5 personaggi LGBT che meritano una serie TV

Perché le serie tv non raccontano mai la vita di omosessuali in carne ed ossa?

5 personaggi LGBT che meritano una serie TV - rivera - Gay.it
5 min. di lettura

Il mondo gay ha sempre fornito alla narrativa televisiva americana moltissimi spunti per la creazione di personaggi e caratteri di successo. Pensiamo soltanto alla sit-com Will&Grace, che dalla fine degli anni ’90 ha contribuito enormemente all’accettazione e alla normalizzazione del tema dell’omosessualità, con meriti ormai ampiamente riconosciuti da tutti. Nel corso degli anni le cose sono cambiate: la rappresentazione spesso un po’ superficiale e “leggera”  – che ribadiamo, ha comunque contribuito alla causa – ha iniziato a essere accompagnata da serie con un taglio molto diverso, il cui fine dichiarato era mostrare la complessità e le sfaccettature del vivere e dell’essere omosessuali. The L World rappresenta in pieno questo tentativo: il genere drammatico si concilia finalmente con la vita gay, fatta di gioie e dolori (come quella di tutti, d’altronde) e per la “causa” vengono sacrificati facili stereotipi in cui troppe volte il mondo LGBT è rimasto relegato negli anni.

Oggi assistiamo alla dimostrazione di un rinnovato interesse: la società occidentale – soprattutto quella americana – ha fatto passi da gigante non solo nell’accettazione dell’omosessualità, ma più in generale verso tutte le forme di complessità che il mondo LGBT raccoglie. Questa curiosità emerge in maniera evidente anche dalle nuove narrazioni proposte: è il caso di Transparent, serie TV prodotta da Amazon, che mette in scena il travaglio interiore e le problematiche familiari di un uomo ormai sessantenne, che decide in maniera consapevole e coraggiosa di vivere in famiglia, alla luce del sole, la propria transessualità. La serie, partita nel 2014, ha ricevuto moltissimi apprezzamenti; il suo merito maggiore sta nel riuscire a trattare un tema così complesso e personale con delicatezza e allo stesso tempo ironia, senza mai cadere in scadente retorica o cliché prevedibili.

Se da un lato c’è da riconoscere che l’attenzione verso le tematiche LGBT rimane alta, allo stesso tempo bisogna però prendere atto di una tendenza piuttosto evidente: il biografismo rimane fuori dalla TV americana. La scelta è di mettere in scena personaggi e storie fittizie, mai reali, sebbene gli spunti, nella storia e nella società contemporanea non manchino affatto. Ecco 5 personaggi (alla fine saranno qualcuno in più) in carne e ossa che meriterebbero una serie TV tutta loro.

Bisi Alimi (1975 – in vita)

Primo omosessuale nigeriano ad aver fatto outing pubblicamente in TV nel 2004, dopo un’adolescenza fatta di discriminazioni e soprusi, ha ottenuto nel 2007 l’asilo politico in Gran Bretagna dove vive tuttora. Attivista per i diritti gay, scrittore, avvocato impegnato in battaglie a sostegno della comunità LGBT, fondatore di associazioni, ha combattuto in Nigeria, in un contesto assolutamente proibitivo, battaglie per la distribuzione gratuita di profilattici e per l’insegnamento delle regole di sesso sicuro nelle scuole. Nel 2004 è arrivato a ricoprire nel suo paese il ruolo di direttore dell’istituto di prevenzione dell’HIV per MSM (Men who have sex with other men). Dal 2014 è un cittadino britannico e negli ultimi anni ha vinto numerosi riconoscimenti per le sue battaglie.

bisi-alimi

Hans Christian Andersen (1805 – 1875)

Autore di alcune delle più belle fiabe moderne, tra cui Il Brutto Anatroccolo e la Sirenetta, ma anche poeta e letterato, non si sposò mai. Celebri sono i carteggi dello scrittore con Edward Collin e il Granduca ereditario di Weimar, in cui emerge chiaramente il dissidio tra la sua natura profondamente cristiana e un’attrazione esplicita verso gli uomini, che culmina in dichiarazioni come questa: “i miei sentimenti nei tuoi confronti sono quelli di una donna. La femminilità della mia natura e della nostra amicizia, come i Misteri, non deve essere interpretata”. Una figura la cui complessità emerge in pieno nella fiaba della Sirenetta, pubblicata pochi mesi dopo il matrimonio dell’ “amico” Collin, in cui la lingua tagliata e la perdita della voce rappresentano tutta la frustrazione di non potersi esprimere liberamente: l’amore della Sirenetta è il più puro e sincero, è lei la vera salvatrice del Principe, ma non può dirlo, perché dalla sua bocca non esce suono. Una fiaba d’impotenza e dolore.

image1

Alice Toklas (1877 – 1967)

Quella tra la scrittrice Gertrude Stein e Alice Toklas è probabilmente una delle storie d’amore gay più famose di sempre e venne consumata in Francia, dove le due donne conducevano letteralmente una vita matrimoniale. Nel loro salotto a Parigi furono ospitati alcuni dei nomi più celebri del ‘900, da Hemingway a Braque, e proprio qui raccolsero una delle prime collezioni di arte cubista. Mentre la Stein raggiungeva il successo planetario grazie alle sue opere, Alice era la manager e si occupava anche della casa e delle faccende domestiche, fino alla morte della scrittrice avvenuta nel 1946. Da quel momento la vita di Alice divenne piuttosto complicata e funestata da una battaglia legale con la famiglia della compagna, tesa a chiarire chi avrebbe dovuto gestire le opere d’arte (nel frattempo diventate preziosissime) e i diritti dei romanzi pubblicati da Gertrude.

