Adolescente tenta il suicidio perché vittima di omofobia: finito in ospedale, la mamma denuncia la scuola

Deriso e picchiato nell'assordante silenzio delle istituzioni scolastiche solo perché bisex. Mamma di un 15enne vuole ora giustizia.

bullismo omofobico
Bullismo omofobico: uno dei temi alla maturità 2018 (credits: ScuolaZoo)
2 min. di lettura

Traci Matuschek è una madre del Michigan che ha deciso di fare causa al distretto scolastico locale, accusando i funzionari scolastici di non aver fatto nulla quando suo figlio è stato ripetutamente insultato e aggredito da bulli omofobi, con tanto di commozione cerebrale al termine dell’ennesimo violento pestaggio e tentativo di suicidio.

La donna ha puntato il dito contro la Warren Consolidated School il mese scorso, in un tribunale federale, chiedendo giustizia per il figlio di 15 anni, dichiaratamente bisessuale dall’agosto del 2018. Dal mese successivo, ovvero da quando è tornato in classe, hanno iniziato gli insulti. Nel mese di ottobre del 2019 ha dovuto abbandonare la squadra di football, perché vittima quotidiana di bullismo.

“Pensava che i suoi compagni di squadra fossero suoi amici, come una famiglia”. Ma così non era, purtroppo. Il ragazzino è stato ripetutamente chiamato ‘fr*cio’, e accusato di sbirciare i compagni di squadra nudi sotto la doccia, di essere eccitato mentre era sul campo. Poco dopo dagli insulti sono passati alle botte. Un coetaneo l’ha preso a calci in testa. Aveva il casco, ma in ospedale gli è stata diagnosticata una commozione cerebrale.

La mamma ha sottolineato come suo figlio non abbia ricevuto cure mediche subito dopo l’incidente, e soprattutto come inizialmente la scuola non l’avesse informata. Solo a tarda sera, quando il ragazzo si è sentito male, sono corsi in ospedale e hanno scoperto quanto avvenuto. Secondo la denuncia della donna la scuola non avrebbe intrapreso alcuna azione disciplinare contro lo studente che ha preso a calci la testa del figlio. La mamma avrebbe più volte denunciato alla Sterling Heights High School quanto stesse accadendo, senza mai ricevere risposta. Il 15enne è entrato in depressione e ha tentato di suicidarsi, impiccandosi in cameretta. I genitori l’hanno salvato appena in tempo.

“Come conseguenza diretta delle gravi molestie subite, la vittima si è ritirata socialmente, ha avuto paura dell’ambiente scolastico, ha sofferto ed è caduta in una profonda depressione”, si legge nella denuncia. Il ragazzo non è neanche più uscito di casa, perché alcuni dei bulli che l’hanno perseguitato vivono nel suo stesso quartiere. L’isolamento forzato da Covid-19, paradossalmente, l’avrebbe aiutato nel gestire questa reclusione, ma la mamma ha deciso di cambiare distretto scolastico per il prossimo anno.

Nell’attesa ha chiesto 75.000 dollari di risarcimento danni per la perdita di opportunità educative, disagio emotivo e spese legali.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
rosario_ferrara 17.4.20 - 9:25

