Luke Perry era un amico della comunità LGBT: il ricordo della GLAAD

E' morto a soli 52 anni lo storico volto di Beverly Hills 90210, da sempre vicino alla comunità LGBT. Il ricordo di Patricia Arquette.

Luke Perry era un amico della comunità LGBT: il ricordo della GLAAD - Luke Perry - Gay.it
2 min. di lettura

A soli 52 anni si è spento Luke Perry, indimenticato Dylan McKay della serie tv Beverly Hills 90210. Un’icona degli anni ’90, il primo amore di un’intera generazione, il James Dean della serialità telesivia.

Da quasi 24 ore i social sono travolti dal cordoglio, ma pochi sanno che Perry, due figli, un’ex moglie e una fidanzata, è sempre stato al fianco della comunità LGBT.

Nel corso della sua carriera, Perry aveva interpretato un personaggio gay in un episodio del 1997 di Spin City, per poi farsi vedere in un episodio di Will and Grace come fugace cotta di Jack, nel lontano 2005. Ebbele la GLAAD, la principale associazione gay d’America, l’ha voluto ricordare come un “amico della comunità LGBT +”.

“La notizia della morte di Luke Perry è assolutamente devastante. Era un amico della nostra organizzazione e della comunità LGBTQ. I nostri cuori vanno ai suoi cari”, ha scritto l’associazione su Facebook, condividendo l’immagine di Luke ai 28esimi GLAAD Media Awards, nel 2017. Perry partecipò in quanto amico intimo dell’attivista transgender Alexis Arquette, deceduta causa AIDS nel 2016, a soli 47 anni. In un’intervista rilasciata ad ET, Patricia Arquette ricordò la storica amicizia tra Perry e la sorella, più volte andata incontro a rumor gossippari.

“Lui e Lex erano amici da quando erano bambini e ricordo che molti anni fa, più o meno quando esplose Beverly Hills 90210, tutti dissero: ‘Alexis Arquette sta uscendo con Luke. Luke è segretamente gay”. “E Luke rispose: ‘Non ho intenzione di dire che non sia vero, anche se Alexis e io siamo solo migliori amici, perché questo significherebbe dire che ci sarebbe qualcosa di sbagliato in questo, ma non c’è niente di sbagliato in questo.'”

Perry, successivamente, disse ad ET: “Ho amato Lex e Lex mi amava, e non ho bisogno di spiegarlo a nessuno. È così che funziona l’amore, ed è ciò che rende così speciale il messaggio che Patricia diffonde in onore della sorella”.

Proprio Patricia Arquette si è affidata ai social, nella giornata di ieri, per ricordare l’attore:Luke Perry, bellezza straordinaria e gentile essere umano, amico incredibile, attore generoso e padre adorante di Jack e Sophie e partner amorevole di Madison, siamo tutti addolorati. Tu sei l’amore e tu sei la luce“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Olivia Rodrigo in bad idea right? (2023)

Olivia Rodrigo è la rockstar (e attivista) che meritiamo: il suo Guts Tour contro le leggi anti-aborto

Musica - Riccardo Conte 26.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24
Roberto Vannacci accusato di istigazione all'odio e difeso dalla Lega di Salvini

“Vannacci ha istigato all’odio razziale” l’accusa, la Lega di Salvini lo difende

News - Redazione Milano 26.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
GLAAD Media Awards 2024, le nomination. Ci sono anche Nuovo Olimpo, L'immensità e Monica - glaad 2024 - Gay.it

GLAAD Media Awards 2024, le nomination. Ci sono anche Nuovo Olimpo, L’immensità e Monica

Cinema - Federico Boni 18.1.24
Odio LGBTIAQ social network

L’odio social verso la comunità LGBTQIA+ ha conseguenze nella vita reale, ma Meta, X e TikTok non fanno abbastanza per arginarlo

News - Francesca Di Feo 25.1.24