gertrude-stein-alice-b-toklas-and-basket

Sylvia Rivera (1951 – 2002)

Sylvia Rivera nacque in un taxi di New York nel 1951 in un corpo di bambino. Ancora in fasce venne abbandonata dal padre, e dopo alcune settimane rimase orfana per il suicidio della madre. Fu cresciuta dalla nonna che, accorgendosi e disapprovando i suoi modi femminili, la costrinse a vivere per strada dall’età di 11 anni, dove cominciò a frequentare la comunità di drag queen della propria città. Nel 1969 prese parte ai movimenti di Stonewall Inn, passando alla storia come la prima persona ad aver tirato una bottiglia contro la polizia e, negli anni successivi, divenne uno dei simboli delle battaglie per i diritti LGBT. A causa delle discriminazioni da parte della comunità gay verso il mondo trans di quegli anni, si è allontanata dai movimenti di protesta, fino alle cocenti delusioni che l’hanno più volte spinta a tentare il suicidio nel corso degli anni ’90. Dopo la sua morte, avvenuta nel 2004 a causa di un tumore, New York le ha dedicato una strada.

sylviarivera_taggmagazine

Alì, Assad e Vladimir

Ali, Assad e Vladimir – ma potrebbero essere tanti altri i nomi – sono i ragazzi, le ragazze e i transessuali che scappano dai propri paesi di origine per colpa delle discriminazioni subite dalle famiglie o dalla società. Iran, Uganda, Sierra Leone e Russia, sono solo alcuni dei paesi in cui ragazzi giovani o giovanissimi vivono storie e problemi che, troppo superficialmente, pensiamo non essere anche nostri. Storie vicine a stilemi tragici ed epici, che non solo si adatterebbero perfettamente ai meccanismi della narrazione televisiva, ma lo meriterebbero anche.

 

Immagine di copertina: Zebby Wahls / The Woman Card[s]

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Raffaella Carrà - la sua casa a Via Nemea 21 a Roma è in vendita

La casa di Raffaella Carrà a Roma Nord è in vendita, ma nessuna piazza ha il suo nome

Musica - Mandalina Di Biase 11.4.24
Pietro Fanelli, Isola dei Famosi 2024

Pietro Fanelli, chi è il naufrago dell’Isola dei Famosi 2024?

Culture - Luca Diana 10.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un'icona sconfitta dall'amore - BackToBlack2024 - Gay.it

Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un’icona sconfitta dall’amore

Cinema - Federico Boni 11.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24
Ma Ricky Martin si è eccitato sul palco del Celebration Tour di Madonna? (VIDEO) - Ricky Martin sale sul palco del Celebration Tour di Madonna - Gay.it

Ma Ricky Martin si è eccitato sul palco del Celebration Tour di Madonna? (VIDEO)

Musica - Redazione 9.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Russell T Davies spiega perché gli attori gay dovrebbero essere scelti per interpretare personaggi gay - Russell T Davies - Gay.it

Russell T Davies spiega perché gli attori gay dovrebbero essere scelti per interpretare personaggi gay

Culture - Redazione 17.10.23
Natale con Cher, Christmas è l'album natalizio del 2024. La cantante ospite di Silvia Toffanin a Verissimo (SPOT) - cher christmas cover - Gay.it

Natale con Cher, Christmas è l’album natalizio del 2024. La cantante ospite di Silvia Toffanin a Verissimo (SPOT)

Musica - Redazione 7.11.23
9-1-1, Buck è bisessuale? Con il centesimo episodio arriva l'atteso bacio (VIDEO) - 911 bacio gay Buck e Tommy - Gay.it

9-1-1, Buck è bisessuale? Con il centesimo episodio arriva l’atteso bacio (VIDEO)

Serie Tv - Redazione 5.4.24
Peter Gomez e Roberto D’Agostino fanno outing a Mahmood e Marco Mengoni: "Sono gay dichiarati" (VIDEO) - Mengoni e Mahmood sono gay dichiarati outing in tv - Gay.it

Peter Gomez e Roberto D’Agostino fanno outing a Mahmood e Marco Mengoni: “Sono gay dichiarati” (VIDEO)

Culture - Redazione 12.2.24
Nicolas Maupas e Domenico Cuomo, Un professore

Un professore 2, scatta il bacio tra Simone Balestra e Mimmo: è l’inizio di una nuova storia d’amore?

Serie Tv - Luca Diana 13.12.23
Costantino della Gherardesca: "Non posso permettermi l'amore. Italia molto indietro nei diritti" - Costantino della Gherardesca - Gay.it

Costantino della Gherardesca: “Non posso permettermi l’amore. Italia molto indietro nei diritti”

Culture - Redazione 8.4.24
Marco Mengoni co-condurrà la prima serata di Sanremo 2024, è ufficiale. VIDEO - sanremo 2024 fiorello amadeus maerco mengoni - Gay.it

Marco Mengoni co-condurrà la prima serata di Sanremo 2024, è ufficiale. VIDEO

Culture - Redazione 6.11.23
Tale e Quale Show 2023, stasera il Torneo dei Campioni. Torna Antonino - Antonino - Gay.it

Tale e Quale Show 2023, stasera il Torneo dei Campioni. Torna Antonino

News - Redazione 10.11.23