Chiamami col tuo Nome da oggi su Netflix: “Possiamo ufficialmente uscire dal medioevo”

Finalmente in streaming su Netflix il capolavoro di Luca Guadagnino.

Chiamami col tuo Nome da oggi su Netflix: "Possiamo ufficialmente uscire dal medioevo" - Scaled Image 24 - Gay.it
< 1 min. di lettura

“Possiamo ufficialmente uscire dal medioevo”. L’ha toccata piano Netflix Italia, questa mattina, annunciando lo sbarco ufficiale sul proprio palinsesto di Chiamami col tuo Nome, capolavoro di Luca Guadagnino premiato con l’Oscar alla sceneggiatura non originale di James Ivory nel 2018.

Ambientato nell’estate del 1983, tra le province di Brescia e Bergamo, il film ruota attorno ad Elio Perlman, un diciassettene italoamericano di origine ebraica che vive con i genitori nella loro villa del XVII secolo. Un giorno li raggiunge Oliver, uno studente ventiquattrenne che sta lavorando al dottorato con il padre di Elio, docente universitario. Elio viene immediatamente attratto da questa presenza che si trasformerà in un rapporto che cambierà profondamente la vita del ragazzo…

Accolto da recensioni entusiastiche e in grado di vincere decine e decine di premi in tutto il mondo, Chiamami col tuo Nome è il terzo e ultimo film della “trilogia del desiderio” di Guadagnino, dopo Io sono l’amore (2009) e A Bigger Splash (2015). Strepitosi protagonisti Timothée Chalamet e Armie Hammer, da due anni dichiaratamente disposti a tornare sul set per girare quel sequel che lo stesso regista vorrebbe portare a compimento. Nell’attesa, Andrè Aciman, autore del romanzo originale, ha partorito il seguito ufficiale, Cercami, da un paio di mesi uscito in libreria con Guanda editore.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Sara Drago

Sara Drago: “La realtà è piena di diversità, sarebbe bellissimo interpretare un uomo” – intervista

Cinema - Luca Diana 11.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Sergio Mattarella 17 maggio giornata internazionale contro omofobia transfobia bifobia

17 maggio, Mattarella contro l’omobitransfobia: “Non è possibile accettare di rassegnarsi alla brutalità”

News - Redazione 17.5.24
Francesco Cicconetti, l'Università di Urbino gli riconosce l'identità di genere anche sul diploma - Francesco Cicconetti - Gay.it

Francesco Cicconetti, l’Università di Urbino gli riconosce l’identità di genere anche sul diploma

News - Redazione 17.5.24

I nostri contenuti
sono diversi