Le cose che ho letto sulle foto di Beyoncé incinta mi hanno fatto schifo

Ecco perché quelle immagini e le reazioni che hanno suscitano sono importanti.

Le cose che ho letto sulle foto di Beyoncé incinta mi hanno fatto schifo - beyonce 2 - Gay.it
3 min. di lettura

‘Sto fatto che a molti le foto di Beyoncé non siano piaciute e che anzi abbiano generato una specie di iperdiffuso piacere dato dalla messa alla berlina della signora Carter e dei suoi pargoli, fuoriusciti o meno dall’utero, a me ha infastidito e non poco.

Che poi Beyoncé è pure una molto amata, diciamo pure venerata. Non se ne parla mai male. Però stavolta pare l’abbia fatta grossa.

Che ha fatto di tanto imperdonabile?

Ecco, credo che in fondo il problema – o almeno il grosso del problema – che la gente ha con quelle foto è che ritraggono una donna incinta in modo non delicato. In modo sfacciato, eccessivo, sfrontato.

Sono foto che violano la cinta retorica che attornia la maternità. Delicatezza, morbidezza, cura, piccole cose. Niente di tutto ciò.

Le cose che ho letto sulle foto di Beyoncé incinta mi hanno fatto schifo - 34b23f52 03e0 46ef ba2a 36440a7a7dd8 - Gay.it

Beyoncé non è una madonnina infilzata coi capelli da fata anoressica e la testina reclinata di lato come nell’atto di cercare uno sguardo benevolo.

Sono una mamma – vogliatemi bene. Sostenetemi, aiutatemi a vivere.

Beyoncé ostenta.

Ostenta corpo, opulenza, carnalità, natura.

È un donna al comando. Una madre al comando.

Ma a una donna, neppure se vive una vita al comando, neppure se è la popstar più famosa e influente del mondo si può permettere di essere fino in fondo come lei desidera.

È meglio, è molto meglio che ella s’attenga alle regole di rappresentazione del femminile. Perché oh, va così: per quanto tu possa essere amata, celebrata, ricca e famosa, in quanto donna quelle regole, per te, non verranno mai meno.

Le cose che ho letto sulle foto di Beyoncé incinta mi hanno fatto schifo - 5c70eeb7 34ef 4851 be85 f7c7a57885f4 - Gay.it

Sei Beyoncé e ok, ma se stai per diventare mamma devi startene buona. Seguire per bene il manuale di istruzioni dell’immaginario maschile. Le cose che una futura mamma può fare e mostrare si sanno, sono messe in scena da secoli.

Non è difficile. Vedi di collaborare e nessuno si farà male.

Se sei incinta non puoi permetterti di giocare in quel modo col tuo corpo mutato dalla vita che ne estende i confini. Non puoi permetterti di essere provocatoria, di essere pacchiana, colorata, smaccatamente autocelebrativa.

La maternità e il suo corpo devono essere raccontati ovvero mostrati nel modo più etereo e innocuo possibile. Una donna incinta è una cosa precisa, una creatura a parte, una modalità specifica dell’essere.

Che volgarità queste pance in copertina, che restino coperte! E se proprio hanno questo bisogno impellente di farsi vedere, per carità, lo facciano con qualche scatto in bianco e nero, col viso abbassato e un pietoso velo – ma sì, facciamo chiffon – a rendere un poco più graziosa quest’oscenità.

La donna, poiché è (s)oggetto essenzialmente sessuale, sessuato agli occhi che contano, ovvero a quelli maschili, quando diventa gravida ovvero non più a disposizione delle mire e delle euforie ormonali dell’uomo deve mostrare questa non disponibilità. La deve sottolineare, esporre, cerchiare tre volte con la matita rossa.

Deve farsi madonna, santa celeste, bianca, lieve, silenziosa, priva di umori e peli e sudore.

Lo sguardo c’è poco da fare: è sempre e solo quello maschile. Il femminile – tutto il femminile – si articola e viene recepito socialmente secondo una serie di modelli e prototipi espliciti ma più spesso sotterranei, sommersi, che sono stati decisi dall’uomo e che si sono accumulati nel corso del tempo. Modelli che in modo diretto o anche molto tortuoso piegano il corpo delle donne ai bisogni – ideali, estetici, narrativi – che non sono innanzitutto quelli delle donne stesse.

Modelli che inevitabilmente determinano anche la propriocezione femminile, il modo in cui le donne pensano a se stesse e si guardano. E anzi spesso sono proprio le donne a custodire con più determinazione questo tipo di retorica censoria e antinarrativa.

Io non sono fan di Beyoncé ma, sia messo agli atti, quelle foto a me sono piaciute. Sono belle e non solo: si sono rivelate anche un ottimo dispositivo per vedere meglio quanto è profonda la palude sessista dalla quale ci scambiano i nostri commenti al vetriolo.

(Jonathan Bazzi)

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24
Alberto De Pisis

Alberto De Pisis, tra carriera, amori e speranze per il futuro: “Mi piacerebbe diventare papà” – intervista

Culture - Luca Diana 28.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24

Leggere fa bene

Tutto ciò che accade è umano: intervista a Donatella Di Pietrantonio - Sessp 15 - Gay.it

Tutto ciò che accade è umano: intervista a Donatella Di Pietrantonio

Culture - Federico Colombo 1.1.24
Dolly Parton al Dallas Cowboys Football Game 2023

Alla faccia dell’ageismo: Dolly Parton a 77 anni si veste come le pare

Corpi - Redazione Milano 30.11.23
roccella-teoria-del-gender

Roccella e le retoriche di una ‘vecchia femminista’: “La teoria del gender è il nuovo patriarcato”

News - Francesca Di Feo 7.12.23
libri mascolinita tossica patriarcato

Abbasso il macho: 5 libri per riscrivere la maschilità

Culture - Federico Colombo 29.11.23
femminiciidio libri

Femminicidi, 5 libri sulle barbarie del patriarcato

Culture - Federico Colombo 23.11.23
donne-lesbiche-guadagnano-di-piu

Le lesbiche guadagnano di più delle donne etero a causa degli uomini

News - Francesca Di Feo 10.1.24
@elodie

Elodie si spoglia e scatta la polemica: siamo ancora a questo punto?

Culture - Redazione Milano 25.9.23
BigMama Sanremo 2024 La rabbia non ti basta

BigMama a Sanremo 2024: “Mi gridavano ‘cicciona’, ora guardate quanto sono fi*a”

Musica - Emanuele Corbo 12.1.24