Foggia, stasera in Piazza Mercato sit-in contro l’omobitransfobia dopo l’aggressione a ragazzo gay

Appuntamento a tutte le persone che sono stanche e arrabbiate mercoledì 19 giugno alle ore 20.00.

ascolta:
0:00
-
0:00
Foggia Aggressione Omofobica - Sit In 19 Giugno Piazza Mercato
Foggia Aggressione Omofobica - Stasera sit in di protesta alle ore 20 in Piazza Mercato
3 min. di lettura

Il branco che accerchia, insulta e picchia.

L’aggressione omobitransfobica che ha coinvolto un ragazzo gay di 26 anni, un suo amico che era intervenuto in sua difesa poi finito in ospedale e una ragazza ha scioccato Foggia, oggi chiamata in piazza Mercato per dire basta all’odio e alla violenza.

Gli aggressori sono stati ripresi e denunciati, uno a uno. Alessandro e tutta la sua comunità Lgbtqia+ di Foggia non si lascerà intimidire da questi atti di violenza“, ha precisato Arcigay, chiedendo all’intera cittadinanza di scendere in strada.

Continueremo a lottare per i diritti e la dignità di tutte le persone, promuovendo il rispetto e l’inclusione. Chiediamo alle autorità competenti di agire con decisione per assicurare alla giustizia i responsabili di questo attacco. Questo ennesimo atto di violenza ci colpisce profondamente, ma non ci scoraggia. La nostra comunità è forte e unita. Esprimiamo tutto il nostro affetto e supporto ad Alessandro e prendiamo ispirazione dal suo coraggio per lanciare un messaggio a tutte le persone della comunità LGBTQIA+: non siete sole! Noi non restiamo in silenzio! La nostra lotta contro l’omobitransfobia continuerà con ancora più determinazione”. “L’aggressione è avvenuta proprio nel mese di giugno, il mese dell’orgoglio Lgbtqia+, il mese in cui dimostriamo che insieme possiamo fare la differenza, il mese in cui l’anno scorso oltre 5.000 persone hanno attraversato la città di Foggia, passando a pochi metri da Piazza Mercato, dimostrando che esiste una città che sa essere inclusiva e solidale”. “Per questo motivo diamo appuntamento a tutte le persone che sono stanche e arrabbiate come noi, mercoledì 19 giugno alle 20 in Piazza Mercato. È essenziale che tutte le cittadine e i cittadini di Foggia si uniscano a noi nel rifiutare questo clima di paura e odio e che partecipino al dibattito che riguarda quello spazio, che può e deve essere uno spazio sicuro, che non abbiamo intenzione di lasciare nelle mani di chi usa la violenza per affermarsi. L’appuntamento è davanti al “Parallelo”, luogo protetto in cui è affissa una nostra bandiera, zona franca e spazio di libertà per tutte le persone, abitato e attraversato da coloro che sono pronti a schierarsi dalla parte giusta“.

Un sit-in per dimostrare che Foggia è città di pace e solidarietà, dove l’odio non ha spazio. Anche la sindaca di Foggia Maria Aida Episcopo e il consigliere delegato alle Pari Opportunità Mario Cagiano hanno voluto esprimere il loro sconcerto per il vile pestaggio omofobo.

