L’EUROPA HA FIGLI GAY

Il manifesto di EuroFlag: padri e madri di omosessuali chiedono al Parlamento Europeo il riconoscimento dei diritti per i loro figli. Intervista a Paola Dall'Orto. Che spiega come aderire.

L'EUROPA HA FIGLI GAY - paoladallorto4 - Gay.it
3 min. di lettura

PISA – Le madri e i padri dei ragazzi omosessuali in tutta Europa si uniscono, e si rivolgono al Parlamento Europeo perché i loro figli si vedano riconosciuti i diritti che i governi locali ancora negano loro. In Italia, Spagna, Francia, Belgio, Germania e Gran Bretagna, si stanno raccogliendo adesioni eccellenti a un manifesto in cui si chiede una maggiore attenzione ai temi riguardanti l’orientamento sessuale in tutti gli interventi sociali e legislativi che riguardano l’adolescenza, mentre i risultati di un’ampia inchiesta europea sulla situazione di vita dei giovani omosessuali nelle loro famiglie nelle varie nazioni europee, saranno sottoposti alla fine dell’anno al Parlamento Europeo, perché ne possa trarre importanti indicazioni con le quali orientare i propri interventi legislativi.

Queste sono solo due delle tante iniziative che le agguerritissime madri e i determinatissimi padri di ragazzi gay e ragazze lesbiche stanno portando avanti nelle nazioni europee, superando ora le barriere nazionali e coordinando gli interventi, grazie a EuroFlag, il coordinamento delle associazioni di genitori dei sei paesi sopra menzionati. Il coordinamento è nato il 1° aprile del 2000 su iniziativa di Paola Dall’Orto, fondatrice e presidente dell’Agedo, l’Associazione di Genitori di Omosessuali che in Italia si è già fatta promotrice di importanti iniziative. A lei abbiamo chiesto di illustrarci i progetti in corso.

Paola, partiamo dal Manifesto. Come è nata l’iniziativa e quali sono gli obiettivi?

Alcune settimane fa, sono stata a Barcellona per una riunione in cui veniva presentato l’ingresso in Euroflag della AMPGIL, l’associazione spagnola. Al momento della sua nascita, infatti, EuroFlag riuniva l’Agedo italiana, Passerelles dalla Francia, la Befah tedesca, Telsquels dal Belgio e la Flag dalla Gran Bretagna, alle quali nella primavera di quest’anno si è unita anche l’analoga spagnola. In occasione di quella riunione, l’AMPGIL ha presentato l’iniziativa di raccogliere adesioni da parte di personalità del mondo accademico, della cultura, della politica, a un manifesto, redatto dai genitori membri dell’associazione, molti dei quali sono professori universitari. Nel testo, in sintesi (potete trovare il testo completo del manifesto cliccando qui), si chiede che i politici, in collaborazione con l’Università e le associazioni, si impegnino a includere le tematiche relative all’omosessualità in tutti quegli interventi che si rivolgono agli adolescenti, siano essi nella scuola, sui canali di informazione, e in ogni altro ambito, e che si dia avvio a una serie di interventi legislativi che sollevino ogni pregiudizio e discriminazione che possa nuocere ai giovani durante il loro percorso di scoperta della sessualità.

E’ una iniziativa che riguarda solo la Spagna?

E’ nata dalla Spagna, ma ora è stata adottata anche dalle altre nazioni dell’EuroFlag. Vorremmo portare le adesioni che riusciremo a raccogliere al Parlamento Europeo. Io mi sto dando da fare per raccoglierle in Italia.

E hai già avuto qualche adesione eccellente?

Tra i nomi noti, per ora ho quelli di Gianni Vattimo e Leo Gullotta, oltre a quelli di molti professori universitari. Ho anche scritto a Ciampi: tempo fa indirizzai un messaggio a sua moglie, che mi rispose dichiarandomi tutta la sua disponibilità a darci una mano e invitandomi a scrivere nel momento in cui ci fosse qualche iniziativa. Comunque continueremo a raccogliere adesioni: chiunque voglia dare la propria può scrivermi al’indirizzo pdallorto@libero.it

Questa non è la sola iniziativa di EuroFlag, vero?

