USA: polizia filma atti osceni nei bagni pubblici

Un uomo è stato giudicato colpevole di atti osceni in luogo pubblico da un tribunale americano, dopo essere stato filmato in un bagno pubblico.

Facebook Twitter Messenger Whatsapp

Un uomo è stato giudicato colpevole di atti osceni in luogo pubblico da un tribunale americano, dopo essere stato filmato in un bagno pubblico.

James Henry era uno dei 13 uomini arrestati dopo che la polizia li aveva filmati di nascosto per un periodo di sei mesi in un bagno pubblico su una autostrada. Henry è stato l’unico a opporsi all’uso del video come prova da parte della polizia. E’ stato comunque riconosciuto colpevole dal tribunale della Contea di Jefferson, nell’Ohio.

Henry, 45 anni, che si dichiara innocente, ha protestato affermando che le videocamere segrete violavano il suo diritto alla privacy.

Il giudice ha sentenziato che una persona non si può aspettare realmente di avere privacy mentre si trova nelle aree comuni di un bagno pubblico, dal momento che chiunque entri può osservare le sue azioni.

Henry è stato condannato a 25 giorni di carcere e al pagamento di una multa.

di Gay.com UK

Ti suggeriamo anche  Amministrazione Trump afferma: É legale licenziare una persona perché transgender"
Transgender

Uomini e Donne, arriva la prima storica tronista transessuale?

Se fosse vero, è evidente, sarebbe una straordinaria novità all'interno del celebre programma pomeridiano Mediaset

di Federico Boni