Giacinto Festival, intervista al suo creatore Luigi Tabita: “La città di Noto è realmente una città dei diritti”

A una settimana dal via della sesta edizione del Giacinto Festival, a Noto, in Sicilia, abbiamo intervistato il suo direttore artistico.

Giacinto Festival, intervista al suo creatore Luigi Tabita: "La città di Noto è realmente una città dei diritti” - Giacinto Festival intervista al suo creatore Luigi Tabita - Gay.it
3 min. di lettura
Giacinto Festival, intervista al suo creatore Luigi Tabita: "La città di Noto è realmente una città dei diritti” - A1A9301 Modifica - Gay.it
© angelo giglio

Tra pochi giorni a Noto riprenderà vita il Giacinto Festival, arrivato alla sua sesta ricca edizione.  Per l’occasione abbiamo intervistato Luigi Tabita, attore nonché creatore e Direttore artistico del “Giacinto Festival – nature LGBT+“, nato nel 2015 con patrocinio del Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Regione Sicilia e UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazione della Presidenza del Consiglio).

Sesta edizione, ma immaginiamo mai come quest’anno di una difficoltà estrema. Come si fa ad organizzare un Festival ai tempi del Covid-19?

È stato molto complicato quest’anno, sia per i decreti restringenti sia perché sono venuti meno contributi pubblici e privati. Nonostante questo lo abbiamo voluto fare lo stesso perché, per chi ancora non si è dichiarato o ha difficoltà ad accettarsi, luoghi come il Giacinto diventano necessari. Il lavoro di programmazione del festival dura l’intero anno. Il programma della sesta edizione era già pronto prima dell’arrivo della pandemia ma ovviamente tutto è stato messo in discussione. Questa crisi come ogni crisi cambia il sistema dei significati e quindi ci siamo interrogati rispetto a questo nuovo mondo che si prospetterà, ripensando questa edizione sia nei contenuti che sugli strumenti da utilizzare per garantire questa sesta edizione e continuare a fare informazione.


In pochi anni Noto è letteralmente esplosa, anche a livello turistico. Quanto questo Comune siciliano con poco più di 20.000 abitanti è diventato inclusivo, al di là del Giacinto Festival che si svolge ogni estate.

Noto è una città straordinaria, che negli anni ha fatto del pluralismo e dell’inclusione il suo cuore pulsante, basti pensare che esiste in citta la più grande comunità nomade, i camminanti, con i quali gli abitanti convivono da più di cinquant’anni. Grazie ad amministratori illuminati tutto questo è potuto avvenire, e anche quando nel 2015 la GETA (Gay European Travel Association) rivelò che Noto, per le sue bellezze architettoniche e naturali, era una delle mete preferite della comunità lgbt+, portando anche un indotto del 20%, l’amministrazione volle creare un momento di confronto ed informazione con i cittadini sui temi lgbt+, fu così che nacque il “Giacinto festival”. Il lavoro del Giacinto continua anche in inverno con incontri di informazioni nelle scuole, associazioni, presentazioni di libri. La città di Noto è realmente una “città dei diritti”.


Il 9 agosto, tra le altre cose, le associazioni LGBT daranno vita ad un percorso pedonale rainbow nel cuore della città. Ma sarà un qualcosa che rimarrà, o che andrà a sparire con la chiusura del Festival.

Secondo il codice della strada le strisce pedonali possono essere solo di colore bianco o giallo quindi abbiamo pensato di creare un percorso alternativo che rimarrà anche dopo il festival. Ci tenevamo a lasciare un segno urbano della comunità lgbt+ come nelle grandi capitali mondiali.

Nel programma spazio ad installazioni urbane, al ricordo di Mario Mieli grazie al film Gli Anni Amari e a Drusilla Foer, che chiuderà un Festival quest’anno dedicato al Corpo, inteso come?

La pandemia e le sue continue restrizioni fisiche ci hanno messo di fronte all’importanza e ai limiti del nostro corpo. Corpi nascosti o protetti per evitare il contagio, corpi forti o fragili come quelli di coloro che non ce l’hanno fatta. Ognuno di noi ha dovuto fare i conti con la propria fisicità e la mancanza di quella degli altri. Abbiamo deciso di dedicare al corpo questa VI edizione per approfondirne la sua forza rivoluzionaria. La libertà di essere noi stessi, di scegliere, di autodeterminarci infatti passa dalla libertà dei corpi. Una libertà continuamente minata, imbrigliata in stereotipi e timori che ancora oggi ci rendono schiavi del sistema. Il tema verrà declinato ed affrontato con vari linguaggi e stili. Saranno due giornate ricche di incontri ed approfondimenti. Affronteremo il tema del “Bodyshaming” (derisione del corpo) con l’on. Stefania Pezzopane e lo scrittore Dario Accolla. Proietteremo il film “Gli anni amari” diretto da Andrea Adriatico sulla vita di Mario Mieli, teorico degli studi di genere, e poi ancora invaderemo la città con delle istallazioni urbane: dal progetto “I am” sui corpi in transito, ideato dalla coppia di artisti Schirra/Giraldi e pubblicato anche sul National Geographic, allo studio “I am what I am: nude” di Fabio Dolce. La chiusura del festival sarà affidata all’arguta Drusilla Foer che si racconterà tra musica e poesia, un vero alterego dell’artista che l’ha creata e che diventa un “corpo simbolo” per poter dire e agire oltre gli schemi.

