Francesco Colucci: il window dresser che ha conquistato Londra

Storie di talenti italiani: Francesco Colucci ci racconta il successo come Visual Artist e come nascono le sue vetrine scenografiche.

Francesco Colucci: il window dresser che ha conquistato Londra - Francesco Colucci - Gay.it
5 min. di lettura

Francesco Colucci è un Visual Artist che negli ultimi 10 anni ha lavorato per Traid, un’organizzazione che opera nella beneficenza, impegnata nel riutilizzo di materiali tessili per supportare lo sviluppo internazionale; ha contribuito a creare la sua rinomata immagine attraverso la creazione di vetrine scenografiche in giro per Londra.
Dal 2009 vive a Londra, dove le sue vetrine gli hanno rapidamente dato una visibilità internazionale, i suoi lavori infatti sono stati pubblicati su “Vogue America“, “M Le Monde”, “Vogue Portugal” e ” Flewid book” .
Uno dei suoi ultimi scatti fotografici,  parte di un progetto personale nato durante il lockdown, è intitolato “The intimate diary of an isolated visionary” ed è stato nominato come uno dei “DRESS OF THE YEAR” 2020  per il Museo di moda a Bath, dal giornalista di moda e dall’educatore Ian R Webb.
Francesco ha inoltre iniziato a lavorare come libero professionista occupandosi dello styling di video musicali, progetti fotografici per riviste di moda  come Tush magazine e Vogue Italia e altre mostre come l’installazione a Selfridges per “Issey Miyake”.
Conosciamolo meglio.

Francesco Colucci: il window dresser che ha conquistato Londra - IMG 2848 scaled - Gay.it
Come hai iniziato il tuo lavoro?
Dopo essermi diplomato all’Accademia di Belle Arti di Roma in pittura nel 2006, ho iniziato a collaborare con l’artista italiana Paola Lo Sciuto, acquisendo esperienza nell’arte contemporanea, video-arte e teatro.
Una volta trasferitomi a Londra, dopo pochi mesi, ho iniziato a lavorare per Traid 10 anni fa. Traid è un ente di beneficenza impegnato per il riutilizzo dei tessili, che sostiene lo sviluppo internazionale. Dopo tre anni come assistente di vendita, la capacità di creare vetrine per il negozio per cui lavoravo, divenne molto evidente. Sono stato promosso “Visual Merchandiser” una nuova posizione lavorativa che Traid ha inserito nel suo organico, un unicum in una organizzazione umanitaria come la nostra, è stato un atto di riconoscenza che mi ha reso fiero e immensamente grato per l’attenzione data al mio impegno.

Francesco Colucci: il window dresser che ha conquistato Londra - 92212826 C7AC 48BD 8360 55C104171E7D scaled - Gay.it
Questo mi ha aiutato a vivere il mio lavoro con altri occhi in una modalità di apertura creativa diversa, esprimevo me stesso, omosessuale, in un’arte che mi appartiene naturalmente, è stata una sorta di rivincita personale conseguente a anni di ridicolarizzazioni, e atti di bullismo, che di certo non mi hanno permesso di esprimermi. Il mio gusto personale e il mio tocco distinto hanno fatto il resto, entro pochi anni, per le strade di Londra, le mie creazioni divennero un vero e proprio marchio per l’identità dell’organizzazione.

Francesco Colucci: il window dresser che ha conquistato Londra - IMG 6971 2 scaled - Gay.it

Per le tue creazioni ti ispiri a dei personaggi della scena queer?
Più che queer, sicuramente il mio interesse negli anni sulla storia del costume, la continua ricerca espressiva nella moda e nell’arte e l’interpretazione dell’abito nella società moderna mi ha fatto conoscere diversi personaggi che ancora oggi sono essenzialmente fonte d’ispirazione per il mio lavoro. Ricordo la mia tesi finale all’Accademia di Belle Arti riguardava proprio il concetto del Travestitismo, a partire dall’antica storia greca, fino all’uso del costume, non solo come forma performativa, ma anche come espressione e identità di genere. Ripercorrendo la storia del teatro inglese e arrivando alla rappresentazione del teatro giapponese, e all’arte del ventesimo secolo, rappresentata al meglio dal dadaista Marchel Duchamp, che fu il primo a presentare il travestitismo come concetto d’identità, volgendomi poi al cinema, alla musica, alla scoperta di Leigh Bowery, uno dei artisti e performer che hanno maggiormente  influenzato il mondo underground inglese e soprattutto uno dei miei artisti preferiti, fino ad arrivare alla moda di stilisti come Elsa Schiaparelli (1890 -1973) e ai più conteporanei come Alexander McQueen, John Galliano, Commes  des Garcons ecc.

Francesco Colucci: il window dresser che ha conquistato Londra - DF2C8A10 361F 4CCE B268 4BA5E183A044 - Gay.it

Ricordi la prima vetrina che hai fatto con lo stile per cui ti conosciamo oggi? 

