La monogamia ha ancora senso? Pensieri sparsi sull’infedeltà

di

Andy West di Gay Times Magazine prova ad analizzare la questione della monogamia: è davvero quello che vogliamo?

CONDIVIDI
235 Condivisioni Facebook 235 Twitter Google WhatsApp
8627 4

Essere fedeli o non esserlo? Questo il problema. Che posto ha la fedeltà nella relazioni omosessuali? Su Gay Times Magazine è apparso un editoriale di Andy West che lancia alcune provocazioni. Ve lo proponiamo. Che ne pensate?

***

Il problema della monogamia è che limita il numero di partner con cui poter fare sesso. Oggi come oggi, mi chiedo se la monogamia non sia altro che un mito prodotto dalla cultura cristiana a cui crediamo senza sapere perché, al pari di Dio, dei miracoli e dell’amore.

Sono stato tradito parecchie volte nelle mie relazioni e, lo ammetto, ho tradito pure io. La cruda verità è che tutti sono dei traditori almeno una volta nella vita. Dopotutto, è umano sbagliare, specialmente se gli errori ti danno un orgasmo. Fa parte della nostra natura fare cose disdicevoli e poi fare finta che non siano accadute apposta. Se bruciare i toast mi desse un orgasmo, brucerei un mucchio di pane. Starei accanto alla macchina per i toast in cucina a bruciare fette di pane e gli amici mi direbbero “una volta che bruci i toast, lo farai per sempre” e commenterebbero “conosco tanta bella gente a cui lo presenterei ma non mi fido perché poi brucerebbe i loro toast”.
Qualche volta tradire è la cosa migliore da fare. Uno dei miei migliori amici ha trovato l’amore della sua vita facendoci sesso. Erano entrambi in una relazione con altri, ma erano infelici. Voglio dire, erano felici mentre facevano sesso, ma in generale non lo erano. Mentre facevano sesso tra loro erano estasiati. Stanno insieme da dieci anni e per quanto ne so, sono pure fedeli. Forse perché avendo tradito all’inizio, il tradire a sua volta sembra eccessivamente ironico? L’ironia e le erezioni non si mischiano bene in effetti.
Quindi non credo che chiederò al mio prossimo partner di essere monogamo. No, credo di no. Comincio a vedere la monogamia come interessante solo se sei single. Forse non voglio neanche una relazione aperta. Forse voglio solo che il mio partner mi dica quando tradisce così mi assicuro che non mi trasmetta una malattia sessuale. E magari mi lasci partecipare. Nel tradimento è la bugia che ferisce, non il fare sesso.
Il mio ultimo ragazzo credeva molto nella monogamia. Mi faceva delle scenate per dirmi quanto importante era per lui e dubitava sempre della mia lealtà. Infatti era così felice delle restrizioni sessuali che aveva svariate relazioni monogame con vari ragazzi contemporaneamente. Avrei voluto saperlo per poter intraprendere anche io lo stesso tipo di relazione ma ero un sempliciotto nell’arte profonda della monogamia trascendentale, convinto che si potesse essere fedeli solo a un uomo alla volta. Se solo avessi imparato da lui, prima di mollarlo.
Sto mentendo. Mi piace molto il sesso. Ma, anche se ho paura a dirlo, cerco ancora disperatamente quel qualcuno speciale a cui credere veramente e a cui essere fedele. La monogamia in fondo è quello che voglio, ma dove trovo uno così bello e interessante da non indurmi a guardare altri e che allo stesso tempo si senta soddisfatto da uno come me? Forse dovrei cominciare a uscire con ragazzi che sono già in una relazione monogama. Almeno saprei che di loro posso fidarmi…
in copertina: foto di Peter de Potter

VOTA IL SONDAGGIO: Sei da relazione chiusa o da relazione aperta? > >

matt_lambert
 
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...