Tommaso Cerno, ex dirigente Arcigay, è il nuovo direttore dell’Espresso

Cambio di direzione per L’Espresso, a Luigi Vicinanza subentra un volto noto per la comunità LGBT italiana. Tommaso Cerno lascia la direzione del Messaggero Veneto e approda alla guida del settimanale.

Facebook Twitter Messenger Whatsapp

Dopo due anni Luigi Vicinanza lascia la direzione dell’Espresso dove verrà sostituito da Tommaso Cerno. Cerno, 40 anni, è un volto familiare per la comunità LGBT: impegnato nella battaglia per i diritti civili delle persone omosessuali, nel 1997, da dirigente nazionale dell’Arcigay, è stato fra i promotori del Gay Pride di Venezia. Anche da giornalista ha svolto inchieste su diritti civili e discriminazioni in Italia. Come opinionista è stato ospite molte volte di trasmissioni tv sulle reti Rai, Mediaset, La7 e Sky.

A partire dal 1993 si è occupato di politica. È autore di inchieste sul Nord-Est a sfondo politico, economico e sociale. Negli ultimi due anni è stato direttore del Messaggero Veneto, quotidiano di Udine e del Friuli dove ha iniziato la sua carriera giornalistica.

Per Cerno si tratta di un ritorno al settimanale del Gruppo Editoriale Espresso, di cui era già collaboratore a partire dal 2009, diventandone successivamente vice caporedattore all’Attualità e restando nel novero delle firme anche dopo la sua nomina a direttore del Messaggero Veneto.

Luigi Vicinanza, fa sapere la società editoriale, “continuerà il suo lavoro nel gruppo con l’incarico di studiare e approfondire nuovi futuri progetti editoriali” e “proseguirà inoltre a scrivere sulle testate del gruppo”.

Ti suggeriamo anche 

Le spiagge gay in Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Friuli, Lombardia, Piemonte, Trentino

Attualità

Legge contro l’Omotransfobia, la risposta delle associazioni LGBT al testo base

La comunità LGBT compatta a sostegno della legge contro l'omotransfobia. Pioggia di consensi e un'unica richiesta: "Legge subito ma nessun passo indietro".

di Federico Boni