Leonard Matlovich, 32 anni fa moriva il primo soldato dichiaratamente gay d’America

Sulla lapide si legge: "Quando ero nell'esercito, mi hanno dato una medaglia per aver ucciso due uomini e un licenziamento per averne amato uno".

Leonard Matlovich, 32 anni fa moriva il primo soldato dichiaratamente gay d'America - tomba time Leonard Matlovich - Gay.it
< 1 min. di lettura

Nato il 6 luglio del 1943, il 22 giugno del 1988 moriva Leonard Matlovich, veterano della guerra del Vietnam e decorato con la Purple Heart e la Bronze Star, nonché omosessuale dichiarato.

Matlovich fu il primo membro dichiaratamente gay delle forze armate americane. Negli anni ’70, da attivista LGBT, si battè contro l’esclusione degli omosessuali dalle forze armate statunitensi, diventando una celebrità per l’intera comunità gay. Subito dopo il suo coming out venne cacciato dalla United States Air Force, dando il via ad un autentico caso mediatico nazionale, diventando persino film tv per la NBC.

L’8 settembre 1975 comparve sulla copertina di Time, con un titolo inequivocabile: “Io sono un omosessuale”, diventando così la prima persona apertamente gay a comparire sulla copertina di una rivista statunitense. Il 22 giugno del 1988, a pochi giorni dal suo 45esimo compleanno, morì a causa dell’HIV/AIDS.

Nella sua tomba non è registrato il suo nome, essendo un vero e proprio monumento dedicato a tutti i soldati gay. Sulla lapide si legge: “Quando ero nell’esercito, mi hanno dato una medaglia per aver ucciso due uomini e un licenziamento per averne amato uno”. Leonard Matlovich riposa al Cimitero del Congresso, nella stessa fila in cui sono conservate le spoglie del leggendario direttore dell’FBI John Edgar Hoover.

Leonard Matlovich, 32 anni fa moriva il primo soldato dichiaratamente gay d'America - time Leonard Matlovich - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 22.6.20 - 21:36

Il gay che si nasconde non puo' nulla pretendere , ben certo ! Purtroppo per avere delle leggi favorevoli s'ha da delegare il politico di turno che cerchi il nostro voto che , come ha scritto Obama , può fare la differenza : siamo legione !

Avatar
bacibaci 22.6.20 - 21:02

La storia la fa la somma delle scelte quotidiane degli individui. Il gay che si nasconde e pretende che questo o quel politico gli faccia la legge sul matrimonio o contro l'omofobia etc, è uno scroccone.

Avatar
Renzo Loi 22.6.20 - 19:00

grande uomo!

Avatar
Franzc Dereck 22.6.20 - 18:34

Il padre di Leonard gli è stato sempre a fianco ed ha tenuto alto il suo ricordo. Questo dimostra che i propri figli vanno sostenuti ed amati come tali e non per chi si portano a letto.

Trending

I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 giugno tra tv generalista e streaming - film queer 2 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 giugno tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 24.6.24
Fedez annuncia apertura canale OnlyFans

Fedez cede a OnlyFans e apre il suo canale: “Mi consigliano di ripulirmi l’immagine e faccio il contrario”

News - Emanuele Corbo 21.6.24
Yan Couto fa sparire i capelli rosa che hanno scosso il Brasile. "Mi hanno detto che sono stravaganti" - Yan Couto - Gay.it

Yan Couto fa sparire i capelli rosa che hanno scosso il Brasile. “Mi hanno detto che sono stravaganti”

Corpi - Redazione 24.6.24
@milanopride

Perché il Milano Pride non ha madrine e padrini? Le comunità ebraiche queer ci saranno? Intervista

Lifestyle - Riccardo Conte 24.6.24
Luca Guadagnino parla di Queer: "È il mio film più personale, ci sono scandalose scene di sesso" - luca guadagnino pesarofilmfest 60 22giu2024 ph luigi angelucci 010 - Gay.it

Luca Guadagnino parla di Queer: “È il mio film più personale, ci sono scandalose scene di sesso”

Cinema - Redazione 24.6.24
Tale e Quale Show 2024, primi rumor sul cast. Da Federico Fashion Style alle Karma B e Giulia De Lellis - Tale e Quale Show 2024 - Gay.it

Tale e Quale Show 2024, primi rumor sul cast. Da Federico Fashion Style alle Karma B e Giulia De Lellis

Culture - Redazione 24.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

New York, la fermata metro Christopher Street-Sheridan Square diventerà fermata Stonewall - Stonewall Inn - Gay.it

New York, la fermata metro Christopher Street-Sheridan Square diventerà fermata Stonewall

News - Redazione 11.6.24
Grecia, l'Alessandro Magno bisessuale di Netflix finisce in parlamento: "Deplorevole, inaccettabile e antistorico" - Alessandro Magno - Gay.it

Grecia, l’Alessandro Magno bisessuale di Netflix finisce in parlamento: “Deplorevole, inaccettabile e antistorico”

Serie Tv - Redazione 21.2.24
Sandra Milo, Icona eternamente Libera - Sandra Milo fotografata da Leandro Manuel Emede per Sette Corriere - Gay.it

Sandra Milo, Icona eternamente Libera

Culture - Federico Boni 29.1.24
La bellezza liberatoria degli infiniti "Pride", per sempre e ovunque: storia visiva dell'orgoglio LGBTQIA+ - pride libro scripta maneant 3 - Gay.it

La bellezza liberatoria degli infiniti “Pride”, per sempre e ovunque: storia visiva dell’orgoglio LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 8.6.24
Dennis Altman nel 1972

Dennis Altman, una vita tra attivismo e accademia: intervista

Culture - Alessio Ponzio 8.4.24
10 compositori queer che hanno fatto la storia della musica

Da Chopin e Schubert a Tchaikovski fino a Bernstein. 10 compositori queer che sono dei giganti della musica classica

Musica - Redazione 18.3.24
Giorgio Bozzo, autore di Le Radici dell'Orgoglio

Quell’orgoglio che ci rende più forti: intervista con Giorgio Bozzo (che riparte con Le radici dell’orgoglio)

Culture - Riccardo Conte 4.1.24
Eldorado: l doc Netflix sul locale gay di Berlino frequentato da Ernst Röhm e dai nazisti

Gay e nazismo: la tolleranza della prima ora e l’omocausto

Culture - Lorenzo Ottanelli 26.1.24