Gay Center vince causa contro Radio Globo: l’obiezione commerciale è lecita per chi discrimina

Il fatto evidenzia però la mancanza di una legge contro l'omofobia, sottolinea Fabrizio Marrazzo.

radio globo
2 min. di lettura

Gay Center e Arcigay Roma hanno vinto. Il tribunale di Roma ha stabilito che è lecito, per le associazioni LGBT coinvolte, portare avanti un’obiezione commerciale contro chi discrimina le persone omosessuali, ovvero Radio Globo. Il fatto risale alle dichiarazioni dello speaker Roberto Marchetti. Il quale, nel settembre 2018, aveva affermato che provava ribrezzo a vedere due persone dello stesso sesso che si baciano. Le associazioni erano insorte, ma Radio Globo non aveva mai preso le distanze dallo speaker. Tantomeno Marchetti aveva mai chiesto scusa per la sua dichiarazione.

Radio Globo aveva denunciato le due associazioni dopo che le stesse avevano lanciato un appello a tutti gli sponsor che collaboravano con l’emittente, per concludere la collaborazione commerciale. Nel comunicato si legge:

Le associazioni, difese rispettivamente dagli avvocati Silvia Claroni per Gay Center e Salvatore Simioli per Arcigay Roma, hanno avuto ragione dal Tribunale di Roma che ha definito “lecita l’obiezione commerciale“.

Gay Center vs Radio Globo: ma manca ancora una legge contro l’omofobia

Un appello però è rivolto anche alla politica: manca un mezzo di contrasto per far fronte a queste situazioni, spiega Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center. Naturalmente, si riferisce a una legge contro l’omofobia, la quale sarebbe stata impugnata in un caso come questo. Nel comunicato, Marrazzo continua:

Oggi il Tribunale Civile di Roma ci dà ragione, affermando che è “lecita l’obiezione commerciale” e condanna Radio Globo alle spese processuali. La nostra azione è stata legittima e che la radio non prendendo di fatto le distanze dal suo speaker, non può lamentarsi delle nostre azioni. Questa sentenza è molto importante perché per la prima volta stabilisce come legittima l’azione delle associazioni gay contro le attività discriminatore di un media.

 Purtroppo come si evince dalla sentenza l’assenza di una legge contro l’omofobia non ci da strumenti reali di contrasto alle discriminazioni, per questo sollecitiamo il Parlamento ad approvare al più presto una legge contro l’omofobia. Inoltre, ci auguriamo che Radio Globo si scusi con gli utenti lesbiche, gay e trans e non ripeta più affermazioni discriminatore.

Francesco Angeli, presidente Arcigay Roma, precisa:

La sentenza evidenzia il contenuto omofobo delle dichiarazioni del conduttore di Radio Globo. […] Di conseguenza viene legittimato il diritto di critica da parte dell’associazione Arcigay Roma, legato all’art. 21 della Costituzione, di esprimersi liberamente sulle dichiarazioni della radio, richiedendone, come accaduto a settembre, le scuse ufficiali.

 La sentenza inoltre conferma come legittima l’azione verso gli sponsor. Espressa come appello per interrompere il sostegno economico alla Radio, confermando che mai ha espresso una posizione di distanza da queste. Una sentenza importante che ribadisce la centralità del lavoro di Arcigay Roma nella difesa delle discriminazioni omofobe, derivanti dal linguaggio d’odio, che servirà come esempio per il futuro nell’utilizzo di un linguaggio non offensivo.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Beatrice Quinta, da X Factor al primo EP

Beatrice Quinta: “Parlo sempre di sesso perché ho scoperto che posso godere” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
queer palm, festival di cannes, i vincitori

Festival di Cannes. Tutti i film vincitori della Queer Palm dal 2010 ad oggi

Cinema - Gio Arcuri 17.5.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - Elezioni Europee ecco i 26 candidati italiani - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24

Leggere fa bene

La Lega Nazionale Dilettanti in campo contro l’omofobia: "L'amore per il pallone la batte" - Campagna social contro lomofobia 1200x686 copia - Gay.it

La Lega Nazionale Dilettanti in campo contro l’omofobia: “L’amore per il pallone la batte”

Corpi - Redazione 16.5.24
gioco videogame lgbt queer_

Natascia Maesi, presidente Arcigay: “Il gioco è sempre più tentativo di cambiare la realtà”

Culture - Matteo Lupetti 17.4.24
Numero Verde 800713713 Gay Help Line - 18 anni, 350.000 chiamate, il 51% da giovani -

Gay Help Line, 18 anni di supporto telefonico LGBTIAQ+ : 51% delle richieste arrivano da giovani – VIDEO

News - Gay.it 18.3.24
Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno - Arcigay Livorno - Gay.it

Lorenzo Gasperini, ex consigliere leghista condannato per diffamazione contro Arcigay Livorno

News - Redazione 8.3.24
Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all'assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO - Gay Center - Gay.it

Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all’assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO

News - Redazione 1.2.24
napoli-arcigay-im-queer-any-problem

Napoli, scontro interno tra associazioni LGBTIAQ+, Arcigay accusa il collettivo I’m Queer Any Problem?

News - Francesca Di Feo 1.2.24
Chiara Ferragni e i ciondoli di beneficenza LGBTIAQ+, cosa ci ha detto CIG Arcigay Milano - Love Fiercely il progetto di Chiara Ferragni per celebrare lamore egualitario - Gay.it

Chiara Ferragni e i ciondoli di beneficenza LGBTIAQ+, cosa ci ha detto CIG Arcigay Milano

News - Lorenzo Ottanelli 5.2.24