Zoom dichiara guerra ai festini sessuali in videochiamata

Ai tempi del Covid-19 le videoconferenze Zoom sono ovunque, ma gli sviluppatori non avevano pensato ad una strada alternativa. Il sesso.

Zoom dichiara guerra ai festini sessuali in videochiamata - zoom gravi problemi un app successo speciale v4 48190 1280x16 1 - Gay.it
< 1 min. di lettura

Nata quasi 10 ann or sono, Zoom è letteralmente esplosa negli ultimi due mesi di isolamento causa pandemia da Covid-19. Combinando videoconferenze, riunioni online, lezioni scolastiche, chat e collaborazione mobili, con gratuità assoluta fino a 40 minuti e 100 persone collegate, è presto diventata strumento ideale per lo smart-working. E non solo. La piattaforma si è infatti presto trasformata anche in strumento di ‘festini virtuali’.

Una novità talmente marcata da costringere il portavoce della società ad annunciare ‘sanzioni’ contro chiunque utilizzi l’app per “qualsiasi attività dannosa, oscena o indecente”, tra cui “nudità, violenza, pornografia, e materiale sessualmente esplicito”.

Zoom si unisce così a piattaforme come Patreon, Tumblr, Facebook e Instagram che hanno preso la distanza da qualsiasi tipo di nudità, bannando profili e facendo sparire immagini e/o video inappropriati. Attraverso un fantomatico algoritmo, Zoom riuscirebbe a scanzionare le proprie chat e videochiamate, scovando dirette sconce, video, foto hot.

La società è stata recentemente messa sotto osservazione da un procuratore generale di New York, con l’accusa di non aver aggiornato la propria sicurezza, dando luogo a una tendenza chiamata Zoombombing, ovvero l’improvviso avvento di autentici ‘bulli’ on line. Sconosciuti che si intromettono in una videochat di gruppo senza essere stati invitati, con l’unico scopo di provocare reazioni scomposte. Tra i tanti casi che hanno fatto clamore negli Usa, quello di alcuni suprematisti bianchi che hanno attaccato una conferenza sull’antisemitismo.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
daniel craig queer guadagnino

Queer: “È fantastico, dura 3 ore e sarà a Venezia”. Luca Guadagnino: “È il film che avevo in testa da 35 anni”

News - Redazione 20.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24

Continua a leggere