E SE TOTTI FOSSE GAY?

Questa estate a Copenhagen si svolgono i Campionati mondiali di calcio per gay e lesbiche. Centinaia d'atleti da tutto il mondo. Per prepararvi, ecco le foto dei calciatori veri…

E SE TOTTI FOSSE GAY? - calciatori totti - Gay.it
3 min. di lettura

Clicca qui per la galleria di calciatori
COPENHAGEN – Vi piace il calcio? Beh, almeno sarete affascinati dai calciatori. E se proprio siete allergici allo sport, potete sempre subire l’attrazione della Danimarca e della sua splendida capitale, dove dal 31 luglio al 6 agosto, si svolgerà l’annuale Campionato mondiale di calcio per gay e lesbiche.

E SE TOTTI FOSSE GAY? - logo red medium - Gay.it

Per partecipare al torneo arrivano tradizionalmente a Copenhagen gay e lesbiche da molte città quali New York, Londra, Berlino, Boston, Oslo, Monaco di Baviera, Barcellona, San francisco, ma questa volta gli organizzatori sperano di entrare in contatto anche con molti nuovi calciatori e squadre, specialmente dall’est europeo, ma anche – per esempio – dall’Africa e dal Sud-America. Alcuni di questi giocatori avranno libero accesso al torneo e avranno garantita l’ospitalità a Copenhagen. Solo il viaggio, il cibo e le bevande costuiranno un costo per loro. E se anche voi ve la cavate con la palla al piede, potete compilare il formulario e avere la possibilità di diventare uno di questi calciatori; sarà premura degli organizzatori fare ogni sforzo per favorirvi nel raggiungere Copenhagen. Se non avete una squadra, nessun problema: alcune sono già costituite, ma molti calciatori partecipano ai campionati come singoli giocatori. Questi calciatori si iscrivono semplicemente al torneo e sono inseriti in squadre costituite da altri singoli giocatori, che spesso provengono da diversi luoghi nel mondo. Bello, no?

E SE TOTTI FOSSE GAY? - Johnny Hansen - Gay.it

Abbiamo chiesto al responsabile del Comitato organizzatore, Johnny Hansen cosa dobbiamo aspettarci dal torneo e dagli eventi collaterali.
Cosa succederà a Copenhagen?
Molte cose. Abbiamo organizzato un torneo di calcio con 20 squadre maschili ed ancora di più femminili, divise in una prima e una seconda divisione.
Perchè due divisioni?
Per dare l’opportunità alle squadre che partecipano in modo più agonistico di incontrare squadre altrettanto competitive. La seconda divisione è organizzata per chi partecipa all’evento più per socializzare e, pur avendo a cuore la vittoria, considera maggiormente importante lo stare insieme. La seconda divisione femminile sarà un torneo a 7, per offrire maggiori possibilità di costituire squadre per il torneo. Invece la prima divisione sarà un torneo a 11 giocatrici.
Ma perchè organizzare un torneo riservato a gay e lesbiche?
Dal mio punto di vista ci sono tre ragioni principali per gli omosessuali di partecipare al nostro torneo. Prima di tutto è una grande possibilità di incontrare altri gay e lesbiche. In secondo luogo per l’opportunità di giocare a calcio senza l’assillo dell’appartenenza, come accade a molti omosessuali quando giocano con squadre di eterosessuali. Infine: molti calciatori partecipano a tornei come questo ogni anno e hanno avuto l’occasione di fare molte nuove amicizie nel mondo per cui i giochi diventano un grande rendezvous.
Cos’altro accadrà a Copenhagen oltre al torneo?
Un’intera settimana densa di eventi sociali. La grande cerimonia di apertura avrà luogo domenica seguita dal benvenuto ufficiale della città di Copenhagen al Municipio, lunedì, e poi feste per uomini e donne, visite guidate alla città, eventi speciali riservati ai giocatori e anche cene con ospiti danesi che daranno la possibilità ai danesi di incontrare i calciatori e mostrare loro l’ospitalità di questa nazione. La grande festa finale avrà luogo sabato, per tutti coloro che sono coinvolti nell’evento.
Quanto costerà tutto questo?
Dipende. L’iscrizione al torneo, che include la cerimonia iniziale e la festa finale è fissata a 70 €. Naturalmente c’è la necessità di un posto per dormire: qui offriamo 4 possibilità con 4 prezzi diversi. La più economica è attraverso l’ospitalità privata, intorno ai 20 € per l’intera settimana. Nel nostro programma, circa 50 giocatori riceveranno ingresso e ospitalità gratuiti per il torneo. Questo dipenderà dal luogo di provenienza di questi calciatori e dai loro introiti.
Se giocate a calcio, seriamente o per divertimento, e volete partecipare ai giochi, è facile partecipare: Scrivete al comitato organizzatore a Copenhagen attraverso uno dei seguenti indirizzi: press@vm2005.dk henrikjespersen@vm2005.dk.
Oppure visitate il sito: https://www.vm2005.dk/.
Clicca qui per la galleria di calciatori

di Alessandro Federici

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Eurovision 2024, la cantante queer Saba rappresenterà la Danimarca con "Sand" (VIDEO) - Saba - Gay.it

Eurovision 2024, la cantante queer Saba rappresenterà la Danimarca con “Sand” (VIDEO)

Musica - Redazione 9.4.24