Matrimoni gay in Belgio

Anche la piccola nazione vicina all’Olanda dovrebbe entro l’anno approvare i matrimoni gay.

Il Belgio sta considerando l’ipotesi di permettere alle coppie gay di sposarsi, poco dopo che la vicina Olanda è diventata la prima nazione a legalizzare i matrimoni omosessuali.

Il Ministro della Sanità Magda Alvoet, membro del partito di sinistra Green Agalev, il più piccolo nella coalizione belga, ha detto che la legalizzazione dei matrimoni è stato un passo importante per superare le discriminazioni contro gay e lesbiche. «Il governo il diritto a sposarsi un diritto costituzionale, e la possibilità di sposarsi è l’unica opportunità per vedere le coppie omosessuali e quelle eterosessuali trattate nello stesso modo», ha detto in un comunicato.

Una fonte dell’ufficio del primo ministro Guy Verhofstadt del partito Liberale ha dichiarato a Reuters che la proposta dovrebbe essere presentata al gabinetto centrale alla fine del mese, e l’accordo dovrebbe essere tale che «non ci sono obiezioni di principio per il momento».

La legge dovrebbe effettivamente dare alle coppie gay lo stesso status legale di quelle eterosessuali.

Il Belgio, la cui popolazione di 10 milioni è al 75% cattolica romana, sta sempre più rompendo con le sue tradizioni conservatrici. Il governo, all’inizio di quest’anno, si è mosso per legalizzare il possesso di cannabis per uso personale.

Lesbiche

Mamma organizza festa a sorpresa per la figlia trans di 6 anni: “Voleva tagliarsi la gola, ora è felice”

La commovente storia vera di Lynn e di sua figlia Avery, a 5 anni appena disperata perché consapevole di essere nata nel corpo sbagliato.

di Federico Boni