“Meglio morto che gay”: 14enne ucciso dal padre omofobo

“Il padre odiava il fatto che suo figlio fosse omosessuale”.

Facebook Twitter Messenger Whatsapp

Uno straziante caso di omofobia sfociato in tragedia: nel Nevada (Usa) Giovanni Melton, 14 anni, è stato ucciso dal padre, Wendell Melton, 53enne, ex pilota dell’United Airlines. L’uomo gli ha sparato perché pare non riuscisse ad accettare l’idea di di avere un figlio omosessuale.

Il ragazzo non viveva con lui: Giovanni viveva a Las Vegas insieme al fratello. Il padre invece più volte è finito nei guai per possesso illegale di armi da fuoco e in passato pare avesse già manifestato la sua violenta insofferenza verso l’orientamento sessuale del ragazzo.

Giovanni è stato abusato fisicamente, mentalmente e spiritualmente per molti, molti anni” ha dichiarato la madre del ragazzo. “Il padre odiava il fatto che suo figlio fosse gay. Sono sicura che, nella sua mente, avrebbe preferito un figlio morto che un figlio gay”.

Già una volta, in passato, l’uomo aveva puntato una pistola contro Giovanni, dopo averlo trovato con un altro ragazzo. Giovedì scorso la tragedia, a cui è seguito l’immediato arresto dell’uomo. Spero che buttino via la chiave. Spero che non veda mai più la luce del giornoha commentato la madre.“E spero che ogni giorno, quando si guarderà allo specchio, vedrà il volto di suo figlio”.

Ti suggeriamo anche  73 anni fa nasceva Massimo Consoli: icona della storia LGBT italiana
Gossip

Mario Adinolfi sulle foto Pascale/Turci: “Povero Berlusconi, irriso a 80 anni da una lesbica” – è scontro con Vladimir Luxuria

Persino il quotidiano Libero ha parlato di "toni durissimi, inaccettabili, parole pesantissime". Secca la replica di Vladimir Luxuria.

di Federico Boni