Stiamo portando avanti anche una grande inchiesta a livello europeo sulla situazione che i giovani omosessuali vivono in famiglia. Stiamo realizzando, in collaborazione con alcuni sociologi e psicologi, un questionario che distribuiremo in tutto il territorio nazionale, affinché i giovani e i loro genitori possano rispondere ad alcune domande. Ogni nazione sceglierà, poi tre questionari che esemplificano la situazione esistente in quel paese, che saranno presentati entro la fine dell’anno al Parlamento Europeo. Poi una equipe europea di psicologi redigerà una relazione coordinata della situazione dei vari paesi. Sarà un’occasione per "tastare il polso" della famiglia europea e di come si relaziona con l’omosessualità di uno dei figli.

Situazione che, almeno in Italia non è molto rosea…

Direi di no. A livello istituzionale, basta pensare che all’interno dell’osservatorio sulla famiglia non esiste alcun riferimento all’omosessualità, e anche questa è una cosa che, in quanto Agedo, vogliamo cambiare. A livello sociale, poi, c’è una grande difficoltà a fare in modo che i genitori parlino della loro situazione familiare con i figli omosessuali. Ma questo è un problema comune anche alle altre nazioni europee, non solo italiano.

Quali sono i prossimi appuntamenti dell’Agedo?

Il 14 e 15 settembre prossimi avremo il nostro primo convegno nazionale a Ghedi, in provincia di Brescia. Il giorno 14 è aperto al pubblico: chi desidera partecipare può inviare un’email a info@agedo.org. E’ la prima volta che ci riuniamo tutti insieme, e sarà l’occasione per ricordare la storia passata del nostro movimento e guardare al futuro. Saranno presenti Franco Grillini e Giovanni Dall’Orto, e ho invitato anche i ministri dell’Istruzione e delle Pari Opportunità.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un'Italia accecata dall'odio, che ha perso memoria e speranza - UAF 49 0109 - Gay.it

Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un’Italia accecata dall’odio, che ha perso memoria e speranza

Cinema - Federico Boni 4.3.24
David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24
milano-transfobia-consiglio-comunale

Milano, transfobia in Consiglio Comunale da parte del consigliere Lega Simone Piscina – LINGUAGGIO FORTE

News - Francesca Di Feo 4.3.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Douglas Carolo (foto TikTok di Carolo), Michele Caglioni (foto Instagram Caglioni), Andrea Bossi (foto TikTok)

Cosa c’era nel cellulare di Andrea Bossi, e peché Douglas Carolo e Michele Caglioni l’avrebbero distrutto?

News - Redazione Milano 4.3.24

I nostri contenuti
sono diversi

Sagi Golan e Omer Ohana gayit omosessuali vedovi di guerra

In Israele ora anche gay e lesbiche sono vedovə di guerra, la storia di Sagi e Omer – VIDEO

News - Redazione Milano 13.11.23
Claire Foy in 'All Of Us Strangers' (2023)

Claire Foy manda un messaggio importante ai genitori con figli LGBTQIA+

Cinema - Redazione Milano 26.1.24
transgender allattamento seno

Le mamme transgender e i genitori AMAB possono allattare: lo dice la scienza

Corpi - Francesca Di Feo 22.2.24
come costituire le unioni civili in italia

Lettonia, le unioni civili sono diventate legge

News - Redazione 10.11.23
decreto genitori

Il Governo Meloni difende il decreto Salvini-Conte che cancella i genitori omosessuali dai documenti dei figli

News - Redazione Milano 4.10.23
Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: "La nostra società non è pronta" - Marcel Ciolacu - Gay.it

Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: “La nostra società non è pronta”

News - Redazione 24.11.23
romania-unioni-civili

Romania in ritardo sul riconoscimento delle coppie omo, cresce l’estrema destra: l’allarme dellə attivistə

News - Francesca Di Feo 18.12.23
Alessandro Cecchi Paone sposa Simone Antolini il 22 dicembre. Il sindaco di Napoli officerà l’unione civile - Alessandro Cecchi Paone sposa Simone Antolini - Gay.it

Alessandro Cecchi Paone sposa Simone Antolini il 22 dicembre. Il sindaco di Napoli officerà l’unione civile

Culture - Redazione 3.11.23