Steven Strait, rivelazione sexy nella godibile “City Island”

Buca lo schermo l'ex-modello ventiquattrenne Steven Strait in questa spassosa commedia di Raymond De Felitta con Andy Garcia sui piccoli e grandi segreti di una famiglia italoamericana.

Steven Strait, rivelazione sexy nella godibile "City Island" - cityislandBASE - Gay.it
3 min. di lettura

"Ti sei scopato mia moglie, ti sei scopato mia figlia… il prossimo chi è? Mio figlio?". È una delle battute "scorrette" della cine-sorpresa di quest’estate, la spassosa commedia americana City Island di Raymond De Felitta. Un ritratto affettuoso e solare ma anche nevroticamente amarognolo di una famiglia italoamericana moderatamente disfunzionale, i Rizzo, in cui ogni membro ha un piccolo/grande segreto da nascondere agli altri componenti nella graziosa villetta di City Island, un delizioso fazzoletto di terra di poco più di un chilometro quadrato all’estremità orientale del Bronx.

Steven Strait, rivelazione sexy nella godibile "City Island" - cityislandF1 - Gay.it

Papà Vince (Andy Garcia, piuttosto imbolsito) è una guardia carceraria con un debole per Marlon Brando che scopre dietro le sbarre un figlio abbandonato alla nascita ora fustacchione ventiquattrenne, Toni (la rivelazione Steven Strait), e riesce a fargli scontare un mese a casa sua dove dovrebbe risistemare un capanno in giardino trasformandolo in un bagno agibile. Ma la moglie isterichella Joyce (Julianna Margulies), occulta fumatrice, butta gli occhi addosso al nuovo arrivato, quasi per vendetta, convinta che il marito la tradisca usando come copertura fantomatiche partite di poker mentre, in realtà, frequenta un inconfessabile corso di recitazione. Ma anche i figli poco più che adolescenti hanno qualcosa di "proibito" da tenere ben celato: l’irridente Vince junior (Ezra Miller) ha una sfrenata passione per le donne obese e si iscrive online al fan club virtuale di una cicciona voluttuosa che scopre essere molto più vicina di quanto si immagini; la florida Vivian (Dominik García-Lorido) si spaccia per irreprensibile collegiale modello ma le è stata ritirata la borsa di studio e fa la lap-dancer in uno strip club equivoco. Ovviamente basterà un capriccio del caso per far rivelare a catena i vari segreti con inevitabili fraintendimenti, ricatti ed espiazioni morali.

Steven Strait, rivelazione sexy nella godibile "City Island" - cityislandF2 - Gay.it

Senza avanzare chissà quali pretese, City Island è una commedia godibile e ottimista, dai dialoghi esilaranti, sulla forza dei legami di famiglia e delle passioni personali inficiate dalla pericolosità della menzogna, capace di infondere buon umore allo spettatore e con almeno una scena davvero strepitosa (il sorprendente provino di Vince, con l’inopportuna e irresistibile metempsicosi di Marlon Brando). Ma chi buca davvero lo schermo è l’emergente ventiquattrenne  Steven Strait – nomen omen, visto che è sposato da due anni con Lynn Collins – ex-modello apparso in 10.000 A.C., sguardo malandrino e corpo mozzafiato: per venti minuti consecutivi recita a torso nudo mostrando un’ineccepibile muscolatura apollinea. Strait ha anche sfiorato la scorciatoia per la celebrità nel 2008, quando è stato a un passo dall’acchiappare il ruolo "golden" di Jacob Black in New Moon, secondo capitolo della fortunata cinesaga vampiresca Twilight, affidato poi nuovamente all’interprete del primo episodio, Taylor Lautner.

Steven Strait, rivelazione sexy nella godibile "City Island" - cityislandF3 - Gay.it

Se nel finale l’inno familista rischia di scivolare nella melassa, il resto di City Island ha ritmo e verve a volontà: visto il desolante panorama cinematografico estivo del nostro Paese (al contrario degli States in cui tra luglio e agosto escono titoli di rilievo da noi rimandati all’autunno, eccezion fatta per il vigoroso Fratellanza e il lirico Bright Star), non perdetevi questa commedia fresca e gioiosamente scacciapensieri, vincitrice del premio del pubblico all’ultimo Tribeca Film Festival.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Tale e Quale Show 2024, primi rumor sul cast. Da Federico Fashion Style alle Karma B e Giulia De Lellis - Tale e Quale Show 2024 - Gay.it

Tale e Quale Show 2024, primi rumor sul cast. Da Federico Fashion Style alle Karma B e Giulia De Lellis

Culture - Redazione 24.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Cosa significa Rainbow Washing_

Cos’è il rainbow washing, quali forme assume e come evitarlo

News - Francesca Di Feo 20.6.24
Alessandra Valeri Manera Cartoni animati queer

Addio ad Alessandra Valeri Manera, la resistente che ha combattuto per noi bambinə diversə

Culture - Giuliano Federico 24.6.24
Lolita intervista

Lolita e la libertà di andare oltre gli stereotipi: “Chiunque di noi può essere tutto ciò che vuole”

Musica - Emanuele Corbo 24.6.24
Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

I film LGBTQIA+ della settimana 5/11 febbraio tra tv generalista e streaming - Film tv - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 5/11 febbraio tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 5.2.24
Pillion, Harry Melling e Alexander Skarsgard motociclisti innamorati nel perverso film queer di Harry Lighton - Pillion - Gay.it

Pillion, Harry Melling e Alexander Skarsgard motociclisti innamorati nel perverso film queer di Harry Lighton

Cinema - Redazione 9.5.24
Oscar 2024, le nomination. Colman Domingo primo attore dichiaratamente gay candidato dopo 25 anni - Oscar 2024 - Gay.it

Oscar 2024, le nomination. Colman Domingo primo attore dichiaratamente gay candidato dopo 25 anni

Cinema - Federico Boni 23.1.24
Povere Creature di Lanthimos, capolavoro di libertà sessuale e autodeterminazione femminista. Recensione - 030 PT Atsushi Nishijima 20211110 00201 1 - Gay.it

Povere Creature di Lanthimos, capolavoro di libertà sessuale e autodeterminazione femminista. Recensione

Cinema - Federico Boni 18.1.24
Sidney Sweeney sarà la leggendaria pugile dichiaratamente queer Christy Martin al cinema - Sidney Sweeney sara la pugile dichiaratamente queer Christy Martin al cinema - Gay.it

Sidney Sweeney sarà la leggendaria pugile dichiaratamente queer Christy Martin al cinema

Cinema - Redazione 9.5.24
Hunter Schafer - ruoli trans

Hunter Schafer non vuole recitare soltanto come donna trans e ha ragione

Cinema - Mandalina Di Biase 4.4.24
barbie margot robbie

Margot Robbie, Barbie e gli Oscar 2024. Ecco le prime parole dell’attrice dopo le polemiche sulle mancate nomination

Cinema - Redazione 1.2.24
Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un'Italia accecata dall'odio, che ha perso memoria e speranza - UAF 49 0109 - Gay.it

Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un’Italia accecata dall’odio, che ha perso memoria e speranza

Cinema - Federico Boni 4.3.24