Berlino 2022, il cinema italiano “fluido” come non mai al Festival del Cinema

Personaggi transgender e non binari tra lungometraggi e documentari alla Berlinale. Finalmente tutti targati Italia.

Berlino 2022, il cinema italiano "fluido" come non mai al Festival del Cinema - Nel mio Nome di di Nicolò Bassetti - Gay.it
Berlino 2022, il cinema italiano "fluido" come non mai al Festival del Cinema
2 min. di lettura

Ha ufficialmente preso il via il Festival di Berlino 2022, inaugurato dall’attesissimo Peter Von Kant di François Ozon, in omaggio al leggendario Rainer Werner Fassbinder. In corsa per l’Orso d’Oro c’è un solo titolo italiano, ovvero Leonora addio di Paolo Taviani, ma il cinema nostrano è ampiamente rappresentato nelle altre sezioni.

Se Dario Argento torna in sala con Occhiali Neri, nella sezione Panorama spazio a Calcinculo di Chiara Bellosi, alla sua opera seconda. Protagonista Benedetta (Gaia di Pietro), quindicenne decisamente sovrappeso, la cui vita viene stravolta da Armando, in arte Amanda (Andrea Carpenzano), che la trascinerà nel suo mondo randagio e sregolato. Più che un personaggio transgender, quest’ultimo, si potrebbe/dovrebbe definire non-binario.

Nel mio nome (Into My Name), trailer from Nuovi Paesaggi Urbani on Vimeo.

Nella medesima sezione troviamo Nel Mio Nome di Nicolò Bassetti, prodotto da Elliot Page tutto centrato su Nic, Leo, Andrea e Raff, gruppo di amici molto unito. Nic ha 33 anni, Leo 30, Andrea 25 e Raff 23. Vengono da tutta Italia e si sono trovati e conosciuti in una città accogliente. Hanno intrapreso in momenti diversi le loro transizioni di genere. Giorno dopo giorno affrontano con coraggio le tante difficoltà che un mondo rigidamente binario frappone al loro bisogno e diritto di essere ciò che sono. Conquistare una vita normale e dignitosa è una questione di sopravvivenza. Per farcela servono caparbietà, una pazienza infinita e tanto, tanto senso dell’umorismo. Quattro amici, ognuno con le proprie relazioni affettive, ognuno con la propria solitaria passione salvifica: Nic, sposato con Chiara, esplora luoghi urbani in transizione, dove si sente al sicuro; Leo, fidanzato con Luisa, lavora a un podcast sulla relazione tra identità durante l’infanzia, l’adolescenza e la maturità ; Andrea scrive racconti; Raff, impegnato in una relazione a distanza con Felix, costruisce la sua bicicletta. Tutti e quattro condividono un piccolo grande sogno: fare una vacanza insieme, tra di loro. Un piano di fuga dalla città immutabile dove – come quattro Peter Pan – hanno trovato rifugio e di cui però sono anche prigionieri. E la voglia di prendersi finalmente la propria vita, la propria identità, anche se solo per qualche giorno. Un’idea che rinvigorisce la loro complicità e che finalmente diventa realtà.

Sempre nella sezione Panorama trova spazio Una femmina di Francesco Costabile, liberamente tratto dal libro inchiesta Fimmine ribelli di Lirio Abbate, sulle donne vittime di violenza nella ‘ndrangheta. Anche in questo caso spazio ad un personaggio non binario all’interno della trama. C’è infine il cortometraggio Le variabili indipendenti di Lorenzo Tardella, che racconta la fine dell’infanzia di Pietro e Tommaso, bimbi di 10 anni. Quando finisce l’infanzia? E cosa significa veramente l’intimità? Pietro e Tommaso sono alle porte dell’adolescenza. Si conoscono nel palchetto di un teatro, mentre le note di Vivaldi risuonano intorno a loro. È un primo bacio. È forse qualcos’altro? Quello stesso pomeriggio, circondati dal silenzio delle pareti di casa, cercheranno di scoprirlo.

Una cinematografia nazionale che si fa quindi finalmente sempre più inclusiva, dando spazio a visibilità fino ad oggi taciute, con storie ed esistenze volutamente mai raccontate. A guidare il Festival di Berlino, lo ricordiamo, c’è l’italiano Carlo Chatrian, 50enne torinese ex direttore artistico del Locarno Festival.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Artur Dainese, Isola dei Famosi 2024

Isola dei Famosi 2024, la storia di Artùr Dainese: “A 16 anni sono venuto in Italia. Mi sentivo solo”

Culture - Luca Diana 16.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: "Ti amo immensamente" - heartstopper bradley riches engagement - Gay.it

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: “Ti amo immensamente”

Culture - Redazione 11.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Pietro Fanelli, Isola dei Famosi 2024

Pietro Fanelli, chi è il naufrago dell’Isola dei Famosi 2024?

Culture - Luca Diana 10.4.24

Leggere fa bene

Tommy Dorfman alla regia del live action di Laura Dean continua a lasciarmi, graphic novel queer - Laura Dean continua a lasciarmi - Gay.it

Tommy Dorfman alla regia del live action di Laura Dean continua a lasciarmi, graphic novel queer

Cinema - Redazione 13.12.23
Ferzan Ozpetek lancia Nuovo Olimpo: "Io non racconto gay o etero, racconto le persone come sono fatte, senza censure" - Nuovo Olimpo di Ozpetek - Gay.it

Ferzan Ozpetek lancia Nuovo Olimpo: “Io non racconto gay o etero, racconto le persone come sono fatte, senza censure”

Cinema - Federico Boni 22.10.23
Annette Bening, orgogliosa mamma di un figlio trans: "La transfobia ha invaso l'America, è vergognoso e doloroso" - annette bening figlio trans Stephen Ira - Gay.it

Annette Bening, orgogliosa mamma di un figlio trans: “La transfobia ha invaso l’America, è vergognoso e doloroso”

Cinema - Redazione 2.11.23
I film LGBTQIA+ della settimana 6/12 novembre tra tv generalista e streaming - film novembre - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 6/12 novembre tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 6.11.23
Andrew Scott in Estranei (2023)

“Estranei” e la solitudine queer: il film di Andrew Haigh è un sincero ritratto della depressione

Cinema - Emanuele Cellini 19.3.24
Tutto ciò che mai avremo: Saltburn, la queerness e l’ossessione di classe - Sessp 16 - Gay.it

Tutto ciò che mai avremo: Saltburn, la queerness e l’ossessione di classe

Cinema - Federico Colombo 2.1.24
Will & Harper, il doc on the road con Will Ferrell che racconta la transizione della sua amica Harper Steele - Will ill e Harper - Gay.it

Will & Harper, il doc on the road con Will Ferrell che racconta la transizione della sua amica Harper Steele

Cinema - Redazione 22.1.24
Elliot Page: "Hollywood è tossica. La comunità LGBTQIA+ non è una nicchia" - close to you 01 - Gay.it

Elliot Page: “Hollywood è tossica. La comunità LGBTQIA+ non è una nicchia”

Cinema - Redazione 19.3.24