Ricordarsi della prima vetrina, potrebbe essere complesso, occupandomi di 12 negozi in giro per Londra e facendo questo lavoro da più di 7 anni creando manichini tutti giorni, ma ho raccolto negli anni una vasta documentazione fotografica e nel riguardarla spesso, capisco che il tempo, l’esperienza e la continua ricerca di nuove shilouette e nuovi volumi hanno reso i miei lavori più forti e di certo più raffinati nel concetto, e nel risultato materiale finale. Il mio lavoro è stato opinato a volte, ma più spesso acclamato, e riflettendo la mia espressione umana e creativa ciò mi ha reso molto orgoglioso. Non è stato un viaggio facile, soprattutto all’inizio, ma accettare la sfida mi ha permesso di arrivare dove sono oggi, immaginando un futuro da artista.

Francesco Colucci: il window dresser che ha conquistato Londra - FD4B8747 4118 4EFE BFA5 BA72C3973FAF 2 scaled - Gay.it
Utilizzi dei materiali di supporto per creare le tue silhouette oppure viene tutto creato usando gli abiti?
Avendo un budget basso è raro che prenda cose altrove.
Il vero segreto è usare soprattutto la mia visione immaginativa, creando spesso senza nessun tipo d’idea una composizione.

Francesco Colucci: il window dresser che ha conquistato Londra - IMG 7146 2 scaled - Gay.it
Uso abiti, accessori, stoffe e oggetti che trovo disponibili in negozio, di volta in volta questi elementi li riadatto sui manichini, ho degli accessori che conservo, riuso e trasformo dandogli ogni volta una forma diversa come: guanti, cappelli, copricapi, e lavorando con strumenti semplici come forbici, nastro adesivo e spilli cambiano sempre il loro significato.

Francesco Colucci: il window dresser che ha conquistato Londra - IMG 5848 scaled - Gay.it
Qual’è il messaggio che vuoi diffondere attraverso il tuo lavoro?
Il messaggio che trasmetto attraverso ogni installazione è sempre diverso, ma ad essere onesti, ciò che mi importa è il processo di comunicazione e l’interazione tra me e il pubblico.
Il risultato è aperto all’interpretazione, anche perché essendo un perfezionista sono sempre concentrato nel capire come migliorare me stesso attraverso il processo creativo, credo che sia spesso una riflessione di me e dei miei sentimenti, ad esser sincero trovo anche che lavorare nella vetrina di un negozio durante l’orario di apertura sia come attuare una live performance.

https://www.instagram.com/francesco.colucci82/?hl=it

Francesco Colucci: il window dresser che ha conquistato Londra - IMG 4589 scaled - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Gabriel Attal Jordan Bardella Gay.it TikTok

È virale la storia d’amore tra Jordan Bardella e Gabriel Attal inventata su TikTok durante le elezioni in Francia

Culture - Mandalina Di Biase 12.7.24
Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: "Per guardare al futuro insieme a lei" - Laika e Michela Murgia - Gay.it

Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: “Per guardare al futuro insieme a lei”

Culture - Federico Boni 11.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Chi è Danny Ramirez, che interpreterà l'amante di Joaquin Phoenix nel nuovo film queer di Todd Haynes - Danny Ramirez - Gay.it

Chi è Danny Ramirez, che interpreterà l’amante di Joaquin Phoenix nel nuovo film queer di Todd Haynes

Cinema - Redazione 15.7.24
Kylie Minogue a Hyde Park regina di Londra (al fianco di Giuseppe Giofrè) - Kylie Minogue - Gay.it

Kylie Minogue a Hyde Park regina di Londra (al fianco di Giuseppe Giofrè)

Musica - Federico Boni 15.7.24
Roberto Bolle in vacanza con l'amato Daniel Lee e la sua famiglia - Roberto Bolle in vacanza con Daniel Lee e la sua famiglia - Gay.it

Roberto Bolle in vacanza con l’amato Daniel Lee e la sua famiglia

Culture - Redazione 11.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

Marcelo Burlon

Marcelo Burlon lascia il suo brand per godersi suo marito, i suoi cani e le nuove attività

Lifestyle - Redazione Milano 23.4.24
Marco Mengoni e Xavier Dolan alla sfilata di Fendi SS25 - foto instagram @mengonimarcoofficial

Marco Mengoni e la scaramuccia con Xavier Dolan, mentre Nicholas Galitzine ride con Aron Piper

Lifestyle - Mandalina Di Biase 16.6.24
Non Voltarti – Storie di Quartiere

Non Voltarti: Levi’s celebra la comunità queer di Porta Venezia

Lifestyle - Redazione Milano 31.5.24
Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri sono diventati genitori di Mia e Sun: "Un sogno diventato realtà" - Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri genitori - Gay.it

Simon Porte Jacquemus e Marco Maestri sono diventati genitori di Mia e Sun: “Un sogno diventato realtà”

Culture - Redazione 23.4.24
Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24
Sabato De Sarno direttore creativo Gucci - foto @tyrellhampton + @federicociamei

Sabato De Sarno non vuole controllare le emozioni

Culture - Riccardo Conte 26.3.24
Alessandro Michele - Creative Director Valentino

Valentino, Alessandro Michele direttore creativo dopo l’addio di Pierpaolo Piccioli che andrebbe da Chanel

Lifestyle - Mandalina Di Biase 28.3.24
@samsmith

Sam Smith è lə modellə punk che non ti aspettavi

Culture - Redazione Milano 4.3.24