Con grande rammarico e indignazione, apprendiamo della vile aggressione omofoba avvenuta in Piazza Mercato e le ignobili offese razziste rivolte a una ragazza che accompagnava la vittima. Questo episodio non solo colpisce una persona, ma rappresenta un attacco ai valori di tolleranza, rispetto e inclusione che sono alla base della nostra comunità. Esprimiamo la nostra più sincera solidarietà e vicinanza alle vittime, ribadendo che nessuno dovrebbe vivere nella paura a causa del proprio orientamento sessuale, della propria identità o della propria etnia. Perché, lo diciamo con forza, a Foggia non c’è e non ci sarà spazio per l’odio e la discriminazione. Lo ha dimostrato la stessa piazza dove si è consumato l’episodio, intervenendo a difesa delle vittime; lo ha dimostrato questa amministrazione, impegnandosi fin dall’insediamento nella difesa dei diritti civili, confermata dall’adesione alla rete Ready per la lotta alla omotransfobia. Continueremo su questa strada, lavorando ancora più intensamente nella promozione della cultura del rispetto e della convivenza pacifica e intensificando le iniziative educative nelle scuole e nei luoghi di aggregazione per sensibilizzare i giovani sui temi dei diritti umani e della diversità. Allo stesso tempo, confidiamo nell’operato delle forze dell’ordine e delle autorità competenti affinché sia fatta piena luce su questo episodio e i responsabili affrontino le conseguenze delle loro azioni e questi atti non restino impuniti. Infine, chiediamo a tutte le cittadine e i cittadini di Foggia di reagire insieme contro ogni forma di violenza e discriminazione, perché solo attraverso l’unità e la solidarietà potremo costruire una società veramente equa, giusta e inclusiva per chiunque”.

Foggia, stasera in Piazza Mercato sit-in contro l'omobitransfobia dopo l'aggressione a ragazzo gay - Foggia stasera in Piazza Mercato sit in contro lomobitransfobia - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Titti De Simone - Legge contro l'omobitransfobia in Puglia

Legge contro l’omobitransfobia in Puglia, una battaglia durata 8 anni – Intervista a Titti De Simone

News - Francesca Di Feo 12.7.24
Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: "Per guardare al futuro insieme a lei" - Laika e Michela Murgia - Gay.it

Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: “Per guardare al futuro insieme a lei”

Culture - Federico Boni 11.7.24
Il matrimonio del mio migliore amico (1997)

Il tuo fruity boyfriend non ti salverà

Lifestyle - Riccardo Conte 12.7.24
Kylie Minogue, Bebe Rexha e Tove Lo

Kylie Minogue: il singolo ‘My Oh My’ con Bebe Rexha e Tove Lo è un “usato sicuro”, ma funziona – AUDIO

Musica - Emanuele Corbo 11.7.24
Il murales queer dedicato a Michela Murgia realizzato da Laika per il progetto "Ricordatemi come vi pare" curato da Pietro Turano di Arcigay

“Ricordatemi come vi pare”, non è ancora completato, e il murales queer dedicato a Michela Murgia fa infuriare la destra

Culture - Redazione Milano 7.7.24

Leggere fa bene

Rossario Lonegro Terapie RIparative - BBC

La Bbc intervista Rosario Lonegro, italiano sottoposto all’orrore delle terapie di conversione: “Il periodo più buio della mia vita”

Corpi - Francesca Di Feo 5.6.24
L'artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché "a scuola diventerebbe gay" (VIDEO) - Bryce Mitchell - Gay.it

L’artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché “a scuola diventerebbe gay” (VIDEO)

Corpi - Redazione 24.5.24
Accusata di essersi inventata la recensione omofoba di un cliente, è morta la ristoratrice Giovanna Pedretti - Giovanna Pedretti - Gay.it

Accusata di essersi inventata la recensione omofoba di un cliente, è morta la ristoratrice Giovanna Pedretti

News - Redazione 15.1.24
Settimo torinese, insulti omofobi sui manifesti del candidato Pd Antonio Augelli: "Fr*cio" - Settimo insulti omofobi manifesti elettorali Antonio Augelli - Gay.it

Settimo torinese, insulti omofobi sui manifesti del candidato Pd Antonio Augelli: “Fr*cio”

News - Redazione 15.5.24
Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: "Mi hanno chiamato r*cchiò" - omofobia - Gay.it

Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: “Mi hanno chiamato r*cchiò”

News - Redazione 2.4.24
Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24
aggressione-marrazzo

Aggredito Fabrizio Marrazzo, leader del Partito Gay: “Non è intervenuto nessuno” – VIDEO

News - Francesca Di Feo 12.6.24
Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L'omofobia trattata come banale lite in un parcheggio - jean pierre moreno - Gay.it

Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L’omofobia trattata come banale lite in un parcheggio

News - Redazione 15.3.24