IL PELO SUL CUORE

Dopo decenni di ecologismo, pomodori e uova marce alle prime teatrali, dichiarazioni di solidarietà ai piccoli amici pelosi, gli stilisti ci ripensano: le pellicce sono trendy, non solo per la signora danarosa, ma anche per il machetto di stile.

IL PELO SUL CUORE - 0259 cavalli20001.jpg - Gay.it
3 min. di lettura
IL PELO SUL CUORE - 0259 cavalli20002.jpg - Gay.it

Dopo decenni di ecologismo, pomodori e uova marce alle prime teatrali, dichiarazioni di solidarietà ai piccoli amici pelosi, gli stilisti ci ripensano: le pellicce sono trendy, non solo per la signora danarosa, ma anche per il machetto di stile. Suscitò stupore nei primi anni novanta l’uscita di Alberto Tomba, intervistato al Tg, coperto di una lunghissima pelliccia di visone chiaro. Intemperanza di un giovane carabiniere. Presto dimenticata.

Con le ultime sfilate autunno – inverno, invece, si benedicono le camere a gas per i visoni, gli sgozzamenti delle volpi rosse e quant’altro occorrer possa. Tutto per ottenere pelli di animali dalla carne assolutamente non utilizzabile nel mercato alimentare.

E poco importa se solo qualche anno prima ci si era dichiarati a favore delle pelli ecologiche, così divertenti nei loro pazzi colori, così riconoscibili nelle loro improbabili dimensioni.

Necessità del lusso più superfluo. Necessità di esibire il benessere più opulento. Che non c’è. Perché tutto questo fa parte dei corsi e ricorsi storici: in un momento di grande crisi, ci si obnubila la vista con l’illusione della ricchezza che non si ha, o non si ha più.

IL PELO SUL CUORE - 0259 giglipelliccia - Gay.it

Il tardo impero romano, Eliogabalo regnava nello sfarzo, cambiando il colore delle proprie mense ad ogni stagione, mentre nella città i Centurioni cospiravano per la sua eliminazione.

Alle soglie della rivoluzione francese, con Luigi XVI, si consumavano l’equivalente di miliardi in cera d’api per illuminare i ricevimenti a Versailles.

Anche lo Zar e la sua corte continuarono a pasteggiare a champagne, fino alla rivoluzione d’ottobre.

Per fortuna e tranquillità, nel 2000, nei paesi del G7, la più pericolosa rivoluzione che ci si può prospettare sarebbe, al massimo, un virus – killer che blocchi per 45 minuti i computer a Silicon Valley.

Ciò non toglie che, dopo gli anni del minimalismo, siamo vittime di un’ondata d’ eleganza da nuveaux riches che non ci possiamo più permettere, eccezion fatta per qualche miracolato delle nuove professioni informatiche. Ma poco importa se la stragrande maggioranza non possiede cinque milioni da investire in un giacchino dal pelo caldo. La moda sembra tornare appannaggio delle minoranze.

Quindi avanti con le volpi argentate di Cavalli, i colli di astrakan di Gigli, il castoro di Krizia.

Non basta ingolosire un pubblico femminile da sempre affascinato dalla pelliccia – status symbol, occorre allargare il mercato al pubblico maschile, solleticarlo in una vanità troppo a lungo mortificata in nome di una forzata sobrietà.

“Pellicce, pellicce, pellicce, lunghe, corte, ….così esclusive da rendere la donna che veste Cavalli invidiosa”, così recita il comunicato stampa per le sfilate autunno – inverno 2000/2001 della griffe più in voga ( e in Vogue) del momento.

Naturalmente esistono rimedi a questo male. Le pelli ecologiche di Elio Fiorucci, voce, da sempre, fuori dal coro. Le nuove tecnologie dei giubbotti in gore – tex, buoni da indossare sia sui jeans, che sul doppiopetto.

E, tanto per avere un reperto degli sfarzosi anni ’80, un salto in una bella boutique dell’usato a comprare un cappotto dal collo di pelliccia rigorosamente falsa, per ricordarci di quando eravamo animalisti un tempo.

di Paola Faggioli

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Raffaella Carrà - la sua casa a Via Nemea 21 a Roma è in vendita

La casa di Raffaella Carrà a Roma Nord è in vendita, ma nessuna piazza ha il suo nome

Musica - Mandalina Di Biase 11.4.24
Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: "Ti amo immensamente" - heartstopper bradley riches engagement - Gay.it

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: “Ti amo immensamente”

Culture - Redazione 11.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Ciao Maschio 2024, intervista alle Karma B: "Caro Salvini le facciamo questa domanda...." - Karma B Ciao Maschio 4 - Gay.it

Ciao Maschio 2024, intervista alle Karma B: “Caro Salvini le facciamo questa domanda….”

Culture - Federico Boni 12.4.24
Amadeus

Amadeus lascia la Rai e raggiunge Fazio sulla NOVE di Discovery

Culture - Mandalina Di Biase 10.4.24

Leggere fa bene

Noen Eubanks genz tiktok eboy

Noen Eubanks, chi è l’e-boy della GenZ che sbanca TikTok e piace alla moda

Lifestyle - Redazione Milano 8.12.23
Gabriele Esposito, Giuseppe Giofrè e Simone Susinna - Foto: Instagram

18 bollenti mutande indossate per Calvin Klein

Lifestyle - Luca Diana 5.1.24
OFFICIAL CROP_SHOT 5

Perché non smettiamo di pensare a Paul Mescal

Cinema - Redazione Milano 20.10.23
Kaiser Karl, Daniel Brühl è Karl Lagerfeld nella prima immagine ufficiale - Kaiser Karl - Gay.it

Kaiser Karl, Daniel Brühl è Karl Lagerfeld nella prima immagine ufficiale

Serie Tv - Redazione 12.1.24
aberrcrombie Mike Jeffries bbc

Giovani ragazzi ignari da sfruttare sessualmente: Mike Jeffries ex CEO di Abercrombie&Fitch accusato

News - Francesca Di Feo 16.10.23
Sabato De Sarno direttore creativo Gucci - foto @tyrellhampton + @federicociamei

Sabato De Sarno non vuole controllare le emozioni

Culture - Riccardo Conte 26.3.24
hermes-nicolas-peuch-adotta-tuttofare

Nicolas Peuch, erede di Hermès, adotta il suo tuttofare per lasciargli un patrimonio di 10 miliardi di euro

News - Francesca Di Feo 5.12.23
Mahmood inSAFE FROM HARM A FILM BY WILLY CHAVARRIA

Mahmood, il video integrale di Willy Chavarria designer di collezioni non binarie

Lifestyle - Mandalina Di Biase 13.2.24