Fondò l’Arcigay: a 76 anni Pietro Tarallo si unisce civilmente per la prima volta

Alla cerimonia anche Claudio Tosi, presidente di Arcigay Genova: “Gli dobbiamo molto”.

Pietro Tarallo, scrittore di viaggi e tra i fondatori dell’Arcigay, si è unito civilmente con il compagno alla veneranda età di 76 anni.

Sabato 16 settembre il giornalista e scrittore Pietro Tarallo si è unito civilmente con l’avvocato napoletano Massimo Bisceglie: a celebrare l’unione il sindaco della cittadina, Adolfo Olcese.

Tarallo, storico attivista per i diritti della comunità LGBT (sin dagli anni ’70), scrive così sulla sua pagina Facebook: “Il giorno dopo. A 76 anni mi sono sposato per la prima volta, con Massimo mio compagno da cinque. Ho solo questa foto all’uscita dal Municipio, emozionati e accolti da una pioggia di riso lanciato dai molti amici presenti”.

Alla cerimonia è intervenuto anche Claudio Tosi, presidente di Arcigay Genova: “Dobbiamo molto a Pietro, è stato uno dei primi in Italia a lottare per i nostri diritti. E sono felice di essere qui oggi, vuol dire che le nostre battaglie hanno sortito il loro effetto”.

Ti suggeriamo anche  Torino Pride 2018, 120.000 cuori arcobaleno hanno travolto la città
Storie

Ricongiungimento familiare negato a coppia gay: cittadini di serie B anche ai tempi del Covid 19

Lontani da 3 mesi, a 2100 km di distanza, perché lo Stato non riconosce una coppia gay come famiglia che può riunirsi.

di Alessandro Bovo