La Romania accelera per cambiare la Costituzione contro i matrimoni gay: “La famiglia è uomo e donna”

Sgomento da parte delle associazioni LGBT locali, che sperano in una grande partecipazione al Pride di Bucarest.

La Romania accelera per cambiare la Costituzione contro i matrimoni gay: "La famiglia è uomo e donna" - romania - Gay.it
2 min. di lettura

La Romania preme l’acceleratore contro i matrimoni gay: una proposta di modifica della Costituzione lanciata dai cittadini è stata accolta nelle scorse ore dal governo.

Una petizione, lanciata recentemente dalla coalizione anti-gay Coalition for Family, ha raggiunto – anche grazie al supporto della Chiesa ortodossa – la cifra record di tre milioni di firme su una popolazione di venti milioni: la petizione chiede di modificare la definizione di famiglia all’interno della Costituzione. Al momento, infatti, la stessa definisce una famiglia come un “volontario matrimonio tra due sposi”, ma l’intenzione è di modificarla così che si legga: “Una famiglia è fondata da un matrimonio tra un uomo e una donna e dai doveri dei genitori di garantire e assicurare l’educazione e l’istruzione dei bambini”.

La Camera dei Deputati ha adottato l’iniziativa dei cittadini romeni, votando a favore in larga maggioranza: 232 i sì, 22 i no e 13 le astensioni.

La Romania accelera per cambiare la Costituzione contro i matrimoni gay: "La famiglia è uomo e donna" - romania gay 2 - Gay.it

Vlad Viski, presidente dell’associazione MozaiQ che lavora a tutela della comunità LGBT, ha dichiarato: “Le persone si sentono senza poteri e arrabbiate. Le speranze che i politici potessero fare la cosa giusta sono andate in frantumi ieri. Con un voto vergognoso i partiti politici hanno ceduto agli interessi locali e alle pressioni della Chiesa Ortodossa e dei gruppi neo-protestanti”.

La Romania accelera per cambiare la Costituzione contro i matrimoni gay: "La famiglia è uomo e donna" - romania gay 3 - Gay.it

Cambiare la definizione renderebbe impossibile celebrare i matrimoni gay in Romania, ma ancora nulla è perduto: la proposta di revisione deve essere infatti adottata anche dal Senato con una maggioranza di almeno due terzi e un referendum deve – entro trenta giorni – ottenere il voto favorevole di quasi cinque milioni di persone. È l’occasione perfetta, continua Viski, per far sentire la propria voce in occasione del Pride di Bucarest del 20 maggio.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

The Room Next Door di Pedro Almodovar, 1a immagine e sinossi del film con Tilda Swinton e Julianne Moore - The Room Next Door di Pedro Almodovar - Gay.it

The Room Next Door di Pedro Almodovar, 1a immagine e sinossi del film con Tilda Swinton e Julianne Moore

Cinema - Redazione 13.6.24
"C'è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+", intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno - Torino Pride 2023 - Gay.it

“C’è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+”, intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno

News - Francesca Di Feo 13.6.24
Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24
Roma Pride 2024, intervista a Mario Colamarino: "Siamo la somma di tutte le lotte, la vera opposizione al governo Meloni" - Pride Croisette 2 - Gay.it

Roma Pride 2024, intervista a Mario Colamarino: “Siamo la somma di tutte le lotte, la vera opposizione al governo Meloni”

News - Federico Boni 12.6.24
Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
Sanremo 2025, parla Carlo Conti: "Meno canzoni, separati big e nuove proposte. Torna il Dopofestival" - Carlo Conti - Gay.it

Sanremo 2025, parla Carlo Conti: “Meno canzoni, separati big e nuove proposte. Torna il Dopofestival”

Culture - Redazione 13.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

grecia-chiesa-ortodossa-scomunica-matrimonio-egualitario

Grecia, la Chiesa Ortodossa minaccia di scomunicare i parlamentari che hanno votato per il matrimonio egualitario

News - Francesca Di Feo 8.3.24
Roma, via libera del Comune a finanziamenti per sportelli d'ascolto e centri antidiscriminazione LGBTQIA+ - roma - Gay.it

Roma, via libera del Comune a finanziamenti per sportelli d’ascolto e centri antidiscriminazione LGBTQIA+

News - Redazione 19.12.23
polonia-riconoscimento-coppie-omosessuali-cedu

Polonia, negare il riconoscimento alle coppie omosessuali viola la Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo

News - Francesca Di Feo 14.12.23
TJ House, l'ex giocatore di baseball ha sposato l'amato Ryan Neitzel. Le foto social - TJ House lex giocatore di baseball ha sposato lamato Ryan Neitzel. Le foto social - Gay.it

TJ House, l’ex giocatore di baseball ha sposato l’amato Ryan Neitzel. Le foto social

Corpi - Redazione 5.4.24
legge-omobitransfobia-repubblica-ceca

Repubblica Ceca, modificata la legge sulle unioni civili. Riconosciuta l’esistenza delle famiglie arcobaleno

News - Redazione 30.4.24
Estonia, dal 1° Gennaio 2024 il matrimonio egualitario è in vigore.

Estonia, coppie lesbiche e coppie gay possono sposarsi

News - Redazione Milano 2.1.24
Grecia, l'accorato discorso del premier conservatore Mitsotakis prima del voto sul matrimonio egualitario (VIDEO) - Kyriakos Mitsotakis - Gay.it

Grecia, l’accorato discorso del premier conservatore Mitsotakis prima del voto sul matrimonio egualitario (VIDEO)

News - Federico Boni 16.2.24
Nepal, finalmente riconosciuto il primo storico matrimonio tra due donne - Dipti Shrestha 33 anni e Suprita Gurung - Gay.it

Nepal, finalmente riconosciuto il primo storico matrimonio tra due donne

News - Redazione 15.2.24