La tragedia dei rifugiati LGBT in Turchia: ecco come aiutarli

I rifugiati LGBT corrono il rischio di essere ancor più ostracizzati per la loro sessualità e non avere nessuno a cui chiedere aiuto.

La tragedia dei rifugiati LGBT in Turchia: ecco come aiutarli - rifugiati - Gay.it
< 1 min. di lettura

Alcuni rifugiati siriani LGBT in Turchia hanno organizzato degli incontri settimanali a Istanbul chiamati Tea&Talk per fornire un spazio di accoglienza e assistenza a tutti i rifugiati arabi che vivono l’ulteriore difficoltà data dal loro orientamento/genere sessuale.

I Tea&Talk sono una risorsa preziosa grazie alla quale le persone omosessuali rifugiate e in cerca di asilo possono imparare le norme relative all’assegnazione alloggi, alle domande di lavoro, alla salute sessuale, i loro diritti legali e tutta la burocrazia relativa alla registrazione dei rifugiati e alle domande per il permesso di soggiorni.

Il gruppo ha lanciato una raccolta di fondi online (QUI IL LINK), promossa con l’intento di rendere il gruppo autonomo e poter iniziare alcuni progetti di sostegno tra i quali corsi di lingua. Il denaro ricevuto va alla organizzazione LGBT SPoD (LINK), una organizzazione non governativa turca fondata nel 2011 da attivisti LGBT che lavora per proteggere i diritti e molto spesso la vita delle persone.
Mentre le persone della comunità LGBT devono affrontare ogni giorno ostacoli e sfide già nei proprio Paesi di appartenenza, i rifugiati corrono il rischio di essere ancor più ostracizzati per la loro sessualità e non avere nessuno a cui chiedere aiuto. La raccolta fondi è pensata per consentire altri 12 mesi di operatività all’organizzazione e permettersi di pagare avvocati per organizzare la difesa di molte persone LGBT.
[symple_spacing size=”30″]
Negli ultimi mesi molti sostenitori di Tea & Talk e molti membri della comunità LGBT turca hanno ricevuto minacce di morte. Minacce sfociate nella tragica morte del siriano Muhammad Sankari, il cui corpo mutilato è stato ritrovato in agosto.
I due fondatori di Tea&Talk hanno dovuto lasciare la Turchia in seguito alle minacce di morte ricevute e dirigono l’organizzazione dall’estero.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24
milano-transfobia-consiglio-comunale

Milano, transfobia in Consiglio Comunale da parte del consigliere Lega Simone Piscina – LINGUAGGIO FORTE

News - Francesca Di Feo 4.3.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Ragazzo marocchino gay trovato morto in casa di accoglienza dopo respinta della domanda di asilo

Respinta richiesta di accoglienza per omosessualità, ragazzo marocchino trovato morto

News - Redazione Milano 4.3.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24

Continua a leggere

Yemen, 13 persone condannate ad esecuzione pubblica per "omosessualità" - Indonesia fustigazione gay - Gay.it

Yemen, 13 persone condannate ad esecuzione pubblica per “omosessualità”

News - Redazione 9.2.24
Suella Braverman elton john

Rifugiati LGBTIQ+ non sono da proteggere? Elton John risponde così alla ministra britannica

News - Francesca Di Feo 29.9.23
Giorgia Meloni dirotta in Albania 36.000 migranti l'anno. Che fine faranno le persone LGBTQIA+ in fuga dai paesi omobitransfobici africani? - Giorgia Meloni e Edi Rama - Gay.it

Giorgia Meloni dirotta in Albania 36.000 migranti l’anno. Che fine faranno le persone LGBTQIA+ in fuga dai paesi omobitransfobici africani?

News - Federico Boni 7.11.23
roccella-teoria-del-gender

Il Consiglio d’Europa all’Italia: “Gli attacchi alla comunità LGBTQIA+ sono violazioni dei diritti umani”

News - Federico Boni 19.12.23