DilloaGiulia: la piattaforma che raccoglie le testimonianze delle vittime di omotransfobia

Un modo per dimostrare quanto possono fare male le discriminazioni di genere e per l'orientamento sessuale.

dilloagiulia
2 min. di lettura

Una violenza, verbale o fisica, per chi la subisce può essere un trauma. Per chi la legge e per chi ci governa una spinta a fare qualcosa. E’ questo il senso della piattaforma DilloaGiulia, il primo portale italiano dove le vittime possono raccontare la loro brutta esperienza. Questa campagna è all’interno del progetto europeo Call It Hate, e ha ricevuto il finanziamento dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Brescia, mentre la parte tecnica è stata sviluppata da Studiomeme.

L’obiettivo di questo progetto mira a far capire quanto possono fare male le discriminazioni e le violenze per il proprio orientamento sessuale o per il genere. Sono già tantissime le testimonianze raccolte. Sono episodi di bullismo, di insulti e derisioni da parte dei compagni di classe e talvolta anche dai professori. C’è chi ha paura di scambiarsi un gesto d’affetto in pubblico, chi sperava di trovare un aiuto dichiarandosi a un amico ma che invece lo ha detto a tutta la classe, per non parlare dei disagi delle persone trans che non avevano un luogo sicuro dove rifugiarsi.

DilloaGiulia: consigli su come affrontare un’aggressione omofoba

Nel 2018, Gay.it ha raccolto 57 denunce di aggressioni omofobe. Ma sono solo quelle denunciate alle autorità o tramite social e associazioni. Infatti, molti decidono di tenere tutto dentro, di subire senza fare nulla, incassando botte e offese, a scuola, come in piazza o in famiglia. Per questo motivo, DilloaGiulia mira a dare coraggio a queste persone, affinché decidano di denunciare e avere giustizia.

Assieme al sito, la campagna ha dato lanciato anche due hashtag molto particolari. #nientedistrano e #donotcover.  Dal 14 ottobre, questi due hashtag si possono utilizzare per raccontare la propria storia sui social. #nientedistrano vuole andare contro i pregiudizi nei confronti della comunità trans, facendo capire il disagio che si prova, abbattendo lo stereotipo secondo il quale una persona trans è un/una escort. #dontocover invece vuole incoraggiare le persone LGBT+ a denunciare gli episodi di violenza, sia da vittime che da testimoni.

Nel sito, è presente anche un timer. Il primo indicatore tiene conto del tempo da quando è online la piattaforma. Il secondo è un contatore, che registra tutte le nuove testimonianze. Ad oggi, sono 60 (3 in più rispetto al 2018).

Credits: Sito della campagna

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rocco Casalino, insulti omofobi dal ras degli ambulanti Augusto Proietti: "Fr*cio miserabile" (VIDEO) - Il Portavoce di Rocco Casalino 2 - Gay.it

Rocco Casalino, insulti omofobi dal ras degli ambulanti Augusto Proietti: “Fr*cio miserabile” (VIDEO)

News - Redazione 4.3.24
Grecia, si è sposata la prima coppia gay. Ed è boom matrimoniale turistico in stile Mamma Mia! - Grecia Mamma Mia - Gay.it

Grecia, si è sposata la prima coppia gay. Ed è boom matrimoniale turistico in stile Mamma Mia!

News - Redazione 4.3.24
@samsmith

Sam Smith è lə modellə punk che non ti aspettavi

Culture - Redazione Milano 4.3.24
milano-transfobia-consiglio-comunale

Milano, transfobia in Consiglio Comunale da parte del consigliere Lega Simone Piscina – LINGUAGGIO FORTE

News - Francesca Di Feo 4.3.24
David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24

Leggere fa bene

cremona pride: 6 luglio 2024

Cremona Pride 2024: il 6 luglio

News - Giorgio Romano Arcuri 12.12.23
Polonia, giornalista della Tv di Stato si scusa in diretta per la propaganda anti-LGBTQ+ degli ultimi 8 anni (VIDEO) - Wojciech Szelag - Gay.it

Polonia, giornalista della Tv di Stato si scusa in diretta per la propaganda anti-LGBTQ+ degli ultimi 8 anni (VIDEO)

News - Redazione 16.2.24
Russia, arrestate due donne per un bacio e costrette alle scuse pubbliche: “Nuocete alla psiche dei minori” - Russia arrestate due donne per un bacio social e costrette alle scuse pubbliche - Gay.it

Russia, arrestate due donne per un bacio e costrette alle scuse pubbliche: “Nuocete alla psiche dei minori”

News - Redazione 19.2.24
Palermo Pride 2024 - Respinto l'ordine del giorno di adesione al Pride del 22 Giugno, il sindaco Lagalla trascinato dall'estrema destra

Palermo Pride 2024, respinta l’adesione del comune, l’estrema destra trascina il sindaco Lagalla

News - Redazione Milano 19.2.24
sconto donna queer ebike scooter

È giusto lo sconto perché sei donna e/o queer?

News - Redazione Milano 16.9.23
tdor ungheria transgender

Ungheria, 60 persone transgender presentano ricorso al Tribunale Europeo dei Diritti dell’Uomo contro le leggi anti-trans

News - Francesca Di Feo 20.11.23
Guglielmo Giannotta Eugenia Roccella corpo delle donne patriarcato identità di genere stereotipi di genere studi di genere

L’ignoranza di Roccella, il corpo delle donne come causa delle violenze: la risposta di Guglielmo Giannotta

News - Redazione Milano 27.11.23
Emanuele Pozzolo il post omofobico ai tempi dell'approvazione delle unioni civili. Nella foto insieme a Giorgia Meloni che lo scelse nelle liste elettorali del 25 Settembre 2022.

Emanuele Pozzolo, scelto da Meloni: ecco il post omofobico contro le unioni civili

News - Redazione Milano 3.1.24