vogue Homme Japan. Tre pagine di stravaganti e bellissimi Bondage Warriors firmati da Steven Klein, già fotografo del calendario Dieux du Stade 2008"
Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan 7/12 Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan
Foto 7 - Suggestivo shooting per la cover-story di Vogue Homme Japan. Tre pagine di stravaganti e bellissimi Bondage Warriors firmati da Steven Klein, già fotografo del calendario Dieux du Stade 2008"
Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan 8/12 Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan
Foto 8 - Suggestivo shooting per la cover-story di Vogue Homme Japan. Tre pagine di stravaganti e bellissimi Bondage Warriors firmati da Steven Klein, già fotografo del calendario Dieux du Stade 2008"
Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan 9/12 Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan
Foto 9 - Suggestivo shooting per la cover-story di Vogue Homme Japan. Tre pagine di stravaganti e bellissimi Bondage Warriors firmati da Steven Klein, già fotografo del calendario Dieux du Stade 2008"
Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan 10/12 Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan
Foto 10 - Suggestivo shooting per la cover-story di Vogue Homme Japan. Tre pagine di stravaganti e bellissimi Bondage Warriors firmati da Steven Klein, già fotografo del calendario Dieux du Stade 2008"
Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan 11/12 Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan
Foto 11 - Suggestivo shooting per la cover-story di Vogue Homme Japan. Tre pagine di stravaganti e bellissimi Bondage Warriors firmati da Steven Klein, già fotografo del calendario Dieux du Stade 2008"
Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan 12/12 Guerrieri Bondage sulla cover di Vogue Japan
Foto 12 - Suggestivo shooting per la cover-story di Vogue Homme Japan. Tre pagine di stravaganti e bellissimi Bondage Warriors firmati da Steven Klein, già fotografo del calendario Dieux du Stade 2008"
Omofobia

Russia, l’indecente spot che attacca le famiglie arcobaleno – video

Uno spot vergognoso, ovviamente consentito a dispetto di tutti i Pride, i film e le serie con personaggi LGBT al loro interno, da anni vietati in Russia perché colpevoli di "propaganda gay". Sulla propaganda sfacciatamente omotransfobica, invece, nulla da obiettare.

di Federico Boni