Il futuro degli omosessuali mediterranei

Gay che fra loro usano il femminile, modelli televisivi effeminati. E' l'"omosessualità mediterranea" Ma le cose sono destinate a cambiare. Arrivano i supermachi.

Il futuro degli omosessuali mediterranei - machovalerBAS - Gay.it
2 min. di lettura

Prima cosa: avrete forse notato che in televisione sta passando una pubblicità progresso ammonitrice perché in Italia lo stipendio medio di una donna è la metà di quello di un uomo. Seconda cosa: se qualcuno ha avuto a che fare con gay anglosassoni e nordeuropei in visita nel nostro paese, avrà notato il loro stupore per il numero di omosessuali italiani particolarmente effeminati.

Apparentemente queste due cose non dovrebbero avere niente a che fare l’una con l’altra. In realtà, il loro collegamento è la chiave per capire il fenomeno della cosiddettà "omosessualità mediterranea". Questa definizione inquadra un  modo di vivere l’omosessualità tipico delle nostre latitudini, che consiste nello sviluppo di un’identità gay caratterizzata da una buona dose di femminilità.

Quali sono le ragioni di questo atteggiamento? Secondo diversi luminari in gender-studies (tra cui R.W. Connel e D. Buchbinder) è necessario partire un dato di fatto storico: nei paesi del bacino mediterraneo le donne sono state sottomesse ai maschi per millenni, e molto più a lungo delle loro colleghe nei paesi nordici. Questo ha determinato la segregazione e la svalutazione del sesso femminile, con tutta una serie di ripercussioni culturali e sociali ben visibili anche oggi.
Le grandi religioni mediterranee (da quelle antiche al cattolicesimo)  hanno sempre ribadito la legittimità di questi concetti, contribuendo non poco a consolidare la situazione nei secoli. Fatto sta che gli omosessuali mediterranei hanno potuto trovare i loro primi spazi di libertà, aggregazione e tolleranza compensando il vuoto culturale, sociale e sessuale dovuto alla segregazione femminile, e questo –  a livello più o meno inconscio – li ha spinti a crearsi un’identità culturale e sociale adeguata a questa situazione, introiettando stereotipi e atteggiamenti associati alla femminilità. Quando poi le donne hanno iniziato ad emanciparsi, queste dinamiche sociali erano talmente rodate e consolidate che in diverse realtà, tra cui la nostra, le pressioni sociali e culturali che spingono i gay verso un’identificazione femminile sono rimaste molto più forti che altrove, tant’è che dai noi l’effeminatezza rimane un canale privilegiato per ottenere una relativa tolleranza sociale, per favorire certe dinamiche di aggregazione e per avere una qualche forma di visibilità (basti pensare ai gay che compaiono nella TV italiana o a quelli che ispirano i testi delle canzoni di Sanremo). La stessa abitudine ad usare aggettivi scherzosi coniugati al femminile presso la comunità gay è un dato di fatto abbastanza significativo. Allo stesso modo si spiega il successo della moda metrosexual nella comunità gay in Italia, quando all’estero è stata vissuta con un approccio decisamente più blando.

Cosa succederà adesso che i modelli di riferimento della comunità gay internazionale stanno cambiando? Ultimamente, a partire dagli USA, stanno prendendo piede modelli gay decisamente più virili, negli atteggiamenti e nell’aspetto, con tanto di barbe, pelo e muscoli. Attenzione però: non è una riproposta del gay baffuto degli anni 70 e 80 (il cosiddetto "clone di S.Francisco"), del modello bear/leather o una variante del metrosexual palestrato. È un modello nuovo, che sembra ispirato dalle nuove generazioni di pornoattori: supermaschi e affabili, caserecci e curati al tempo stesso. Probabilmente la comunità gay di oggi sta cercando di riaffermare la sua identità in maniera più autonoma, partendo da modelli estetici che non sono funzionali alle aspettative della società. Cosa succederà quando questo nuovo modello raggiungerà l’Italia? I gay italiani saranno disposti a rinunciare alla stabilità dei loro compromessi storici e alla relativa sicurezza dei modelli gay tipicamente mediterranei? Chi vivrà vedrà.

di Valeriano Elfodiluce

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Stefano De Martino

Stefano De Martino, da ballerino di Amici a volto di punta della nuova Rai

Culture - Luca Diana 27.5.24
Marco Mengoni e Angelina Mango, arriva il duetto

Marco Mengoni duetta con Angelina Mango nell’album “poké melodrama”: svelati tutti gli ospiti

Musica - Emanuele Corbo 27.5.24
Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Papa Francesco e l’attacco ai seminaristi gay, le reazioni della comunità LGBTQIA+ italiana

News - Redazione 28.5.24
Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria - Karla Sofia Gascon 1 - Gay.it

Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria

Cinema - Redazione 27.5.24
Elezioni europee: "Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto", la campagna di Arcigay

Elezioni europee: “Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto”, la campagna di Arcigay

News - Gay.it 28.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

"How to have sex", l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini - Matteo B Bianchi 1 - Gay.it

“How to have sex”, l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini

Cinema - Federico Colombo 17.4.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
eyes wide shut

Durante le feste si fa più sesso?

Lifestyle - Riccardo Conte 18.12.23
Olimpiadi Parigi 2024, 300.000 preservativi per tutti gli atleti in gara - Olimpiadi profilattici - Gay.it

Olimpiadi Parigi 2024, 300.000 preservativi per tutti gli atleti in gara

Corpi - Redazione 20.3.24
Chemsex testimonianza di Filippo

Sono un utilizzatore di chemsex, la testimonianza (VIDEO)

Corpi - Daniele Calzavara 23.4.24
Emma Stone in Poor Things (2023)

Emma Stone difende le scene di sesso in Povere Creature

Cinema - Redazione Milano 19.1.24
dieta-vegana-livelli-di-libido

I vegani lo fanno meglio: uno studio rivela che una dieta plant-based incrementa i livelli di libido

Corpi - Francesca Di Feo 12.1.24
Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: "Di me non sai", intervista a Raffaele Cataldo - Sessp 41 - Gay.it

Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: “Di me non sai”, intervista a Raffaele Cataldo

Culture - Federico Colombo 19.3.24