Intervista a Rocco Siffredi: “Ho fatto sesso gay. E allora?”

Il film caso, la sua vita, i momenti down e la voglia di ripartire più forte di prima: fermi tutti, parla Rocco!

Intervista a Rocco Siffredi: "Ho fatto sesso gay. E allora?" - rocco siffredi nudo - Gay.it
4 min. di lettura

Rocco Siffredi è per la pornografia quello che Madonna, Cher e la Streisand sono per il mondo gay: una leggenda vivente. Sua madre avrebbe voluto facesse il prete e lui, per accontentarla, è diventato un attore porno di serie A, dedicando la sua intera esistenza ad un unico Dio: il sesso! Ma per il Re indiscusso dei film a luci rosse, è arrivato il momento di appendere al chiodo i suoi famosi 26 cm e, dopo aver portato in giro per il mondo alta la bandiera del made in Italy, l’inarrivabile nonché inimitabile Siffredi, approda al cinema con un documentario inedito sulla sua vita più privata. Infatti, dal 31 ottobre al 3 novembre, arriva nei migliori cinema italiani, dopo aver già conquistato l’ultimo Festival di Venezia, “Rocco”. Un film evento di 105 minuti che racconterà la vita di un mito: dall’inizio alla fine.

Dal porno al cinema. Cosa le è successo?

(Ride, ndr) Nulla, mi creda. Mi andava di condividere con i miei fan, ma anche con i più curiosi, la mia storia. La mia vita e il mio lavoro. Raccontarmi così a fondo non è stato facile. E’ stata una vera e propria terapia. E pensare che poco prima di iniziare mi dicevano: “Il porno ti distruggerà. Ti farà male, morirai di AIDS e non avrai mai una famiglia!

rocco-trailer-italiano-foto-e-locandina-del-docufilm-su-rocco-siffredi-1

Non ha paura di distruggere il suo mito con questo film?

Assolutamente no! Io non sono legato alla mia immagine e sono, da sempre, un uomo libero. Quando morirò, morirò e non dovrò proteggere nessun mito.

Ora che appenderà la sua fortuna al chiodo, cosa farà?

Continuerò a fare il produttore porno, anche se dicono che senza di me non sarà più la stessa cosa.

Lo pensa anche lei?

Non sono così presuntuoso, ma posso confermare che le nuove leve, quando girano davanti a me, entrano in confusione. Inoltre, continuerò a formare nuovi porno attori e vorrò aiutare coppie e singoli a ritrovare un po’ più di fiducia in loro stessi.

rocco-still-2_emmanuel-guionnet

Si è mai chiesto chi potrà essere il suo erede?

Mia moglie mi ripete incessantemente di smetterla di cercarlo, perché non esiste.

Sono cambiati negli anni i cachet per i porno attori?

Non tanto. Quantomeno non tanto per gli uomini. Iniziai a fare il produttore nel ’92, perché volevo guadagnare anche qualcosa in più, soprattutto in termini di diritti.

Ha due figli. E se uno dei due le dicesse: “Papà, sono gay?”

La verità? Non avrei alcun problema, anzi. Per me la sessualità è libertà. La nuova generazione, sempre secondo il mio pensiero, sta diventando totalmente bisessuale. La chiamerei Allsex. Pensi che anche su di me, ogni tanto, ho quel dubbio..

Piuttosto, in un’intervista a La Zanzara parlò di un’esperienza omosessuale. Conferma o smentisce?

Ci sono stati dei momenti, nella mia vita, che a decidere non ero io, ma il mio corpo. Ho visto recentemente Shame, di Steve McQueen, e quel film rappresenta il mio percorso. Io, rispetto a molti altri attori, non ho mai avuto problemi a girare scene dove magari si stimolava il mio lato b ed ho sempre trovato ridicolo, mi creda, tutto quel “machismo”.

Che ricordo ha di quell’esperienza?

Un’esperienza come tante.

Non le creò problemi con sua moglie?

No! Io e mia moglie vedemmo il documentario ancor prima dell’intervista a La Zanzara, e mia moglie si dimostrò, anche in quell’occasione, una donna molto intelligente. Se il nostro matrimonio ancora funziona è solo ed esclusivamente grazie a lei. Una donna meravigliosa.

Le hanno mai proposto di girare un film porno gay?

Infinite volte.

E perché non ha mai accettato?

Perché comunque sono attratto dalla femminilità. Dalle donne. Gli uomini, per quanto affascinanti, non sono femminili e non riesco a farmeli proprio piacere. Però le posso confermare che io, rispetto a molti altri attori, non ho mai avuto problemi a girare scene dove magari si stimolava il mio lato b.

Come giustificherebbe quest’attrazione compulsiva nei confronti del mondo trans?

