“I miei traumatici anni con Bryan Singer”, l’accusa fiume dell’ex assistente del regista

Nuove pesantissime accuse di abusi sessuali ai danni del padre degli X-Men.

"I miei traumatici anni con Bryan Singer", l'accusa fiume dell'ex assistente del regista - Bryan Singer - Gay.it
4 min. di lettura

Oggi 56enne, Bryan Singer, regista di cult assoluti come I Soliti Sospetti, padre degli X-Men cinematografici, di Superman Returns e di Bohemian Rhapsody, prima di venire licenziato da Brian May a poche settimane dalla fine delle riprese, è stato travolto negli ultimi anni da molteplici accuse di violenze sessuali. Gay dichiarato, Singer ha sempre negato qualsivoglia abuso, con Hollywood che l’ha ormai messo alle porte e cancellato da qualsiasi produzione. Ma Bryan torna ora d’attualità grazie ad una nuova denuncia scritta di proprio pugno su Variety da Blake Stuerman, 30enne ex assistente/amante del regista che è entrarto nei dettagli della sua “traumatizzante” relazione di quattro anni con Singer.

Stuerman aveva 18 anni quando ha incontrato Bryan, allora 43 anni, e ha iniziato da subito una relazione sessuale con lui. La relazione si è conclusa quando Blake è stato licenziato da assistente nel giugno del 2013 dal set di X-Men: Days of Future Past. Variety ha confermato il resoconto di Stuerman “attraverso documenti, fotografie, e-mail e messaggi di testo da lui forniti e parlando con persone nell’orbita di Stuerman e Singer in quel momento… In totale, Variety ha intervistato 20 persone per questa storia, 18 delle quali hanno parlato siglando un accordo di anonimato al fine di proteggere le loro posizioni all’interno dell’industria o per timore di rappresaglie da parte di Singer e dei genitori di Stuerman“.

Stuerman conosce Singer mentre lavorava come assistente scenografo a New York, tramite un amico del regista. Avendo appena compiuto 18 anni, Stuerman ricorda di essere “magro come un bastone”, di sembrare “non più vecchio di 15 anni”. Singer lo invita a cena al Nobu 57, ristorante popolare tra i vip di New York. Il 18enne arriva dopo le 23:00 a “un grande tavolo di uomini” in una sala da pranzo quasi vuota, dove viene informato dei successi del regista mentre divora un costoso sashimi. Successivamente tutti vanno nella suite di Singer, tranne Stuerman che dice di no e torna a casa sua. A quel punto il regista torna alla carica invitando il giovane a trascorrere tutta la settimana con lui e i suoi amici. Singer insiste affinché il diciottenne si sieda accanto a lui ad ogni pasto. Il regista vuole inoltre che Stuerman, che fino a quel momento non aveva mai bevuto in vita sua, si lasci andare. E Blake cede. A quel punto Singer lo invita in albergo e Stuerman, ubriaco, lo segue. “Potete immaginare cosa è successo dopo”, scrive Blake. “Non sapevo che mi fosse permesso di dire di no. Non sapevo che l’alcol stesse influenzando la mia capacità di prendere decisioni”.

Il giorno dopo, Singer incoraggia Stuerman a tornare con lui a Los Angeles e a intraprendere una carriera nel cinema. A Hollywood Stuerman scopre la predilezione del regista per “uomini dall’aspetto molto giovane”, che venivano regolarmente condotti a casa sua, dopo aver controllato i documenti “per assicurarsi che fosse tutto legale”.

“Sembrava considerarsi intoccabile”, dice Stuerman nei confronti di Singer, all’epoca all’apice del successo. “Ha anche iniziato ad aspettarsi sesso più frequentemente”. Non volendo essere “un altro dei ragazzi di Bryan che è stato usato e scartato”, Stuerman difende con veemenza Singer. “Ho visto come si potesse distruggere una carriera per un capriccio”, ricorda ora. “Poteva trasformare i suoi amici in milionari perché ne aveva voglia. È quello che continuava a promettere che avrebbe fatto con me”. “Pensavo di essere speciale, diverso da tutti gli altri. Ho fatto tutto quello che potevo per dimostrare il mio valore. Ho lavorato duramente e ho ottenuto dei lavori in varie case di produzione e studios. Bryan mi aveva detto che avevo talento, era il mio mentore. Ero rimasto conquistato dalla promessa di lavorare nel cinema. Mi ero trasferito dall’altra parte della nazione a spese mie dopo il suo incoraggiamento. Ha detto che era quello che dovevo fare. Non stavo facendo male a nessuno, ho pensato che andasse bene”.

Nell’autunno del 2012, nel corso di una festa in casa Singer perde le staffe e minaccia Bryan che lo avrebbe “fottutamente ucciso” se avesse osato lasciarlo. Sul set di X-Men: Giorni di un futuro passato a Montreal, gli abusi di Singer portano il giovane ad avere attacchi di panico, compreso uno “talmente grave” che lo fa collassare per l’iperventilazione, con tanto di  ambulanza che lo porta di corsa al pronto soccorso. Poco dopo Blake è stato cacciato dal set. “Quando hanno scoperto che ero ancora vivo, mi è stato detto che dovevo fare i bagagli. Sono stato rimandato a Los Angeles. Avevo meno di due ore per uscire.”

