Da porno attore gay a membro di un gruppo che si batte per bandire la pornografia

Markie More era un porno attore 26enne. Da alcuni mesi, ha aderito a "Fight The New Drug", un'associazione contro i film per adulti.

pornografia
2 min. di lettura

Markie More è un attore porno gay, che la settimana scorsa ha deciso di lasciare il mondo della pornografia per una strada completamente diversa da quella che ha seguito per 6 anni. Questa nuova strada si chiama “Fight The New Drug“, un’associazione no-profit che come obiettivo ha la lotta alla pornografia, etero o gay che sia. L’attore 26enne faceva parte della casa di produzione Next Door Studios, e sarebbe apparso in 131 film.

Con l’annuncio della settimana scorsa, Markie More ha informato i suoi fan che tra un mese i suoi account verranno disattivati. E spiega che ha fatto questa scelta in quanto non intende più promuovere un comportamento lussurioso e deviante. “La lussuria è un mostro e più lo nutri, più diventa affamato“, ha scritto, prima di chiudere sottolineando che ora sta cambiano in meglio. Almeno rispetto ai sei anni precedenti, che ha trascorso facendo il pornoattore.

Su Twitter, More ha anche condiviso alcuni post della sua associazione, riportando testimonianze anonime relative alla pornografia. Frasi del tipo “Ho assistito alla distruzione di numerose persone, amicizie, relazioni, famiglie, ecc” o “Fa molto più male che bene per le persone“. Fino a “Mi scuso sinceramente per averti ingannato“.

I dubbi sulla scelta di More e l’associazione contro la pornografia

A destare dubbi sulla decisione di Markie More però ci sarebbero anche altre motivazioni relative all’abbandono di Next Door Studios. E sono ben più serie e credibili rispetto alla lotta alla pornografia. Sono dei fatti avvenuti a dicembre dello scorso anno, dopo che More aveva accusato il vice presidente della casa di produzione Rocco Fallon di averlo minacciato di morte. Minacce confermate anche dal pornoattore Paul Canon, che a fine 2018 aveva lasciato la società per le stesse minacce ricevute.

L’associazione “Fight The New Drug” spiega invece che la pornografia è “una droga mortale che uccide tutto ciò che è umano in una relazione“. Per confermare questa teoria, cita anche degli studi che vede i pornoattori e coloro che guardano film per adulti come delle persone misogine, insoddisfatte dal punto di vista sessuale, depresse, con scarsa autostima e incapaci di provare dispiacere per le vittime di abusi. L’associazione, viste le sue battaglie, tende a classificare la pornografia come una “crisi della salute pubblica”, e si sta battendo affinché i film per adulti vengano banditi con una legge specifica.  

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
rubytuesday 19.1.21 - 21:18

stessa buffa parabola di Linda Lovelace ("Gola profonda"). Quando sui set porno non la volevano nemmeno per scopare, nel senso proprio di passare la scopa per terra tra una scena e l'altra, le si risvegliò lil senso morale e passò i suoi ultimi tristissimi anni come ospite e bandiera delle associazioni anti porno.Ma forse si trattava solo di assicurarsi un pasto al giorno.

Trending

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Angelina Mango Marco Mengoni

Angelina Mango ha in serbo una nuova canzone con Marco Mengoni e annuncia l’album “poké melodrama” (Anteprima Gay.it)

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
free willy, locali gay amsterdam

“Free Willy”, il nuovo locale queer ad Amsterdam dedicato agli amanti del nudismo

News - Redazione 19.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24

Leggere fa bene

Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l'assalto a Capitol Hill - Steven Miles - Gay.it

Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l’assalto a Capitol Hill

News - Redazione 20.2.24
Consumo di contenuti p0rn0 con persone trans nel mondo - dati forniti da Pornhub

L’Italia è la nazione che guarda più p0rn0 con persone trans*

News - Redazione Milano 20.4.24
Pornhub 2023, Italia nona al mondo. Crollo durante Sanremo. Ecco i pornodivi gay più ricercati - pornhub 2023 - Gay.it

Pornhub 2023, Italia nona al mondo. Crollo durante Sanremo. Ecco i pornodivi gay più ricercati

Corpi - Redazione 15.12.23
casa arcobaleno

Dipinge la casa arcobaleno per le sue figlie e per rispondere al vicino omofobo

News - Redazione Milano 27.11.23
Revenge porn, la legge italiana è un disastro, ecco perché - revengeporn - Gay.it

Revenge porn, la legge italiana è un disastro, ecco perché

News - Francesca Di Feo 7.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
10 curiosità dalle ricerche gay di Pornhub nel 2023: da Reno Gold a "twink", "femboy" e "ragazzi etero" - Reno Gold - Gay.it

10 curiosità dalle ricerche gay di Pornhub nel 2023: da Reno Gold a “twink”, “femboy” e “ragazzi etero”

Corpi - Redazione 15.12.23
CARY GRANT IN NORTH BY NORTHWEST

Ma quindi Cary Grant era gay o no? La figlia smentisce tutto

Cinema - Redazione Milano 12.12.23