E’ tutta colpa della nostra educazione. Negli anni passati in particolar modo ma forse ancora oggi, c’era sempre questa tendenza a voler ghettizzare tutto. Il sesso veniva sempre accompagnato al sentimento, all’amore e mai alla passione. La religione, senza dubbio, avrà influenzato le menti dei benpensanti, ma tutta questa frustrazione ha fatto si che poi ci fosse questa morbosità nei confronti del mondo trans. Non a caso, in Italia, c’è forse la più alta concentrazione di transessuali.

Lei ha anche girato con delle transessuali, o sbaglio?

Non ho mai girato personalmente, ma ho prodotto solo tre film con delle transessuali. 

Perché solo tre?

Perché non riuscivo a dirigerle. Con loro una parola è poca e due sono veramente troppe. Quando le richiamavo all’ordine, rischiavo di essere persino menato. Se gli dicevo che dovevano mettersi in quel modo o in quella posizione, non seguivano minimamente le direttive, ma piuttosto mi contestavano tutto. Diventava tutto troppo impegnativo. A me piace entrare nella testa degli attori, mentre lavoriamo, non di rischiare la vita (ride, ndr). Forse sarà tutta colpa degli ormoni che prendono? Però devo dire che a livello creativo, per un film, son fantastiche. Il mio limite con loro sul set era che mettevo troppe donne in mezzo. Il binomio uomo con una transessuale non operata non mi piace: troppi cazzi!

In tutti questi anni non ha mai avuto paura del giudizio?

Figuriamoci. Io? Mai.

rocco-still-1_emmanuel-guionnet

Ha dichiarato di aver “conquistato” più di cinque mila donne. Ha mai contratto qualche malattia venerea?

Qualcuna? Tante, minchia! Grazie a Dio, tutte cose leggere. Piantagioni di funghi vere e proprie, per amor di battuta. Sono stato molto fortunato, negli anni. Nonostante un test ogni tre settimane, conosco tanti attori sieropositivi. Ho sempre risolto con cremine e punture di penicillina.

Cambiamo pagina e dica la verità: ma è vero che sarà il nuovo inviato de L’Isola dei Famosi?

Speriamo. Non so ancora molto. Mi piacerebbe tornare in quella realtà, seppur in una nuova veste.

Rocco è al cinema dal 31 ottobre al 3 novembre. Potete acquistare i biglietti in prevendita su www.roccoilfilm.org!

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

"C'è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+", intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno - Torino Pride 2023 - Gay.it

“C’è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+”, intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno

News - Francesca Di Feo 13.6.24
Sanremo 2025, parla Carlo Conti: "Meno canzoni, separati big e nuove proposte. Torna il Dopofestival" - Carlo Conti - Gay.it

Sanremo 2025, parla Carlo Conti: “Meno canzoni, separati big e nuove proposte. Torna il Dopofestival”

Culture - Redazione 13.6.24
The Room Next Door di Pedro Almodovar, 1a immagine e sinossi del film con Tilda Swinton e Julianne Moore - The Room Next Door di Pedro Almodovar - Gay.it

The Room Next Door di Pedro Almodovar, 1a immagine e sinossi del film con Tilda Swinton e Julianne Moore

Cinema - Redazione 13.6.24
Break The Code Tour, Nemo arriva in Italia. Ecco dove e quando - Break The Code Tour Nemo arriva in Italia - Gay.it

Break The Code Tour, Nemo arriva in Italia. Ecco dove e quando

Musica - Redazione 13.6.24
I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24
Carlotta D'Amico e mamma Erika vincono "Io Canto Family"

Carlotta D’Amico e mamma Erika vincono “Io Canto Family”

Culture - Luca Diana 13.6.24

Continua a leggere

Tommy Dorfman ha sposato l'amata Elise: "Celebriamo l'amore trans e queer con il mondo" - Tommy Dorfman ha sposato lamata Elise - Gay.it

Tommy Dorfman ha sposato l’amata Elise: “Celebriamo l’amore trans e queer con il mondo”

Culture - Redazione 6.5.24
Glamorous, Miss Benny e Michael Hsu Rosen sono una coppia anche nella vita reale? - GLAMOROUS 110 Unit 00895RC - Gay.it

Glamorous, Miss Benny e Michael Hsu Rosen sono una coppia anche nella vita reale?

Culture - Redazione 23.1.24
FOTO: LUKE GILFORD

Kim Petras risponde ai commenti sessisti e transfobici: “Siete la piaga del pianeta”

Musica - Redazione Milano 26.2.24
Mount Clitoris

“Mount Clitoris”, un (fake) reality show per imparare a farla godere

Corpi - Emanuele Corbo 13.6.24
Trace Lysette (ELLE)

Con o senza Oscar, Trace Lysette ha già vinto per la comunità trans*

Cinema - Redazione Milano 5.1.24
Teansgender Carcere Europa

Nelle carceri europee le persone transgender subiscono intimidazioni e violenze

News - Redazione Milano 26.4.24
18-maggio-manifestazione-trans

Contro la violenza istituzionale sui corpi trans*: perché la comunità T scende in piazza il 18 maggio

News - Francesca Di Feo 16.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24