In Turchia arresti, spray al peperoncino e proiettili di gomma: polizia blocca il pride di Ankara

Sono 25 gli studenti aggrediti e arrestati dalla Polizia.

In Turchia arresti, spray al peperoncino e proiettili di gomma: polizia blocca il pride di Ankara - turchia - Gay.it
2 min. di lettura

In Turchia, venerdì 10 maggio si è tenuto un pride ad Ankara, presso il campus dell’Università tecnica del Medio Oriente (METU). A partecipare molti studenti che facevano parte del collettivo LGBT ODTÜ, che dal 1996 lotta per avere pari diritti. Ad aprile, un tribunale aveva dichiarato incostituzionale il divieto di organizzare eventi LGBT, compreso il Pride. Con questo spirito, alcuni studenti hanno deciso di programmare una piccola parata. Ma il Rettore dell’Università non ha gradito, che ha quindi chiamato la Polizia.

Gli agenti in tenuta anti sommossa sono accorsi immediatamente alla chiamata, utilizzando la forza per bloccare il pride. Come motivazione di tale violenza, la Polizia ha spiegato che non avevano alcuna autorizzazione a sedersi sul prato sventolando delle bandiera arcobaleno. E per questo, 25 studenti sono stati arrestati. 

Violenza inaudita contro dei ragazzi in Turchia

Lacrimogeni, spray al peperoncino, proiettili di gomma. Una manifestazione pacifista si è trasformata in pochi minuti in una guerriglia, quando la Polizia ha caricato i manifestanti presenti, con una violenza inaudita. Un rappresentante di Amnety International, Fotis Fillippou, ha spiegato:

È straziante sentire che la marcia del Pride di oggi, che avrebbe dovuto essere una celebrazione di amore e solidarietà, è stata violentemente aggredita dalla polizia usando spray al peperoncino, proiettili di plastica e lacrimogeni e che almeno 25 persone sarebbero state detenute illegalmente. I rapporti sull’uso eccessivo della forza da parte della polizia devono essere esaminati con urgenza. Amnesty International condanna l’intervento della polizia contro la celebrazione del Pride nel campus del METU. È un giorno buio quello in cui le autorità universitarie chiamano la polizia per mettere a tacere gli studenti che rivendicano semplicemente i loro diritti alla dignità e all’uguaglianza. Tutti quelli detenuti dalla polizia devono essere rilasciati immediatamente e incondizionatamente.

Alcuni video di quanto avvenuto sono stati caricati su YouTube:

Altri particolari si possono invece notare nel video condiviso dal blog E’ Tempo di Diritti.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Raffaele della Monica 15.5.19 - 20:11

dobbiamo tutelare le persone arrestate facciamoci sentire.....Europa bigotta

Avatar
Franzc Dereck 13.5.19 - 18:02

E la Turchia voleva entrare in Europa? I maiali islamici devono essere tenuti a bada.

Trending

Bridgerton, la showrunner Jess Brownell annuncia l'arrivo di una storia d'amore queer - BRIDGERTON 302 Unit 00627R - Gay.it

Bridgerton, la showrunner Jess Brownell annuncia l’arrivo di una storia d’amore queer

Serie Tv - Redazione 16.5.24
Francesco Cicconetti, l'Università di Urbino gli riconosce l'identità di genere anche sul diploma - Francesco Cicconetti - Gay.it

Francesco Cicconetti, l’Università di Urbino gli riconosce l’identità di genere anche sul diploma

News - Redazione 17.5.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Nemo The Code significato e come è nata

Nemo, il magnifico testo non binario di “The Code” è nato così: ecco cosa racconta davvero

Musica - Mandalina Di Biase 13.5.24

Leggere fa bene