Rio De Janeiro, il sindaco censura il fumetto degli Avengers presente in un festival letterario

Censura inutile, quella del sindaco. Le copie erano già state vendute tutte.

avengers
< 1 min. di lettura

Niente serie di fumetti Marvel “Avengers: The Children’s Crusade” a Rio De Janeiro. Questa è la decisione del sindaco di Rio de Janeiro Marcelo Crivella, che ha ordinato la rimozione della serie dal  festival letterario di Riocentro Bienal do Livro.

Il motivo di questa mossa? Evitare che i bambini vedano un bacio tra due personaggi omosessuali. In una scena, infatti, si vedono due uomini che si scambiano un bacio appassionato. Nulla di più, contando che i due protagonisti della vicenda sono addirittura vestiti. Secondo il sindaco, questa sarebbe un contenuto sessuale non adatto ai minori.

Il contenuto sessuale riguarda due personaggi del fumetto, Wiccan e Hulkling. Nella storia, i due uomini hanno una relazione, e il disegnatore ha deciso di far vivere alla luce del sole la storia, con tanto di qualche gesto d’affetto, come appunto quello mostrato e tanto odiato da sindaco di Rio De Janeiro. 

Le indicazioni del sindaco sul fumetto degli Avengers

In un video pubblicato sul suo canale Twitter, il sindaco Crivella spiega come dovrebbe essere mostrati i fumetti con questi contenuti, come appunto quello degli Avengers:

Libri come questo devono essere avvolti in una plastica sigillata nera con un avviso visualizzato all’esterno. 

Secondo il sindaco, questi sarebbero veri e propri contenuti non adatti ai minori. Insomma, la sua opinione non si discosta molto da quella del suo collega Jair Bolsonaro, presidente del Brasile, già noto per le sue posizioni riguardo l’omosessualità e in generale della comunità LGBT. 

Ma l’ordine del sindaco è stato inutile

L’ordine di censurare il fumetto era giunto giovedì. Ma le autorità non hanno fatto in tempo a eseguire. Infatti, tutte le copie presenti al festival letterario di Vingadores. A Cruzada Das Crianças (il titolo brasiliano dell’edizione tradotta) erano già state vendute. 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa”

Culture - Redazione 22.5.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
La Lega presenta una proposta di legge per "vietare l'insegnamento delle teorie gender nelle scuole" - Laura Ravetto - Gay.it

La Lega presenta una proposta di legge per “vietare l’insegnamento delle teorie gender nelle scuole”

News - Redazione 24.5.24

Hai già letto
queste storie?