Hai mai pensato ad un Giacinto Pride, ovvero ad un Festival in stile Brighton, vicino Londra, che abbraccia due giorni di eventi e sfilata di chiusura?

Ogni anno nella seconda giornata del festival c’è sempre stata una parata denominata “onda rainbow” all’intero della città con flashmob e azioni organizzate dalle associazioni lgbt+. Quest’anno purtroppo, a causa del covid, non sarà possibile realizzarla dal momento che sono vietati gli assembramenti, ma ci auguriamo di tornare presto a coinvolgere la città con i colori dell’arcobaleno!

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella: "Ci sbatte in faccia il privilegio ottenuto senza alcun talento specifico" - Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella - Gay.it

Selvaggia Lucarelli vs. Paolo Stella: “Ci sbatte in faccia il privilegio ottenuto senza alcun talento specifico”

Culture - Redazione 18.7.24
Maria De Filippi e Amadeus, Festival di Sanremo

“Festival di Sanremo” cercasi: su Canale 5 arriva “Amici-Verissimo”, sul Nove “Suzuki Music Party”

Culture - Luca Diana 18.7.24
Annalisa parla di un Nuovo Album

Annalisa si prepara per un nuovo album: “Voglio invitare un po’ di colleghi”

Musica - Emanuele Corbo 19.7.24
Laura Pausini, Eros Ramazzotti, Giorgia, Elisa e Tiziano Ferro insieme in un'iconica foto presto diventata virale - Laura Pausini Eros Ramazzotti Giorgia Elisa e Tiziano Ferro - Gay.it

Laura Pausini, Eros Ramazzotti, Giorgia, Elisa e Tiziano Ferro insieme in un’iconica foto presto diventata virale

Musica - Redazione 19.7.24
Vladimir Luxuria Isola dei Famosi 2024

Palinsesti Mediaset 2024/2025. Vladimir Luxuria non condurrà più l’Isola dei Famosi. Verissimo incontra Amici

Culture - Redazione 17.7.24
Katy Perry video

“Ho visto le stelle”: tutte pazze per il vibratore di Katy Perry (un po’ meno per il suo singolo)

Musica - Emanuele Corbo 19.7.24

Leggere fa bene

Michele Bravi ritratto da Mauro Balletti per 'Tu cosa vedi quando chiudi gli occhi?'

L’atlante di Michele Bravi, tra poesie e pornostar – l’intervista

Musica - Riccardo Conte 9.4.24
Biennale Arte Venezia 2024 - Foreign Everywhere by Adriano Pedrosa

Siamo ovunque: cosa aspettarci dalla Biennale queer e decolonizzata di Adriano Pedrosa

Culture - Redazione Milano 2.2.24
Giorgio Ramondetta nudo

Giorgio Ramondetta nudo per il nuovo calendario di Yummy Magazine: guarda la cover

Corpi - Luca Diana 4.7.24
Andrea Tarella - Gay.it intervista

Le creature fantastiche di Andrea Tarella “Ho galline in giardino, un fagiano, un’iguana, un drago barbuto, e tanti acquari intorno a me”

Culture - Riccardo Conte 20.2.24
ARIA! di Margherita Vicario

Mani in ARIA! insieme a Margherita Vicario, ascolta il nuovo singolo dal film GLORIA! – VIDEO

Musica - Redazione Milano 28.3.24
pride village virgo padova eventi dal 4 al 6 luglio

Pride Village Virgo di Padova: gli eventi da stasera fino a sabato (4-6 luglio)

News - Gio Arcuri 4.7.24
Corita Kent Padiglione Vaticano Biennale 2024

Biennale di Venezia, Papa Francesco omaggerà Corita Kent, la suora queer che fuggì con la sua amante

Culture - Mandalina Di Biase 14.3.24
Safffo, a Roma la 3a edizione del Festival che promuove l’espressione artistica LGBTQIA+ indipendente - SAFFFO 2024 - Gay.it

Safffo, a Roma la 3a edizione del Festival che promuove l’espressione artistica LGBTQIA+ indipendente

Culture - Redazione 15.5.24