RISCHIAMO, COME MOVIMENTO, DI FARE DA MEGAFONO AL NEMICO SOLO PERCHE GLI VEDIAMO CAMBIARE CASACCA, come ha fatto l' italia alla fine della seconda guerra mondiale!... tutto l' articolo ce lo giochiamo in una sola parola: "ripetutamente"! terzo rigo... prima volta? seconda volta? terza volta?... comunque piu di una, con violenza a crescere... e la casa signora mamma dove stava? non vedeva il figlio incupirsi? non lo vedeva magari spettinato e graffiato quando tornava a casa? 15 anni... il sistema scolastico americano e simile a quello italiano... 3 anni di asilo nido, 3 anni di scuola dell' infanzia, 5 anni di scuola primaria, 3 anni di scuola secondaria... tutto il putiferio avverrebbe RIPETUTAMENTE nell' arco di uno o due anni scolastici di liceo, in cui magari neanche si va a scuola per via del covid... mi pare evidente che il calendario parla da solo, contro tutto e contro tutti! contro la madre, che ha il figlio cambiare cinque scuole, ma che ha lasciato il figlio da solo a fare le scelte piu importanti ["pensava che i suoi compagni di scuola fossero i suoi amici"] contro il ragazzo, incapace di distinguere scherzo da scherno di nuovo contro la madre, che per difendersi dalla noncuranza poi ingigantisce solo le responsabilita altrui ["impiccandosi in cameretta", quindi testimoniando che in casa aveva subito la piu grande trascuratezza] magari anche contro il sistema scolastico, che pero non dobbiamo incolpare in quanto "sistema", dato che le prime quattro scuole erano state ok federico da un lato e franzc dall' altro dovrebbero cercare di riflettere non su da dove deve arrivare l' aiuto, ma sul perche il ragazzo e cresciuto "debole" e gregario per ben 15 anni... UN RAGAZZO CARATTERIALMENTE FORTE O REAGISCE O DENUNCIA!... ED ANCHE QUESTO VA CONTRO LA MADRE, DATO CHE NESSUNA ISTITUZIONE SCOLASTICA DELLE CINQUE IN CUI LUI POTREBBE ESSERE ANDATO POTREBBE DA SOLA AVERE FATTO TUTTO QUESTO SCEMPIO! UNA FAMIGLIA CHE PER 15 MINUTI GARANTISCE SOCCORSO AD UN FIGLIO CRESCIUTO ALLO SBARAGLIO 15 ANNI... PER FAVORE, NON FACCIAMO DA MEGAFONO A "QUESTA" FAMIGLIA!

Avatar
Franzc Dereck 16.4.20 - 18:02

Storia di ( purtroppo ) ordinaria omofollia che dimostra quanto sia importante avere il supporto dei familiari.

Trending

Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Liarmouth, Aubrey Plaza di The White Lotus nel primo film di John Waters dopo 20 anni - Aubrey Plaza - Gay.it

Liarmouth, Aubrey Plaza di The White Lotus nel primo film di John Waters dopo 20 anni

Cinema - Redazione 28.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24

Hai già letto
queste storie?

Gabriele Corsi, scrivono "gay" sul suo poster. E lui zittisce gli omofobi meravigliosamente - gabrielecorsi omofobia - Gay.it

Gabriele Corsi, scrivono “gay” sul suo poster. E lui zittisce gli omofobi meravigliosamente

Culture - Redazione 12.10.23
Taylor Fritz, accuse di omofobia social. Cosa è successo e la replica del tennista - Taylor Fritz 1 - Gay.it

Taylor Fritz, accuse di omofobia social. Cosa è successo e la replica del tennista

Corpi - Redazione 21.2.24
Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all'assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO - Gay Center - Gay.it

Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all’assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO

News - Redazione 1.2.24
omofobia interiorizzata, stigma invisibile

Torino, condannati a 2 anni e a 16 mesi i genitori che minacciarono il figlio perché gay

News - Redazione 24.1.24
nigeria-arrestate-76-persone

Nigeria, arrestate 76 persone perché omosessuali a una festa di compleanno

News - Francesca Di Feo 24.10.23
torino padre figlio gay 14 anni

Torino, le atrocità di un padre al figlio di 14 anni, perché gay

News - Redazione Milano 25.10.23
Alain Soral, arrestato per omobitransfobia l'estremista di destra - Alain Soral - Gay.it

Alain Soral, arrestato per omobitransfobia l’estremista di destra

News - Redazione 3.10.23
Polonia matrimonio egualitario Gay.it

Polonia, suicidi in aumento a causa delle leggi omobitransfobiche del Paese

News - Federico Boni 20.2.24