UNA FAMIGLIA MOLTO TRANS

"Family Compo": ironia e dolcezza in un mondo drag

UNA FAMIGLIA MOLTO TRANS - Pict0172 - Gay.it
3 min. di lettura

Il nome di Tsukasa Hojo non è nuovo agli appassionati di prodotti giapponesi : infatti stiamo parlando dell’autore di due best-sellers come "City Hunter" e "Occhi di gatto", le cui versioni animate e a fumetti sono popolarissime anche da noi; tuttavia il mercato giapponese è talmente vasto e differenziato, che i suoi esponenti di punta (e Hojo è fra questi) possono lasciare libero spazio alla loro creatività, rinnovandosi e tentando strade che in occidente sarebbero improponibili : "Family Compo" ne è un esempio lampante. Con questa serie (ancora in corso anche in Giappone) il maestro Hojo ha abbandonato i temi polizieschi/avventurosi che lo avevano portato al successo, per concentrarsi su una commedia che riesce ad affrontare con serenità e dolcezza alcuni dei tabù più "scottanti" della nostra società, basti pensare che la famiglia in questione è composta da una drag-queen e da un drag-king… Per avere un idea della storia ecco un breve riassunto dei primi tre volumetti dell’edizione italiana :

UNA FAMIGLIA MOLTO TRANS - Pict0173 - Gay.it

FAMILY COMPO 1

Masahiko è un giovane studente universitario che rimane orfano e nullatenente : per fortuna sua zia, la dolce Yukari, gli offre di far parte della sua famiglia, composta anche dall’aitante marito Sora e dalla loro avvenente (ma ambigua) figlia Shion. Una famiglia apparentemente perfetta, ma che in realtà nasconde un "piccolo" segreto : Sora è in realtà sua zia e Yukari suo zio, mentre Shion…Si diverte a lasciare il povero Masahiko nel dubbio ! E non è tutto: Sora è un famoso disegnatore di fumetti, e lavora in uno studio composto esclusivamente da travestiti. Inizialmente Masahiko è sconvolto, ma giorno dopo giorno (ogni capitolo equivale a un giorno di vita "reale") impara ad apprezzare sempre più la sua nuova famiglia per quello che è, seppur con vari incidenti di percorso : memorabile la sequenza in cui i nuovi genitori devono presentarsi all’università, lui li obbliga a vestirsi in maniera "canonica" per non fare brutta figura, e ottiene il risultato opposto ! O quella in cui Shion rivede una sua amica d’infanzia che da piccola si era "innamorata" di lei (che all’epoca si presentava come un maschietto…).

FAMILY COMPO 2

Proprio quando Shion e Masahiko iniziano a "legare" ecco sopraggiungere Yoko, una giovane fan di Sora, pronta a tutto pur di entrare nello studio del "maestro", dal quale sembra anche molto attratta, mentre Yukari deve vedersela col suo vecchio club di Ikebana, le cui componenti avevano tutte un debole per lei quando ancora si presentava come un "lui". Nel frattempo Shion si assenta senza dare spiegazioni, e dopo numerosi "pedinamenti", l’ormai affezionato Masahiko scoprirà che la "sorella" è diventata la star del "club del cinema" dell’università, che l’adora (anche se nessuno sa ancora quale sia il suo vero sesso…).

UNA FAMIGLIA MOLTO TRANS - Pict0174 - Gay.it

FAMILY COMPO 3

Dagli U.S.A. fa ritorno Susumu, un ex-assistente di Sora che è diventato donna a tutti gli effetti : ha scoperto se stessa proprio frequentando la casa di Sora, e Masahiko inizia a temere per l’incolumità della sua identità sessuale. Ad aggravare la situazione gli amici del "club del cinema" sono a corto di ragazze e trasformano Masahiko nella "prima attrice" del loro nuovo film : per calarsi nella parte Masahiko deve anche travestirsi fuori dal set, e nessuno nota la sua vera identità. Caso vuole che il club stia girando alcune scene in un quartiere controllato dalla yakuza (la mafia giapponese), ed un aitante "boss" si invaghisce di Masahiko…Anche dopo aver saputo che in realtà è un maschio !

"Family Compo" è solo all’inizio, ma promette di diventare un piccolo "caso" editoriale, non tanto per la "scabrosità" dei temi trattati, quanto per la spontaneità e la serenità con cui vengono presentati : piccoli frammenti di quotidianità, vissuti in quanto tali e senza morbosità, tanto che alla fine viene spontaneo chiedersi se la nuova famiglia di Masahiko non sia più "normale" di tante altre.

Titolo : Family Compo

Periodicità: Mensile

Costo : £6000

Casa Editrice: Star Comics

e-mail : info@starcomics.com

Reperibile in edicola e in fumetteria.

di Valeriano Elfodiluce

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
free willy, locali gay amsterdam

“Free Willy”, il nuovo locale queer ad Amsterdam dedicato agli amanti del nudismo

News - Redazione 19.4.24
Sandokan, c'è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi - Sandokan - Gay.it

Sandokan, c’è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi

Serie Tv - Redazione 18.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24

Hai già letto
queste storie?

Tommy Dorfman alla regia del live action di Laura Dean continua a lasciarmi, graphic novel queer - Laura Dean continua a lasciarmi - Gay.it

Tommy Dorfman alla regia del live action di Laura Dean continua a lasciarmi, graphic novel queer

Cinema - Redazione 13.12.23
Echo, la regista Sydney Freeland spiega come il suo essere donna trans l'abbia aiutata a girare la serie Disney Marvel - Echo foto - Gay.it

Echo, la regista Sydney Freeland spiega come il suo essere donna trans l’abbia aiutata a girare la serie Disney Marvel

Serie Tv - Redazione 11.1.24
Sailor Moon Lamu stereotipi di genere

Così Sailor Moon, Lamù e lə altrə icone manga hanno sovvertito gli stereotipi di genere

Culture - Redazione Milano 26.3.24
Transformers Nicoz Balboa fumetti queer

“Transformer” di Nicoz Balboa, è queer il fumetto dell’anno a Lucca Comics 2023: intervista

Culture - Chiara Zanini 10.11.23