Tornato a Los Angeles, Stuerman si è trovato completamente isolato, senza amici che non condividesse con Singer. È stato stipulato un accordo di separazione, “che includeva un pagamento finale a cinque cifre”, e Stuerman è stato incluso nei titoli di coda del film a causa di una presunta “svista”. Quando le accuse contro Singer di aggressione sessuale e stupro sono diventate pubbliche l’anno successivo, Stuerman ha trovato la sua vita “analizzata, hackerata e venduta ai tabloid”. È rimasto in silenzio ed è caduto in depressione, tornando infine a vivere con i suoi genitori. Lì ha lottato “per alzarsi dal letto ogni giorno per quasi due anni” e ha “affrontato l’abuso di alcol e la dipendenza dai farmaci ansiolitici”.

“Solo quando ho iniziato a ricevere un trattamento specifico per l’abuso e il disturbo da stress post-traumatico ho accettato ciò che era realmente accaduto”, ricorda ora Stuerman. “Sono stato vittima di abusi da parte di un uomo molto potente, molto ricco e molto malato”. “Sono una vittima di Bryan Singer”.

Quando gli è stato fornito un riassunto dettagliato di ciò che ha scritto Stuerman, l’avvocato di Singer, Andrew Brettler, ha risposto con una lettera di quattro pagine in cui ha definito le accuse del 30enne “non corroborate, provocatorie e altamente diffamatorie”. Ma Brettler non ha contestato, né ha commentato, le accuse secondo cui Singer avrebbe avuto rapporti sessuali con Stuerman a partire dall’età di 18 anni. Inoltre non ha contestato o commentato l’affermazione secondo cui Singer avrebbe aggredito qualcuno e Stuerman ne è stato testimone.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Pietro Fanelli, Isola dei Famosi 2024

Pietro Fanelli, chi è il naufrago dell’Isola dei Famosi 2024?

Culture - Luca Diana 10.4.24
Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un'icona sconfitta dall'amore - BackToBlack2024 - Gay.it

Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un’icona sconfitta dall’amore

Cinema - Federico Boni 11.4.24
Raffaella Carrà - la sua casa a Via Nemea 21 a Roma è in vendita

La casa di Raffaella Carrà a Roma Nord è in vendita, ma nessuna piazza ha il suo nome

Musica - Mandalina Di Biase 11.4.24
Ciao Maschio 2024, intervista alle Karma B: "Caro Salvini le facciamo questa domanda...." - Karma B Ciao Maschio 4 - Gay.it

Ciao Maschio 2024, intervista alle Karma B: “Caro Salvini le facciamo questa domanda….”

Culture - Federico Boni 12.4.24
Victoria De Angelis dei Maneskin, vacanza romantica e baci social con l'amata Luna Passos (FOTO) - Victoria De Angelis dei Maneskin vacanza romantica e baci social con lamata Luna Passos FOTO - Gay.it

Victoria De Angelis dei Maneskin, vacanza romantica e baci social con l’amata Luna Passos (FOTO)

News - Redazione 9.4.24
Coming out di massa di calciatori in Germania? Bundesliga pronta a scendere in campo contro l’omobitransfobia - Bayer Leverkusen - Gay.it

Coming out di massa di calciatori in Germania? Bundesliga pronta a scendere in campo contro l’omobitransfobia

Corpi - Redazione 11.4.24

Hai già letto
queste storie?

will smith Duane Martin gay relazione outing bel air

“Will Smith e la relazione gay con Duane Martin”, outing dell’assistente Bilal

Cinema - Mandalina Di Biase 15.11.23
Maestro, Bradley Cooper è Leonard Bernstein: "La sua fluidità sessuale non è mai stata nascosta" - Maestro 20221020 23291r - Gay.it

Maestro, Bradley Cooper è Leonard Bernstein: “La sua fluidità sessuale non è mai stata nascosta”

Cinema - Redazione 19.12.23
Hari Nef sarà la leggendaria icona trans Candy Darling nel biopic prodotto da John Cameron Mitchell - Hari Nef Candy Darling - Gay.it

Hari Nef sarà la leggendaria icona trans Candy Darling nel biopic prodotto da John Cameron Mitchell

Cinema - Federico Boni 27.3.24
We Are the World, l'imperdibile doc Netflix che racconta la notte che ha cambiato il pop - The Greatest Night in Pop A2021 2 4 462 1a 001 - Gay.it

We Are the World, l’imperdibile doc Netflix che racconta la notte che ha cambiato il pop

Cinema - Federico Boni 1.2.24
"Le variabili dipendenti", il corto queer di Lorenzo Tardella è in corsa per gli Oscar 2024 - cover Le Variabili Dipendenti - Gay.it

“Le variabili dipendenti”, il corto queer di Lorenzo Tardella è in corsa per gli Oscar 2024

Cinema - Federico Boni 15.11.23
Jonathan Bailey a difesa delle persone trans* (Foto: ES Magazine)

Jonathan Bailey a difesa dellə adolescenti trans*: “Oggi più urgente che mai”

Cinema - Redazione Milano 18.12.23
saltburn elordi sperma keoghan

Saltburn, Jacob Elordi e la scena cult dello sperma: “Orgoglioso che Barry Keoghan …”

Cinema - Redazione 21.11.23
GLAAD Media Awards 2024, le nomination. Ci sono anche Nuovo Olimpo, L'immensità e Monica - glaad 2024 - Gay.it

GLAAD Media Awards 2024, le nomination. Ci sono anche Nuovo Olimpo, L’immensità e Monica

Cinema - Federico Boni 18.1.24