Il più antico bar gay di Amsterdam a rischio fallimento: “Noi chiusi da mesi e IKEA no, perché?”

Nato nel 1978, lo Spijker Bar a rischio chiusura definitiva causa ripetuti lockdown da Covid-19. L'appello dei gestori, subentrati proprio a inizio pandemia.

Il più antico bar gay di Amsterdam a rischio fallimento: "Noi chiusi da mesi e IKEA no, perché?" - Spijker Bar - Gay.it
2 min. di lettura

Il più antico pub gay di Amsterdam, lo Spijker Bar, è stato rinominato IKEA per aumentare la consapevolezza delle difficoltà finanziarie affrontate dal settore della ristorazione nel pieno della pandemia, con lockdown a ripetizione, mentre i centri commerciali e le grandi catene hanno potuto continuare a lavorare. Almeno in Olanda.

I proprietari Steven Koudijs e Tomas Adamer hanno avuto la sfortuna di entrare in qualità di gestori dello Spijker Bar il 1 marzo del 2020. Due settimane è arrivato il primo lockdown da Coronavirus. Intervistati da PinkNews, hanno sottolineato come “il governo olandese ha deciso ieri (21 gennaio) che ci sarà una sorta di compensazione dell’affitto e dei costi del personale, da richiedere a partire da maggio 2021, compensando da gennaio 2021 in poi. È abbastanza tardi, siamo già chiusi da metà ottobre 2020. Siamo fiduciosi, tuttavia, che con l’aiuto della nostra comunità, saremo presto in grado di festeggiare”.

A causa della data in cui hanno assunto la proprietà del locale, non sono stati in grado di fornire al governo olandese dati relativi al fatturato del 2019, in modo da ottenere aiuti economici. Per sopravvivere hanno dato vita ad una raccolta fondi on line, con 16.000 euro ad oggi incassati e un obiettivo finale di 60.000 euro. Dovessero superarlo, doneranno i fondi rimanenti a un ente di beneficenza per l’AIDS.

I proprietari definiscono il bar come un “posto pazzo, accogliente e speciale“, e si augurano che possa “rimanere il posto speciale che è sempre stato, dal 1978“, anno della sua fondazione. Koudijs non ha un problema specifico con IKEA, ma quell’insegna è nata come pura e semplice provocazione. “Quando abbiamo messo il cartello, solo il settore dell’ospitalità era chiuso. Erano aperti grandi negozi come IKEA, con numerosi clienti senza alcuna distanza. Se un lockdown funziona, deve essere applicato a tutti.”

Lo Spijker Bar ha riaperto da giugno a ottobre 2020, ma con una capacità ridotta di soli 20 a 25 ospiti. Il comune di Amsterdam ha autorizzato il bar ad ampliare la propria terrazza all’aperto per compensare i limiti imposti agli ospiti. Tuttavia, durante questo periodo hanno dovuto assumere anche un buttafuori aggiuntivo per far rispettare le restrizioni. A detta dei proprietari, i costi mensili ammontano a 12.000 euro al mese.

Negli ultimi dodici mesi decine e decine di storici locali LGBT hanno chiuso, fallendo dinanzi ai lockdown da pandemia.

https://www.instagram.com/p/CIidnWVJ3WC/

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
BigMama date estive

BigMama parte per il “Pride Tour”: tutte le date per un’estate nel segno dell’orgoglio

Musica - Emanuele Corbo 24.5.24
10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy - ecnv mommy - Gay.it

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy

Cinema - Federico Boni 24.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: "Solo l'amore conta" - Bari il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme - Gay.it

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: “Solo l’amore conta”

News - Redazione 24.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24

Leggere fa bene

Dennis Altman nel 1972

Dennis Altman, una vita tra attivismo e accademia: intervista

Culture - Alessio Ponzio 8.4.24
olanda-rifugiato-lgbtqia

Olanda, rifugiato LGBTQIA+ dalla Russia si toglie la vita dopo 14 mesi di attesa per il visto

News - Francesca Di Feo 16.12.23
Alessandro Magno, il docudrama Netflix sostiene la bisessualità del mitico re di Macedonia - Alessandro Magno - Gay.it

Alessandro Magno, il docudrama Netflix sostiene la bisessualità del mitico re di Macedonia

Serie Tv - Federico Boni 2.2.24
Omosessuale- Oppressione e Liberazione

Perché leggere oggi “Omosessuale: Oppressione e Liberazione”, un classico della Gay Liberation, intervista a Lorenzo Bernini

Culture - Alessio Ponzio 4.4.24
Harvey Milk

94 anni fa nasceva Harvey Milk, l’uomo che voleva “reclutarci tuttə”

News - Federico Boni 22.5.24
Shawn Barber, addio al campione del mondo di salto con l'asta. Aveva solo 29 anni - Shawn Barber - Gay.it

Shawn Barber, addio al campione del mondo di salto con l’asta. Aveva solo 29 anni

Corpi - Redazione 19.1.24
Giorgio Bozzo, autore di Le Radici dell'Orgoglio

Quell’orgoglio che ci rende più forti: intervista con Giorgio Bozzo (che riparte con Le radici dell’orgoglio)

Culture - Riccardo Conte 4.1.24
Eldorado: l doc Netflix sul locale gay di Berlino frequentato da Ernst Röhm e dai nazisti

Gay e nazismo: la tolleranza della prima ora e l’omocausto

Culture - Lorenzo Ottanelli 26.1.24